Opzioni binarie, le strategie per misurare il sentiment degli investitori

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni binarie, le strategie per misurare il sentiment degli investitori

L’importanza dell’indice di volatilità VIX.

Si riesce molto spesso a fare trading e ottenere un discreto successo per tanto tempo. Come? Utilizzando magari un trend di mercato ben delineato, informandosi e studiando.

Tuttavia, purtroppo poi si rischia di scontrarsi con la realtà ed a volte è necessario affrontare un cambio di tendenza oppure una fase di turbolenza che può mettere in confusione il trader e indebolire le sue prospettive.

Una soluzione, però, c’è. Consiste nello studio (o in un ripasso) dell’analisi tecnica e nell’esaminare l’indice di volatilità VIX.

L’analisi tecnica propone un indicatore molto utile che fornisce un ausilio nel prevedere eventuali cambi di direzione e soprattutto variazioni del sentiment degli operatori di mercato. Questo indice è chiamato VIX.

Il VIX si configura come l’indice che misura la volatilità implicita del prezzo delle opzioni, anche se spesso è conosciuto come indice di volatilità o come termometro del timore dei trader per eventuali ribassi dei prezzi. In effetti con uno sguardo superficiale dell’indicatore si nota in maniera abbastanza chiara come nel momento in cui il VIX raggiunge picchi di valore, aumentano le paure dei traders per una caduta dei mercati e si preparano le condizioni per un’inversione di tendenza.

L’esempio più chiaro? Nel 2020, Wall Street ha cominciato a frenare e a perdere colpi.

E’ possibile inoltre mettere in relazione il VIX con l’indice S&P500. Nel momento in cui la paura raggiunge valori molti alti, la borsa poi corregge al ribasso.

In conclusione, per cercare di evitare di incappare in brutte inversioni di tendenza, il consiglio è quello di visionare ogni mattina prima di cominciare a fare trading, il VIX. Osservare che non vengano raggiunti valori estremi e solamente in questo caso operare con maggiore confidenza.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Indicatori di sentiment di mercato

Investire sui mercati finanziari non è qualcosa da prendere con leggerezza. Troppi sedicenti traders si limitano a buttarsi sulle piattaforme di trading cercando di investire i loro capitali alla meno peggio, senza avere idea di tutto quello che rappresenta il mondo della finanza globale. E’ vero, molto spesso per guadagnare sul medio termine basta essere buoni analisti tecnici, ma avere qualche nozione in più, qualche conoscenza più approfondita di quello che rappresentano i mercati ed il loro funzionamento intrinseco, può spingere i traders a superare i limiti della mediocrità e diventare veri e propri professionisti, assi del settore.

In questo articolo vogliamo parlarti del sentiment di mercato, un qualcosa che c’è ma che apparentemente non si vede, dietro tutte le oscillazioni del prezzo, si potrebbe dire che rappresenta l’essenza stessa dei mercati e del loro andamento eppure in tanti tendono ad ignorare questo fatto. Prima di procedere e parlare di sentiment nello specifico, parliamo di mercati finanziari con una piccola introduzione, utile a comprendere quale sia il contesto in cui ti muovi quando cerchi di speculare e fare grandi guadagni come piccolo trader retail.

>>> NON PERDERE IL VIDEO-CORSO

UNICO BROKER CONSIGLIATO PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE

Deposito minimo: 10€
✅Prova Live la Demo
✅ Conto VIP / Zero spese / Tornei / 200+ assets
Regolatore: CySEC ✔Recensione IQ Option
✔Opinioni IQ Option ►Vai al sito
APRI UN CONTO

Ma quello che è accaduto in questi aspri tempi di crisi non può essere emblematico del funzionamento di un intero e complesso sistema. Il mercato esiste e può esistere come lo conosciamo in base a delle leggi che lo regolamentano, leggi che sono nate da accordi tra stati e volte a mettere per quanto possibile in sicurezza gli investitori perchè possano svolgere la propria attività senza preoccupazioni.

Infatti, è di fondamentale importanza il grado di fiducia che i singoli ripongono nel sistema affinché essi decidano di fornire risorse monetarie, investendo i loro risparmi, alle aziende, per finanziarne lo sviluppo: maggiore è la sicurezza degli investitori di ricevere una remunerazione più alta di quella che si otterrebbe lasciando i propri risparmi in depositi poco fruttiferi e maggiore sarà la loro propensione a investire nei mercati finanziari, aumentando così le risorse disponibili al sistema economico per effettuare investimenti.

Con questo paragrafo già si intravede il concetto di “sentiment” di mercato, quando si parla di fiducia, di preoccupazione, di sicurezza, sembrerebbero termini che poco hanno a che fare con la matematica e l’economia eppure hanno un peso di rilevanza capitale per il presente ed il futuro dei mercati e della macroeconomia.

Il sistema finanziario va accettato perchè ha una semplice funzione, quello di mettere in contatto coloro che hanno liquidità, ossia un eccesso di risorse monetarie, gli investitori, con altri che invece hanno un deficit, ossia coloro che emettono strumenti finanziari. L’incontro tra le parti avviene attraverso un intermediario che si fa garante della sicurezza e della correttezza delle transazioni. Coloro che investono sui mercati sono la parte ch epuò essere considerata debole, questo perè non sempre le notizie e le informazioni necessarie ad agire giungono tempestivamente, per questo si rendono necessari gli intermediari che devono riportare parità tra gli agenti del mercato, anche se questa ricercata aprità in vero è di la da venire. Gli investitori sono un soggetto da tutelare quindi, ma sono anche coloro che determinano gli spostamenti sul mercato, con i capitali certo, ma anche con quello che provano e quello che sentono emotivamente.

Indicatori di sentiment di mercato: una definizione

Vengono definiti indicatori di Sentiment tutti quegli indicatori che tentano di misurare il grado di fiducia degli operatori rispetto alle prospettive di mercato. Gli indicatori di sentimenti vengono usati in maniera molto simile agli oscillatori ed assolvono quindi una funzione simile sotto l’aspetto pratico. Il Sentiment è un qualcosa di molto particolare e ad oggi è complicato misurarlo, si tratta diq ualcosa che sfugge alla misurazione precisa, eppure è di importanza fondamentale. Per misurare il sentiment ad esempio si utilizzano sondaggi, ma anche l’operatività effettiva che si riscontra sui mercati finanziari è un indicatore di sentiment.

Gli indicatori di sentiment più usati (da chi segue questa metodologia) fanno riferimento al mercato azionario Usa a cui tutti gli altri mercati azionari sono prevalentemente correlati.

La trasparenza del mercato finanziario Usa offre un notevole numero di dati sul sentiment e sullo spessore del mercato azionario. Non si puó dire lo stesso dei mercati europei ma qualcosa sta cambiando.

Ovviamente vi sono indicatori che presi a se stanti non danno alcuna indicazione utile, per ricevere informazioni utilizzabili nella pratica per investire bisogna ricalcolare il tutto attraverso algoritmi che offrono indicazioni molto utili. Bisogna notare che non tutti gli indicatori di sentiment sono uguali, ciascuno ha la sua valenza nell’individuare i massimi del mercato di riferimento, altri invece sono utilizzati perchè più precisi nell’individuare i minimi di un mercato.

Indicatori di sentiment di mercato: i Cover Indicator

Cover in inglese significa copertina, nel caso specifico si fa riferimento alle copertine dei giornali. Ma possono delle semplici copertine di giornali essere considerate degli indicatori di mercato veri e funzionanti? Secondo alcuni esperti americani in fatto di sentiment è ovvio che si, parliamo di gente come Woody Dorsey. La valenza degli “Indicatori di copertina” è stata accreditata anche dalla Fidelity di Boston una delle più grandi società di gestione di fondi al mondo, e se lo dicono loro c’è solo da fidarsi.

Investire in base alle copertine!

Una componente interessante dell’analisi del Sentiment è l’analisi dei titoli di giornale. Ovviamente parliamo dei titoli e degli articoli di giornali molto influenti e molto popolari tra i lettori.

Questo tipo di analisi riveste una notevole importanza soprattutto considerando che una elevata percentuale di risparmiatori prende decisioni d’investimento sulla base di quello che leggono sui giornali, potrà sembrare assurdo eppure è così, a dimostrarlo vi sono indagini statistiche.

Pur considerando fondamentale il contributo divulgativo e d’informazione di molti giornali finanziari è dimostrato che moltissimi risparmiatori investono sui mercati azionari quando sono già saliti molto, motivati dai giornali i quali enfatizzano il periodo positivo. E’ chiaro che per coloro che si immettono nei flussi di investimento quando i titoli sono già saliti di molto, non si tratta di un grande affare, ma chi è ben informato, ed in anticipo, può certamente giovarne e creare strategie sulla base dell’entrata tardiva di grosse fette di investitori.

Insomma quando i giornali diffondono notizie positive, queste influenzano positivamente gli investitori che sono ora disposti a comprare, ma lo stesso meccanismo si attiva anche quando si tratta di vendere. Se i giornali diffondono notizie negative, anzi catastrofiche, moltissimi investitori perderanno la fiducia sull’andamento futuro e si precipitano a vendere, ma molto spesso è proprio quello il momento migliore per iniziare a comprare azioni a prezzi che sono ora in estremo ribasso.

Negli anni è apparso ormai evidente come gli analisti ed economisti che vengono intervistati dai giornalisti alla ricerca frenetica di notizie e previsioni sull’andamento futuro dei mercati, siano in ritardo rispetto ai mercati stessi che hanno già assimilato e scontato nei prezzi molto tempo prima, le analisi e le previsioni. Il mercato quindi è sempre un passo avanti rispetto alle notizie. Gli articoli che parlano, anche in maniera dettagliata del mercato e delle sue condizioni non fanno altro che confermare il sentiment già dominante sui mercati. Coloro che investono però non fanno altro che attendere queste notizie positive o negative per basarvi la propria operatività. Di seguito ti mostro la tabella con i migliori brokers di opzioni binarie dove puoi investire con sicurezza:

Indice di forza relativa (RSI) — Come impostarlo e usarlo nel trading

L’indice di forza relativa, o RSI, è un oscillatore di momentum impiegato per misurare la velocità e l’entità dei movimenti direzionali del prezzo. L’indicatore permette di determinare i livelli di ipercomprato/ipervenduto, oltre a fornire segnali di acquisto e di vendita.

L’indicatore RSI con parametri standard

L’RSI consiste sostanzialmente di una linea singola che fluttua all’interno di un corridoio che va da 0 a 100. Più la linea si avvicina al segno zero, maggiori sono le probabilità che l’asset entri i zona di ipervenduto. Quando l’RSI si avvicina al 100, l’asset probabilmente andrà in ipercomprato. Secondo l’indicatore, il prezzo dell’asset è destinato a subire un apprezzamento una volta raggiunta la zona di ipervenduto e un deprezzamento quando entra nella zona di ipercomprato.

Come si usa l’indicatore RSI nel trading?

Come detto in precedenza, l’RSI oscilla fra lo 0 e 100%. Tradizionalmente, l’RSI è considerato in ipercomprato quando supera il 70% e in ipervenduto quando scende al di sotto del 30%. Se l’indicatore genera un numero elevato di falsi segnali, è possibile aumentare la soglia di ipercomprato a 80 e ridurre quella di ipervenduto a 20.

I segnali di acquisto e di vendita forniti dall’RSI

J. Welles Wilder ha suggerito un periodo di applicazione pari a 14, che può ovviamente essere modificato in base alle strategie a breve o a lungo termine. Periodi più brevi o più lunghi vengono impiegati per previsioni nel breve o nel lungo termine.

L’RSI è un indicatore universale e può essere usato per il trading su qualsiasi sottostante, dal Forex alla criptovaluta o alle azioni.

È necessario ricordare che durante i trend più robusti l’RSI può rimanere nelle zone di ipervenduto/ipercomprato per periodi prolungati.

Impostazione e configurazione dell’RSI

Per usare l’RSI è sufficiente seguire i seguenti passaggi:

  • Clicca sul pulsante “Indicatori” in basso a sinistra sulla schermata e seleziona “RSI” dall’elenco degli indicatori disponibili.
  • Quindi premi su “Applica” se desideri usarlo con le impostazioni standard. Il grafico dell’RSI apparirà sul fondo della schermata.
  • I trader esperti potrebbero trovare utile un ulteriore passaggio, che consiste nell’aprire la scheda “Imposta e Applica”.

Opzionale: regola i parametri. Quando imposti l’indicatore, puoi regolare il periodo e i livelli di ipercomprato e ipervenduto per una maggiore sensibilità/precisione. Ricorda che più ampio sarà il corridoio, meno segnali riceverai, ma allo stesso tempo essi saranno maggiormente precisi. Il contrario accade quando i livelli di soglia sono molto ravvicinati l’uno all’altro: i segnali di crossover appariranno più spesso, ma anche il numero dei falsi segnali aumenterà. Ricorda che aumentando l’impostazione del periodo ridurrai la sensibilità dell’indicatore.

Approccio standard — 70/30

L’approccio standard prevede un periodo di 14, il livello di ipervenduto al 30% e di ipercomprato al 70%. Si tratta delle impostazioni più frequentemente usate per questo indicatore. I trader attendono che l’RSI vada oltre le linee delle soglie del 30 e del 70. Con i parametri standard questo accadrà piuttosto spesso, ma sarà sempre un segnale di una prossima inversione del trend.

Approccio conservativo — 80/20

I sostenitori dell’approccio conservativo suggeriscono un periodo di 21, il livello di ipervenduto al 20% e di ipercomprato all’80%. I trader che desiderano minimizzare il rischio impostano l’indicatore in modo che l’RSI sia meno sensibile e generi quindi un numero minimo di falsi segnali. Livelli alti e bassi più estremi — 90 e 10 — si verificano molto più di rado, tuttavia indicano un momentum particolarmente forte.

Divergenza

La divergenza è un altro modo in cui è possibile impiegare questo indicatore. Se il movimento dei prezzo del sottostante non viene confermato dall’RSI, potrebbe indicare uno spostamento del trend.

La divergenza è il segnale di una prossima inversione del trend

La divergenza può quindi essere un buon indicatore di una prossima inversione del prezzo. Nell’esempioqui sopra il prezzo dell’asset scende, mentre l’RSI dimostra un movimento opposto. La situazione è seguita da uno spostamento del trend.

Conclusione

L’RSI è uno strumento potente, che può permetterti di determinare punti di ingresso e di uscita ottimali. Talvolta è un grado di prevedere il trend, dove altri indicatori si dimostrano troppo lenti. Tuttavia, esso non viene quasi mai usato da solo, ma deve essere combinato ad altri indicatori (ad esempio, le Bande di Bollinger o l’Alligator).

Il presente articolo non rappresenta un consiglio di investimento. Qualsiasi riferimento a movimenti o livelli di prezzo passati è di carattere informativo e basato su analisi esterne, non forniamo alcuna garanzia che tali movimenti o livelli si possano ripresentare in futuro.
In conformità con i requisiti imposti dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), il trading con le opzioni binarie e digitali è disponibile esclusivamente ai clienti categorizzati come clienti professionisti.

INFORMATIVA GENERALE SUI RISCHI

I CFD sono strumenti complessi e comportano il rischio elevato di perdere soldi rapidamente a causa dell’effetto leva.
Il 87% degli account degli investitori al dettaglio perdono soldi quando fanno trading con CFD tramite questo fornitore.
Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: