lo Yen e il Nikkei a livelli record

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

lo Yen e il Nikkei a livelli record

Protagonista di questa apertura di giornata sui mercati è stato ancora una volta lo Yen, con il Nikkei che ha chiuso a 15,720 dopo aver toccato il massimo degli ultimi 6 mesi. Questa spinta sugli stocks giapponesi è strettamente correlata alla forte debolezza dello yen ed ai rumors che vedono la possibilità di un’ulteriore manovra di “easing” da parte della BoJ nei prossimi 6 mesi. La debolezza dello yen è infatti un fattore fortemente positivo per le esportazioni del paese, spingendo di conseguenza il Nikkei a livelli record. Quotazioni alle stelle anche per USD\JPY che viene scambiato al di sopra dei 103 yen ma che potrebbe vedere lievi ritracciamente in giornata con forte supporto a 102.40 yen. La spinta rialzista su questo cross deriva anche dai dati positivi e al di sopra delle aspettative rilasciati ieri sul mercato americano, in particolare il dato sulle costruzioni nel mese di ottobre.

Questi dati hanno invece spinto al ribasso nella sereta di ieri il cross EUR\USD che ha toccato il minimo degli ultimi 10 giorni ad 1.3522. La mattinata si aperta con un inversione di trend su questo cross con probabile ritorno verso 1.3600 che costituisce però una forte resistenza.

GBP\USD ancora a livelli molto elevati, ha chiuso la giornata di ieri in ribasso fino a 1.6340 sempre sulla scia dei dati USA ma è probabile che toorni nel corso della mattinata sul livello 1.6400 che costituisce la nuova resistenza psicologica.

Il BITCOIN è quotato al momento 1,097$ ed è probabile un ritorno in giornata verso i 1,200$, lo strumento è infatti appena uscito dall’area di ipervenduto.

Di seguito le notizie che verranno rilasciate in giornata:

09:00 EUR Disoccupazione netta Spagna
10:30 GBP PMI costruzioni UK
11:00 EUR PPI Eurozona
16:00 USD Indice Ottimismo economico IBD/TIPP USA
23:00 USD Vendite nazionali di autoveicoli USA

Per aiutarti ad avere una panorma più dettagliato possibile ho creato un post in cui potete vedere giornalmente le notizie più importanti.

Il mio articolo che ho postato qui sopra comincia con una spiegazione importante su come interpretare un grafico e le strategie vincenti e le mie tecniche di trading.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Per ancora meglio spiegarti come tradare con successo ho inserito pure un grafico dove puoi scegliere il cross valutario che preferisci e pure inserire una media mobile che io ritengo lo strumento migliore per capire la direzionalità. Io utilizzo AVATRADE, uno dei migliori broker Forex e CFD in circolazione.

Utilizzare questo strumento per tradare è la migliore via per avere sempre degli ottimi risultati in termini di profitto. Molti in internet ti diranno che ci sono sempre nuove tecniche da segure o indicatori, io secondo la mia esperienza ti consiglio di seguire sempre la media mobile. Mi ha portato sempre grandi risultati e mi fa vivere alla grande!

Borse ancora in calo per i timori del virus. Record storici per i titoli di Stato, sale lo spread italiano

Milano segna un passivo del 2,3% nelle prime battute, in linea con le altre: Londra cede l’1,5%, Francoforte arretra dell’1,8% come Parigi. A Piazza Affari gli occhi si puntano su Poste Italiane, che ha alzato le stime per il 2020 nonostante l’epidemia, e i conti di EssilorLuxottica.

Il titolo di Stato trentennale americano ha visto il suo rendimento scivolare per la prima volta sotto l’1,5%, il decennale sotto lo 0,9%, mentre quello cinese è a livelli che mancavano dal 2002. Con i titoli più sicuri che vedono scendere i rendimenti, sale lo spread tra il Btp decennale e l’omologo Bund tedesco che si muove in netto rialzo sopra 185 punti sugli schermi Bloomberg, dopo aver chiuso ieri una decina di punti sotto. Il rendimento del decennale avanza all’1,15%. Proprio ieri il governo ha approvato il piano che prevede maggior deficit per 6,3 miliardi e misure che verranno messe in pista per contrastare il contraccolpo economico del Covid-19 da oltre 7 miliardi.

Intanto si annuncia un’altra giornata di tregenda sul fronte azionario, dopo il rosso del 3,58% del Dow Jones a Wall Street, ieri sera. “Il focus è tutto concentrato sulla diffusione del coronavirus fuori dalla Cina e non vedremo un assestamento dei mercati finché non sarà raggiunto il picco dell’epidemia”, riconosce Susan Buckley, strategist di QIC Ltd. che ha in portafoglio oltre 50 miliardi di dollari, a colloquio con la televisione di Bloomberg. Poi l’ammissione: “Durerà più di quello che la maggior parte di noi si aspettava”.

Le Borse asiatiche hanno accusato pesanti ribassi: Tokyo è scesa ai minimi da 6 mesi dopo l’ennesima correzione che ha fatto perdere al Nikkei il 2,72% a quota 20.749,75, con una flessione di 579 punti. Sul mercato valutario lo yen – considerato un bene rifugio – riprende la manovra di apprezzamento sul dollaro a 105,80, e sull’euro poco sotto a un valore di 119. Perdita del 2,16% anche per Hong Kong, mentre la Piazza di Shanghai si attesta sul -1,2 per cento. La Banca centrale del Giappone (Boj) – dicono i media locali – ha allo studio nuove misure di sostegno per i settori economici maggiormente colpiti dall’espansione dell’epidemia. I consumi delle famiglie giapponesi intanto sono emersi calo per il quarto mese consecutivo dopo l’aumento dell’Iva decisa dal governo di Tokyo lo scorso ottobre: a gennaio – quando ancora il caos della malattia non era deflagrato – le spese dei nuclei familiari composti da almeno due persone sono calate del 3,9%.

Sempre tra i dati macro si segnala che gli ordini all’industria in Germania salgono del 5,5% mensile a gennaio dopo il -2,1% di dicembre e contro un atteso +1,4%.

Tra le materie prime, infine, la corsa ai beni rifugio continua a premiare l’oro che si appresta a chiudere la migliore settimana dall’ottobre 2020. Lo spot gold avanza dello 0,1% a 1.671 dollari l’ondia, dopo avere guadagnato questa settimana oltre il 5%. Il prezzo del petrolio apre in calo dopo l’intesa per un taglio alla produzione da 1,5 milioni di barili al giorno tra i paesi Opec. Oggi è previsto l’incontro con gli altri produttori tra cui la Russia. L’accordo non è scontato e sui mercati asiatici i future sul Light crude Wti cede di 33 cent a 45,57 dollari e quelli sul Brent arretrano di 39 cent a 49,60 dollari al barile.

Lo Yen cade su tutta la linea, nuovi record di dollaro e euro

Lo yen è stato più debole durante la sessione asiatica di oggi, con la registrazione di nuovi minimi storici da 5 anni sia contro l’euro che contro il dollaro. Proprio la valuta americana è salita dello 0,26 % a ¥ 103,63 dopo essere stata scambiata ai prezzi di 103.90, nuovo massimo di 5 anni. Il massimo precedente era stato segnato a maggio di 103.72. Il dollaro è stato aiutato da dei dati, più forti del previsto, sulle vendite al dettaglio di novembre, pubblicate il giorno precedente. I forti dati di vendita al dettaglio, a loro volta, hanno migliorato la probabilità che la Federal Reserve inizierà a diminuire il suo QE nel corso della riunione della prossima settimana.

Euro al rialzo contro lo yen

L’euro è salito contro lo yen, in aumento dello 0,27% e scambiato a 142,53. La nostra valuta è stata scambiata a 142.80, massimo della precedente sessione. L’euro è stato poco scambiato rispetto al dollaro, a 1,3751, andando a guadagnare terreno contro la valuta americana dopo la pubblicazione dei dati relativi alla produzione industriale, molto più deboli del previsto, della zona euro.

Lo yen debole aiuta il Nikkei

La debolezza dello yen ha aiutato l’indice azionario Nikkei ad avere dei forti guadagni, anche se altri mercati azionari di tutto il mondo si sono mossi così cos’ a causa della possibilità di assottigliamento da parte della Fed.

Dollaro australiano sotto 0,90

Il dollaro australiano è rimasto sotto l’importante livello di 0,90 contro il dollaro, scambiato a 0,8931. Il governatore della Reserve Bank of Australia ha ribadito che la banca dovrebbe vedere un movimento del dollaro australiano ancora a livelli inferiori, in modo per il settore del commercio estero possa permettere all’economia di svilupparsi in maniera concreta. Egli ha anche detto che un prezzo di 85 centesimi è un obiettivo più ragionevole rispetto a 95 centesimi rispetto al dollaro USA, cosa che dovrebbe far scendere l’AUD.

Autore: XM Daily Market Analysis

XM è conosciuto per dare accesso al mercato ed esecuzione ai servizi su più di 100 strumenti finanziari, compresi forex, metalli, energie, materie prime e indici azionari. È possibile accedere ai servizi attraverso piattaforme sia online, compresi MetaTrader e Web Trader, che per dispositivi portatili così da poter fare trading ovunque, 24 ore al giorno, cinque giorni a settimana. In un mercato finanziario nonstop in cui i cambiamenti avvengono in pratica ogni secondo, le opportunità sorgono alla stessa velocità. Indipendentemente dallo stile di trading adottato, XM ti offre gli strumenti necessari per portare il tuo modo di fare trading al prossimo livello, e approfittare appieno del mercato Forex. Tutto ciò con l’assicurazione di fare trading con professionisti del mercato dedicati ad offrire prezzi giusti e trasparenti e un’esecuzione di qualità. XM è un regolare broker autorizzato presso la Consob con numero 3046 e adotta le misure di protezione dell’investitore descritte dalla Markets of Financial Instruments Directive (MiFID). Vedi tutti gli articoli di XM Daily Market Analysis

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: