Non Farm Payrolls – indicatore economico

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Non Farm Payrolls – indicatore economico

Il Non Farm Payrolls (NFP) è un indicatore statistico economico che mostra il rapporto tra il totale dei lavoratori stipendiati americani e il numero degli addetti nel settore agricolo, nelle organizzazioni governative e no profit. Il dato è messo in relazione con quello del mese precedente ed esprime i nuovi posti di lavoro o l’aumento della disoccupazione. Dal numero totale dei lavoratori americani vengono sottratti quelli impiegati nell’agricoltura, gli statali e i lavoratori nel no profit, il risultato quindi esprime il numero di lavoratori impiegati nell’industria, nella manifattura, nell’edilizia e nel terziario.

Se i risultati saranno positivi/rialzisti il USD andrà in rialzo, mentre se saranno negativi/ribbassisti il USD andrà in ribasso.

Un rapporto positivo mostra una fase di crescita dell’economia statunitense perché evidenzia una ripresa degli investimenti nei settori con profitti più alti e un conseguente aumento di vendite di beni e servizi. L’aumento dell’occupazione è dovuto infatti sia ad imprese che si stanno sviluppando e che sono in crescita, sia ai neoassunti che contribuiscono, grazie al loro stipendio, alla ripresa della richiesta interna.

Al contrario, se è negativo, spesso genera timori negli investitori sullo sviluppo e sulla tenuta dell’economia USA.

Nei periodi di prosperità il dato può variare da +10.000 a +250.000, mentre risulta negativo nei periodi di recessione.

Articolo scritto per opzionibinarie60.com da: TraderXP

Indicatori economici

Cosa sono gli indicatori economici?

Gli indicatori economici sono dati economici che vengono pubblicati dai singoli paesi, o dichiarazioni e annunci da soggetti rilevanti nel mercato azionario e finanziario. Ci sono diversi indicatori, ognuno dei quali differisce dall’altro per provenienza, pubblico a cui è destinato ed effetto sui vari mercati finanziari. Per tua comodità abbiamo suddiviso gli indicatori economici per regione in indicatori statunitensi, indicatori europei e indicatori asiatici.
Visualizza il calendario economico per conoscere i prossimi eventi economici.

Tipi di indicatori economici

La frequenza degli indicatori varia: alcuni sono giornalieri, altri mensili e diversi dati sono invece trimestrali. Prima della pubblicazione vi sono speculazioni sul risultato atteso da figure importanti del mondo della finanza, e i trader basano le proprie decisioni su tali speculazioni. Un evento economico ha una doppia influenza: la prima quando viene annunciato e la seconda quando si confronta il risultato effettivo con le speculazioni che hanno preceduto l’annuncio. Una divergenza notevole tra la previsione e il risultato effettivo può comportare oscillazioni sul mercato interessato.
Tra gli indicatori economici troviamo, ad esempio, il tasso di disoccupazione di un paese, il tasso di interesse, le nuove concessioni edilizie o i tassi dei fondi federali. Ogni indicatore può influenzare molto più che il proprio mercato di riferimento. Ad esempio, se il governo annuncia di aver fornito più concessioni edilizie, questo si tradurrà in maggiori posti di lavoro, che a loro volta andranno ad abbassare il tasso di disoccupazione, che farà aumentare i consumi, finendo così per rafforzare la moneta locale.

Esempio di indicatore economico

Un esempio di indicatore con un forte impatto sui mercati è il dato sui salariati extra agricoli (NFP), pubblicato il primo venerdì di ogni mese dal Bureau of Labor Statistics statunitense. Il rapporto indica le variazioni nel numero di lavoratori negli Stati Uniti rispetto al mese precedente, escluso il settore agricolo. Si tratta dunque dell’80% circa della forza lavoro statunitense. Un aumento nel numero di nuovi lavoratori solitamente indica una crescita del mercato e, di conseguenza, il dollaro statunitense si rafforza. Se un trader ha speculato sul rialzo dei salariati extra agricoli aprendo una posizione di acquisto prima dell’annuncio, il risultato è a suo favore. Naturalmente se vi è una riduzione dei posti di lavoro, il dollaro tende a indebolirsi. In ogni caso il dato NFP e le speculazioni prima della sua pubblicazione portano a movimenti su diversi strumenti.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come utilizzare gli indicatori economici

Per utilizzare gli indicatori a proprio vantaggio, è necessaria una corretta analisi tecnica. Alcuni trader prediligono una ricerca più elementare, mentre altri optano per un lavoro di analisi più rigoroso. Ad ogni modo gli indicatori possono essere uno strumento molto utile per tutti i trader, e richiedono uno stretto controllo sul calendario economico. Una volta che un trader sa che si verificherà un certo evento, come ad esempio il tasso di domanda e offerta nel settore al consumo di un certo paese, si potrà preparare a speculare sui dati.
Sulla base di tale speculazione, il trader sceglierà quale strumento negoziare e se aprire una posizione di acquisto o di vendita. In caso di previsione corretta, l’operazione potrebbe dar origine a notevoli profitti.
Le speculazioni relative agli indicatori economici devono essere fatte con una debita conoscenza dei mercati di riferimento, delle circostanze finanziarie o degli eventi generali che possono influenzare il contenuto dell’indicatore. Una volta che si conoscono tutti i fattori correlati, la speculazione potrà essere effettuata razionalmente sulla base di alcuni punti fermi.
Ogni investitore, principiante o esperto che sia, è bene che segua il calendario economico, imparando a conoscere quali indicatori sono rilevanti per le proprie operazioni e in che modo è possibile sfruttarli. Una volta in possesso di tali informazioni, gli investitori sapranno come ottenere maggiori successi e i profitti supereranno le aspettative.

Indicatori economici europei

In questa pagina sono riportati tutti gli indicatori economici recenti e che saranno pubblicati a breve in Eurozona. Tutti gli indicatori vengono spiegati in modo da poter fare negoziazioni consapevoli.

Alcuni degli indicatori più popolari da seguire sono:
NOME DESCRIZIONE PUBBLICAZIONE
Euro Zone CPI (Indice dei prezzi al consumo dell’Eurozona) Fornisce un indicazione sull’inflazione dei prezzi al consumo nell’UE ed ha un effetto chiave sulla politica economica della BCE. Mensile e trimestrale
German Zew PMI (Indice Zew sul sentimento economico in Germania) Indica il sentimento economico del settore bancario tedesco e le sensazioni sulla salute dell’Economia. Mensile
German IFO (Indice IFO della Germania) Indice manifatturiero tedesco Mensile
ECB Rate Decision (Decisione della BCE sui tassi d’interesse) Di solito si osservano e si ascoltano i commenti fatti dal Presidente della BCE dopo aver preso la decisione sui tassi di interesse. Trimestrale

Indicatori economici asiatici

L’Asia e tutti i paesi asiatici che si affacciano sull’Oceano Pacifico sono diventati una regione importante da tenere sotto osservazione dal punto di vista economico. Oltre alla Cina, la seconda più grande economia mondiale, in questa regione si trovano diversi paesi in via di sviluppo economico.
I paesi asiatici e che si affacciano sull’Oceano Pacifico rappresentano attualmente un’area di interesse per gli investitori nei mercati forex, azionari e delle commodities. Di seguito sono elencati gli indicatori economici principali di questa regione.

Cina
NOME DESCRIZIONE PUBBLICAZIONE
GDP (PIL) Questo dato indica Il valore complessivo dei beni e servizi prodotti in Cina. Trimestrale e annuale
Industrial Production (Produzione industriale) Riflette la produzione delle fabbriche del paese e indica se essa è in aumento o in calo.
Retail Sales (Vendite al dettaglio) Indica se i consumatori acquistano prodotti costosi, come automobili e frigoriferi. Mensile
Business Confidence (Fiducia delle aziende) Indica i livelli di ottimismo delle aziende riguardo alla situazione economica. Mensile
Balance of Trade (Bilancia commerciale) Indica se la Cina ha un deficit commerciale. Trimestrale
Giappone
NOME DESCRIZIONE PUBBLICAZIONE
Consumer Confidence (Fiducia dei consumatori) Indica il livello di ottimismo della popolazione giapponese nei confronti della condizione di salute dell’economia. Mensile
GDP (PIL) Questo dato indica Il valore complessivo dei beni e servizi prodotti in Giappone. Mensile e trimestrale
Inflation (Inflazione) Indica il livello del tasso di inflazione del Giappone mensile, trimestrale e annuale. Trimestrale
Australia
NOME DESCRIZIONE PUBBLICAZIONE
Business Confidence (Fiducia delle aziende) Indica il livello di ottimismo delle aziende nei confronti della situazione economica. Mensile
GDP (PIL) Questo dato indica Il valore complessivo dei beni e servizi prodotti in Australia. Pubblicato intorno al giorno 10 del mese
Imports (Importazioni) Indica la quantità di prodotti importati in Australia Mensile
Rate Decision (Decisione sui tassi di interesse) Pubblicato il primo martedì di ogni mese
Unemployment (Indice di disoccupazione) Indica il livello di disoccupazione rispetto alla forza lavoro australiana Pubblicato intorno al giorno 12 del mese

Gli Stati Uniti hanno un numero elevato di indicatori economici. Dopo tutto si tratta dell’economia più grande del mondo. Ecco alcuni degli indicatori più ampiamente osservati e di cui devi essere al corrente.

Non Farm Payrolls – Cosa sono e come influenzano il forex

I Non Farm Payrolls sono probabilmente il market mover più atteso, ed importante, tra quelli disponibili per l’economia USA. Se fate trading forex, li avete sicuramente già visti da qualche parte (probabilmente in un calendario economico). I Non Farm Payrolls, chiamati anche Libri Paga non Agricoli, vengono rilasciati su base mensile ed hanno un forte impatto sul mercato del forex, specialmente sul cambio EUR/USD (ma anche nei principali cambi valutari dove è incluso il dollaro americano).

Perciò come ogni market mover, significa che anche con i Non Farm Payrolls possiamo sfruttare le opportunità di investimento a breve termine che vanno a creare. Chi fa day-trading probabilmente già sfrutta un calendario economico per aiutarsi a pianificare le proprie operazioni sul forex, e quindi già conosce anche i noti Non Farm Payrolls USA. Se invece non ne avete mai sentito parlare, vi consigliamo di proseguire la lettura pr scoprire cosa sono i Non Farm Payrolls e come possiamo usarli a nostro vantaggio nel trading forex.

Non Farm Payrolls: cosa sono e perché sono da tenere sotto controllo

Come abbiamo detto, i Non Farm Payrolls vengono rilasciati su base mensile. Per essere più specifici, questi dati vengono rilasciati il primo venerdì di ogni mese alle ore 14.30 italiane (8.30 a New York). Questi dati indicano la variazione (positiva o negativa) del numero di posti di lavoro dell’economia USA, rispetto al mese precedente. Come si può notare dal nome stesso, “Non farm” indica che il numero di posti di lavoro non include i posti di lavoro legati all’agricoltura (ma per essere più specifici non vengono contati nemmeno i posti di lavoro legati all’esercito e alle agenzie di intelligence).

Insomma, i Non Farm Payrolls indicano, bene o male, lo stato di salute generale dell’economia USA. Non dobbiamo poi tralasciare il fatto che vengono rilasciati insieme ad altri due dati molto importanti, ovvero:

  • Tasso di disoccupazione USA
  • Salario orario medio

Questi tre dati, tra cui spiccano i Non Farm Payrolls, possono mostrarci la crescita o recessione del mercato del lavoro americano. Di riflesso quindi, vanno ad influenzare l’andamento del dollaro americano (USD) nei confronti delle altre valute.

Non Farm Payrolls: come influenzano il Forex

I dati relativi forniscono importanti informazioni per valutare lo stato di salute dell’economia USA:

  • Qual’è il tasso di disoccupazione nell’economia in percentuale rispetto alla forza lavoro totale: dato molto importante del report Non Farm Payrolls, che indica quante persone si ritrovano senza lavoro. Anche la FED americana tiene sotto stretto controllo questo dato, perché valori più bassi del 5% possono portare all’inflazione (le società devono pagare stipendi più alti per assumere e di conseguenza devono aumentare i prezzi dei loro prodotti/servizi).
  • In quale settore vi è stato il maggior aumento/calo di posti di lavoro
  • Stipendio orario medio: dato anch’esso importante, perché se la disoccupazione è rimasta uguale ma lo stipendio orario è aumentato o diminuito, l’effetto che si ottiene è lo stesso di un aumento/calo nella forza lavoro.
  • Revisione del report precedente sul Non Farm Payrolls

Ecco, proprio questo ultimo dato è fondamentale, oltre alle aspettative riguardanti la variazione nei posti di lavoro. Gli analisti finanziari tendono sempre ad avere delle aspettative riguardanti la crescita, o il calo, dei Non Farm Payrolls. Poi bisogna vedere se, quando i dati vengono rilasciati, queste aspettative vengono raggiunte, superate, oppure se erano del tutto sbagliate.

Diamo un’occhiata al grafico qui sotto, per vedere quanto il cambio EUR/USD viene influenzato durante il rilascio di questi dati.

Come potete vedere dal grafico, subito dopo il rilascio degli NFP alle ore 8.30 americane, vi è stato un balzo in avanti nel cambio EUR/USD di ben 95 pips. Si tratta quindi di un report che può causare alta volatilità nei mercati, ed anche nel cambio EUR/USD. Proprio per questo motivo, è sempre bene controllare la data di rilascio di questo importante market mover (così da impostare al meglio le proprie operazioni e i relativi livelli di stop loss/ take profit).

Perciò, se vogliamo sfruttare i NFP dobbiamo ricordarci che:

  • Se i dati rilasciati superano le aspettative degli analisti, allora il dollaro americano si rafforza e subisce un apprezzamento. Per esempio, gli analisti avevano stimato un incremento di + 185.000 posti di lavoro, ma in realtà l’incremento è di + 207.000.
  • Se i dati rilasciati non raggiungono le aspettative degli analisti, allora il dollaro americano si deprezza e perde forza. Per esempio, gli analisti avevano previsto un aumento di +120.000 posti di lavoro, ma in realtà l’incremento è più basso, a + 98.000 posti di lavoro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: