La leva finanziaria nel trading – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

La leva finanziaria nel trading

Bisogna imparare a conoscere i termini che comunemente vengono usati nel trading online e che agevolano gli investimenti nel mercato finanziario: uno di questi è la leva finanziaria, ed il cosiddetto effetto leva, che permette di investire sui mercati con meno danaro di quello che in realtà il mercato richiede normalmente. Per usare un termine povero, la leva finanziaria è una sorta di “lente di ingrandimento” che permette di fare trading sugli asset classici come le valute, azioni, materie prime ed altro, con meno danaro di quanto richiesto nella borsa: il capitale usato per speculare sarà assai minore.

L’effetto leva permette di comperare, oppure vendere, degli strumenti finanziari con un controvalore superiore a quello che abbiano sul nostro conto di trading. Si possono ricavare, con questo sistema, guadagni percentualmente più alti rispetto al capitale che si ha sul conto. Attenzione, però, non è tutto oro quello che luccica: il rovescio della medaglia è che esiste anche il rischio opposto, cioè quello di poter perdere percentualmente di più.

Per esemplificare si potrebbe dire che il cosiddetto effetto leva va da 1:10 fino a 1:400 e la proporzione varia a seconda dello strumento utilizzato per tradare e da broker a broker. Già questa proporzione matematica mostra che si sarà in grado di impegnare 1 del proprio “gruzzolo” ed investire 10 sul mercato e sino a 400.

La leva finanziaria è stata la chiave del successo del trading online. Quando si facevano i classici acquisti e vendite in banca, o sul mercato finanziario, tramite gli istituti bancari la leva finanziaria non era disponibile. Bisognava avere sul conto titoli esattamente la somma che poteva servire per acquistare la quantità di azioni che si desiderava. Successivamente, sono arrivati i contratti per differenza che hanno cambiato il modo di fare trading, dato che con questi strumenti non si deve più possedere il titolo, ma si può fare speculazione pura tramite un contratto, proprio come se si possedesse quella azione.

Ed ecco che subentra il concetto di leva finanziaria che permette di speculare sull’azione desiderata impegnando molto meno danaro: è il risultato del rapporto matematico tra l’ammontare delle posizioni aperte ed il capitale che si sta investendo. Con questa modalità i traders possono raggiungere rendimenti più alti rispetto ad un investimento classico che deriverebbe da un investimento diretto dell’asset sottostante: termine puramente tecnico del trading che individua il bene con il quale si fa trading.

Ma come funziona la leva finanziaria nel trading? Se si volessero investire 10 euro su di un’azione che vale a mercato 100 euro, significherebbe che il brokers sta prestando del danaro, cioè 90 euro, che servirebbero per acquistare il valore dell’azione nella sua totalità. Ma ora cerchiamo di valutare una operazione concreta con una leva finanziaria 1:100, cioè si investe 10 euro “del patrimonio individuale” per acquistare un bene che vale invece 1000 euro. Se questa operazione si chiudesse positivamente ed il rendimento fosse del 20% si otterrebbe n profitto di 1200 euro: il guadagno netto sarebbe di 100 – 900 = 300.

La guida definitiva alla leva finanziaria

In questa guida scopriremo il significato, il funzionamento e le modalità di calcolo della leva finanziaria, ed andremo ad analizzare i vantaggi e i rischi di questo strumento fondamentale per chi fa trading.

Che cos’è la leva finanziaria?

La leva è uno strumento che vi permette di aumentare l’esposizione su un mercato finanziario a fronte di un investimento relativamente modesto di capitale. È senz’altro una delle caratteristiche più importanti del trading con i CFD.

Quando investite in un prodotto a leva, il broker vi chiederà di versare solo una piccola parte del valore totale della posizione. La parte restante del capitale sarà messa a disposizione dal broker.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il vostro profitto o la vostra perdita sarà basato però sull’intera esposizione. Per cui la somma che guadagnate o perdete potrebbe sembrare molto elevata rispetto al capitale effettivamente investito. Potrebbe addirittura superare il vostro esborso iniziale.

L’esborso iniziale è definito margine o requisito di deposito. Il vostro provider lo richiederà per coprire, in tutto o in parte, le perdite in cui potreste potenzialmente incorrere. Il margine è solitamente una piccola parte dell’intera esposizione e il suo valore dipende da vari fattori: un mercato più liquido e meno volatile richiede un margine inferiore (es. 5%) rispetto a un mercato volatile e meno liquido.

Alcuni prodotti richiedono margini fissi per singolo contratto, mentre in altri casi il margine è calcolato in percentuale sul valore della posizione.

Come funziona la leva finanziaria?

Partiamo da un esempio che chiarisce i dubbi. Se un determinato mercato richiede un margine del 10% significa che investendo soli 100 euro potete ottenere un’esposizione su un investimento da 1000 euro. La leva è quindi pari a 10 volte il valore o, come si dice in gergo tecnico, la leva è 10:1.

Supponiamo che vogliate acquistare 1000 azioni della ABC Spa. Se il prezzo corrente è di 1 euro, l’operazione vi costerebbe 1000 euro. Se il prezzo sale di 20 centesimi per azione, potete chiudere la vostra posizione a 1200 euro, ovvero 1000 azioni x 1,20 euro, e realizzare così un profitto di 200 euro (ossia il 20%).

Tuttavia, alcuni broker vi offrono l’opportunità di acquistare le azioni di XYZ Spa. usando la leva finanziaria, versando semplicemente un margine (ossia una percentuale dell’intera somma di 1000 euro) in cambio di un’esposizione totale.

Poniamo il caso che il requisito di margine iniziale sia 10%. Pagherete 10% x 1 euro x 1000 azioni = 100 euro. E se il prezzo dell’azione dovesse salire da 1 euro a 1,20 euro realizzereste lo stesso profitto (200 euro) di una transazione senza leva.

Avete realizzato lo stesso profitto in entrambi i casi, ma usando la leva avete dovuto sborsare solo un deposito di 100 euro anziché l’intera somma di 1000 euro. Il vostro rendimento è stato del 100%, di gran lunga superiore al 20% che avreste realizzato acquistando direttamente i titoli.

Sebben la leva sia un ottimo strumento finanziario, è comunque opportuno ricordare sempre questa amplifica non solo i profitti potenziali ma anche le perdite, che talvolta possono persino superare il deposito iniziale nel caso in cui il mercato si muova nettamente a vostro sfavore.

Quali sono i vantaggi della leva finanziaria?

Il vantaggio principale della leva è che vi consente di mantenere più liquidità in portafoglio, dato che dovete vincolare solo una piccola parte del capitale. Inoltre potete sfruttare al meglio il vostro capitale e forse investire in una serie di beni diversi anziché limitarvi a uno o due soltanto, diversificando il vostro portafoglio. Occorre tuttavia ricordare che operando a leva rinunciate a tutti i vantaggi derivanti dall’effettivo possesso di azioni. È altresì essenziale ricordare che vi potrebbe essere richiesto di versare un margine addizionale per coprire le perdite, qualora il mercato si dovesse muovere in direzione a voi sfavorevole.

Chi utilizza i prodotti a leva?

Gli investitori e i trader utilizzano la leva per amplificare la loro esposizione ai vari mercati. Questo consente loro di mantenere più liquidità in portafoglio da dedicare ad altri investimenti, diversificando meglio il capitale rispetto a quanto avrebbero potuto fare acquistando fisicamente i beni. È possibile utilizzare la leva sulla maggior parte dei mercati, come le azioni, il forex, le materie prime, gli indici, i bond, gli ETP e altro ancora.

Anche le aziende utilizzano le leve per investire in beni dai quali ricavare un rendimento relativamente elevato. Una strategia aziendale molto diffusa consiste nell’usare il debito per finanziare le attività. Questo perché le aziende ritengono di poter ricavare da questi investimenti una somma superiore al costo degli interessi che devono pagare sul loro debito.

L’effetto della leva finanziaria: vantaggi e rischi

Dovete sempre considerare che la leva amplifica la portata sia dei guadagni che delle perdite. Sebbene abbiate buone possibilità di realizzare profitti considerevoli, le vostre perdite potenziali non sono limitate al deposito iniziale. La perdita massima, espressa come percentuale sull’investimento, è superiore quando operate in leva. Occorre però osservare che il massimo rischio, ossia la cifra più alta che potreste perdere, è uguale sia che acquistiate gli asset per il loro intero valore sia che versiate solo un margine.

È quindi importante che voi pensiate in termini di valore totale della posizione e non solo al margine che avete anticipato. Non dovreste pertanto effettuare un investimento con leva senza essere pronti a coprire interamente eventuali perdite.

Calcolo della leva: alcuni esempi pratici

Ipotizziamo che il titolo Fiat Chrysler Auto (FCA) quoti 14 euro. Decidete di acquistare 1000 azioni a questo prezzo.

Se acquistate l’intero valore dei titoli, pagherete 14000 euro. La massima perdita possibile, quindi, nel caso in cui il prezzo della azioni BP scenda a zero, è di 14000 euro. Espressa in percentuale, la perdita ammonta al 100%: il vostro intero investimento.

Grazie alla leva, potete esporvi allo stesso numero di titoli FCA versando solo una piccola parte dell’intero prezzo di acquisto. Per titoli importanti quali FCA, il margine richiesto è soltanto del 5%.
Questo significa che dovete versate 5% x 14 x 1000 azioni = 700 euro per la stessa esposizione ottenuta acquistando fisicamente i titoli. Se il prezzo di FCA scende a zero, perderete 14000.

La leva finanziaria nel trading: i prodotti a leva

Gli investitori e le aziende hanno a disposizione un’ampia gamma di prodotti a leva, che coprono pressoché tutti i mercati. Innumerevoli sono anche le modalità di negoziazione di questi prodotti. Gli strumenti che sfruttano una leva sono i future, i prodotti forex, gli ETF e i CFD o Contract for Difference. Il CFD è un contratto che consente di scambiare la differenza di valore di un bene tra il momento in cui il contratto viene aperto e quello in cui viene chiuso.

Tra i prodotti di ultima generazione vanno annoverate le barrier. Queste opzioni sono caratterizzate da un livello di chiusura, detto di knock-out o ‘barriera’, che se raggiunto chiude automaticamente la posizione aperta. Esistono due tipologie di barrier option: Call e Put, che permettono di andare long e short sul sottostante selezionato. Il knock-out può essere scelto dall’acquirente e rappresenta una sorta di stop loss garantito, il cui premio viene pagato solo se il prezzo raggiunge il livello di knock-out. Più lontano è il livello di knock-out dal sottostante più è bassa la leva e viceversa. La leva massima per questo prodotto è pari a 1:100. Il premio totale pagato per aprire una posizione su questi prodotti rappresenta anche la perdita massima, dato che sono prodotti a rischio limitato.

Con le barrier e vanilla options puoi fare trading su forex, indici e materie prime, investendo su mercati al ribasso e al rialzo e ottenendo una maggiore flessibilitá e controllo sulla leva finanziaria. Scopri le possibilitá a disposizione per limitare il rischio e tutti i vantaggi del trading con le barrier & vanilla options.

In alternativa puoi decidere di operare con i turbo24, ovvero titoli fisici trasferibili quotati presso una sede di negoziazione, Spectrum. Questo prodotto derivato è molto simile alle barrier in quanto prevede un livello di knock-out. Il prezzo di un turbo24 è derivato dal valore dell’asset finanziario sottostante. Per prima cosa è necessario scegliere il livello di chiusura, detto livello di knock-out, tra una serie di alternative disponibili. Infatti, impostare il livello di knock-out significa determinare il prezzo di acquisto del turbo24 e l’entità della leva. Il raggiungimento del livello di knock-out, come per le barrier, comporta la chiusura immediata della posizione.

Puoi fare trading con i turbo24 su una selezione di indici, coppie forex e materie prime gestendo la leva e il rischio. I turbo24 sono disponibili 24 ore al giorno, cinque giorni la settimana. Scopri tutti i vantaggi e le peculiarità del trading con i turbo24.

Leva finanziaria nel Trading: cos’è e come usarla

Indice dei contenuti:

Molto spesso si sente parlare dell’utilizzo della leva finanziaria, ma a volte non si comprende fino in fondo di cosa si stia parlando compiutamente, e questo può portare a grosse perdite di capitale.

La leva finanziaria è uno strumento che attraverso il ricorso all’indebitamento, permette di generare profitti. Lo strumento della leva finanziaria è utilizzato sia in economia aziendale che nel campo della finanza con l’effetto di moltiplicatore.

Indipendentemente dall’area di utilizzo il principio resta lo stesso, chiedere denaro in prestito per cercare di trasformarlo in profitto.

Come funziona la leva finanziaria

Quando desideri affrontare un investimento importante ma le risorse del tuo capitale sono inferiori a quanto ti servirebbe, ti puoi affidare alla leva finanziaria.
Se si sceglie di utilizzare la leva, la premessa deve essere che l’investimento frutti un rendimento superiore al tasso d’interesse richiesto dal creditore per accordare il finanziamento.

Facciamo un esempio chiarificatore:

Si desidera effettuare un investimento per cui si stima un profitto del 20% ed il capitale a propria disposizione ammonta a 1.000 euro.
Si potrebbe decidere di effettuare l’investimento con il capitale proprio ed avere un profitto di 200 euro alla scadenza. L’operazione non richiederebbe ulteriori impegni.

Poniamo però che il soggetto investitore voglia moltiplicare i propri guadagni e chieda un finanziamento di 10.000 euro per effettuare l’investimento.

Al termine dell’operazione il rendimento dell’investimento salirebbe a 2.000 euro, al quale bisognerà sottrarre l’interesse da pagare al creditore, ma certamente il nostro investitore avrà moltiplicato il proprio profitto rispetto all’investimento fatto utilizzando esclusivamente il capitale proprio.

L’utilizzo della leva finanziaria è tipica dei prodotti finanziari, il suo funzionamento presenta sia vantaggi che svantaggi, ed è importante conoscerli attentamente prima di utilizzarla

I vantaggi della leva

I vantaggi della leva finanziaria sono diversi, il primo ed immediatamente visibile è la capacità di moltiplicare il proprio guadagno, per cui, se utilizzata per operazioni a basso rischio, può diventare un valido strumento per generare profitto.

Un altro vantaggio è quello per cui non si impegna tutto il capitale a propria disposizione, il che permette da una parte di mantenere liquidità immediatamente disponibile, inoltre come diretta conseguenza di quest’ultimo punto, permette la diversificazione del portafoglio titoli in proprio possesso.

I rischi/svantaggi della leva in campo finanziario

Lo strumento della leva finanziaria può però avere effetti di moltiplicatore negativo.

Poniamo il caso precedentemente esaminato in cui si investono 10.000 euro avuti in prestito, poniamo che anziché rendere il 20%, l’investimento maturi una perdita del 10%.

L’investitore si troverà con in mano soltanto 9.000 euro mentre dovrà restituire al creditore 10.000 euro più gli interessi maturati. Quindi se consideriamo che il capitale iniziale era di 1.000 € questa operazione ha portato alla bancarotta in modo molto veloce.

In un caso del genere la leva ha di fatto moltiplicato la perdita.

Appare pertanto essenziale utilizzare la leva in modo tale da garantirsi che il proprio portafoglio sia sempre in attivo, effettuando operazioni poco rischiose e diversificando gli investimenti.

L’utilizzo della leva nel trading on-line

Le leve vengono messe a disposizione direttamente dai Broker che operano on line per attrarre possibili investitori che con le loro risorse non potrebbero mai accedere a più investimenti contemporaneamente.

Vediamo un esempio di utilizzo della leva finanziaria nel Trading Online

Supponiamo che vogliate comprare le azioni di un determinato titolo e che vogliate acquistarne per il valore di 10.000 euro, ma che non disponiate di questo capitale.
Tramite i principali Broker online è possibile utilizzare la leva finanziaria per acquistare solo una piccola parte (della Margine iniziale o deposito).
Questo margine è definito in base alla tipologia di asset, ad esempio per le azioni parte dal 5% del valore totale dell’operazione, per gli indici è variabile in base al singolo indice, mentre per il Forex parte dallo 0,25%.

Facciamo un esempio “nostrano”, e supponiamo di voler comperare 2000 azioni della Fiat Chrysler Automobiles (FCA), al prezzo di 5,70, per un totale di 11,400 €
Essendo un titolo azionario, l’effetto leva vi permetterà di depositare solamente il margine del 5%, quindi ci basterà depositare 570 € per poter eseguire l’acquisto.

Importante: attenzione però che i guadagni e le perdite sono calcolati sul valore di 11.400 €, quindi l’effetto leva non vi salva dall’essere esposti per il valore totale.

Importante: se la perdita raggiunge il margine iniziale (o deposito), il broker potrebbe chiudere automaticamente la posizione per garanzia di non avere uno scoperto, informatevi sulle condizioni offerte dal singolo broker.

A quanto corrispondono le diverse leve?

Queste sono le principali leve finanziarie che troverete online:

Ad esempio con la leva del 5% pari a 1:20 per ogni euro che abbiamo effettivamente depositato come margine, corrispondono 20 euro reali investiti.

Quindi nel caso precedente, in cui vogliamo acquistare 2000 azioni FCA a 5,70 euro ad azione, il calcolo di quando denaro dobbiamo avere a disposizione e dato dalla formula:

Denaro necessario = Prezzo corrente azione * numero di azioni che vogliamo acquistare * Margine in % della leva

Denaro necessario = 5,70 € * 2000 azioni * 5% = 570 €

Ora avete tutte le informazioni per fare i calcoli corretti!

Conclusioni

La leva finanziaria è uno strumento indispensabile per chi opera nei mercati e nel trading on-line.

Tuttavia è altrettanto giusto utilizzarla in modo corretto e con le dovute garanzie, evitando il rischio di abusarne (Over leverage), perché il fattore moltiplicativo può anche trasformarsi in un disastroso valore negativo se il trade fosse perdente.

L’importante è seguire poche regole:

  • non investire su operazioni ad alto rischio utilizzando la leva
  • avere un rapporto tra capitale proprio e leva utilizzata sempre sostenibile
  • utilizzare sempre un sistema di money management che permetta di limitare le perdite
  • impostare i valori di stop loss prima di operare

Tanto per fare qualche esempio basti pensare che un veterano della finanza mondiale come Warren Buffet ha basato molte delle sue fortune finanziarie grazie ad un sapiente utilizzo della leva finanziaria.

In sostanza bisogna ricordare che la leva è una grande risorsa a disposizione nel trading, l’importante è saperla utilizzare in modo corretto.

Pronto per iniziare a fare Trading Online? Ecco un conto demo per partire in sicurezza

Il tuo capitale è a rischio, ricorda di consultare termini e condizioni dell’offerta

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: