Forex, i mercati molto volatili a seguito del rapporto Bce

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Categoria: Andamento dei mercati – Guida forex

Scopri tutte le notizie sull’andamento dei principali mercati. I consigli in tempo reale per le vostre strategie Forex.

Le fasi conclusive del piano di trading

Fase 4 – Condurre una parallela e inversa

Per fare un esempio, se si esamina i passaggi da1 a 3, tutte le coppie JPY sono in downtrends, allora il JPY rafforzerà tutta la linea e farà del suo meglio per pianificare in quella direzione. Questa è una semplice logica a disposizione di chiunque, ma ignorata da quasi tutti i commercianti di forex. Allo stesso modo, se si esaminano tutte le coppie JPY e nessuno di loro è in trend, saranno tutte oscillanti nelle gamme strette e mosse, si può solo scegliere di non commerciare qualsiasi coppia nel gruppo JPY e guardare in altri singoli gruppi la coppia di valute per potenziali operazioni. Ad esempio si potrebbe spostare sulle coppie GBP e cercare nuove opportunità. Dopo aver determinato cosa sta succedendo con le più grandi strutture di tempo nel gruppo JPY, quindi se il commercio ha un senso è possibile guardare i tempi minori e i numeri di supporto intraday e resistenza per stimare i vostri allarmi di prezzo.

Fase 5 – Settare Prezzo Allarmi

Come dovrete rivedere i grandi tempi dai passi 1-3 si dovrebbe anche tenere sotto controllo le aree di supporto e resistenza sui grandi tempi. Se tutte le coppie JPY sono in downtrends è ora possibile controllare i time frame più piccoli per il supporto intraday e resistenza, impostando allarmi di prezzo sulle varie coppie di JPY (allarmi di sostegno in questo caso, dal momento che sono tutti in downtrends ) per assistere alla preparazione dei vostri piani di trading di vendita.

Fase 6 – Controllare le Novità in Calendario

Le notizie possono far muovere le coppie di valute con la tendenza o contro di essa a breve termine. 80-90% delle entrate commerciali sono solide e sostenibili se verificate dopo l’inizio della sessione di Londra e attraverso la sessione USD a causa della grande volatilità e la partecipazione al mercato. Le notizie volatili che sono in programma per la prossima sessione di negoziazione principale potrebbero influenzare il movimento del mercato e sono facili da controllare da parte del nostro processo di pianificazione. Sapere quando il mercato può muoversi è parte integrante di qualsiasi processo di pianificazione commerciale.

Fase 7 – Stima di Pip potenziale e rapporto rischio – ricompensa

Prima di entrare in un trade bisognerà identificare il breve termine, il sostegno a lungo termine e la resistenza prima di entrare nel commercio. Se si inserisce un ordine di acquisto e la successiva resistenza è a 100 pips di distanza, si inizia con 30 pip per fermare il potenziale di pip a breve termine a 100 pips e il rapporto di remunerazione del rischio è di 100 /30 o 3,3-1 positivo. Se si esegue questa operazione nel processo di pianificazione è possibile prendere una decisione in anticipo se non si vuole nemmeno prendere in considerazione il commercio sulla base del noto rapporto rischio / rendimento. Se un arco di tempo più ampio sta iniziando una nuova coefficienza di remunerazione del rischio tendenza, questo può essere alto con 50:1 positivo. Se il rischio rispetto al rapporto con la ricompensa è inaccettabile, si può decidere di non scambiare la coppia che si stanno prendendo in considerazione su base anteriore in base al potenziale di pip troppo basso.

Quali tecniche di analisi di mercato usare per preparare i piani di trading?

La tecnica di analisi di mercato che useremo si chiama analisi multipla dei time frame. Le diverse analisi temporali dei trend ( MTFA ) è il principale metodo di analisi per sviluppare i piani commerciali scritti, conoscere le tendenze del mercato è essenziale per elaborare un piano. Se non avete letto l’articolo sulle analisi dei time frame può essere meglio fermarsi a questo punto e andare a leggere con attenzione impostando indicatori liberi perché questi sono gli indicatori che useremo per analizzare il mercato del forex e preparare i nostri piani commerciali quotidiani.

MTFA e i livelli di supporto e resistenza

Insieme con MTFA si dovrebbero analizzare i livelli di supporto e di resistenza attraverso tutti i time frame contemporaneamente quando si ispezionano le tendenze ed è infine è necessario analizzare le coppie e i time frame nei gruppi di valuta individuali; per esempio tutte le coppie USD vanno analizzate insieme con la MTFA, quindi tutte le coppie CHF, quindi tutte le coppie GBP, quindi tutte le coppie JPY, ecc., proseguendo attraverso le 8 principali valute. Analizzeremo gli otto gruppi di valute principali, ogni coppia all’interno di un gruppo, poi gruppo per gruppo, nel processo di sviluppo del piano. Lo scopo di analizzare supporto e resistenza allo stesso tempo è che si desidera confrontare i livelli di supporto e di resistenza in tutti i tempi, coppia per coppia. Analizzando le coppie di gruppi come tutte le coppie USD, etc. questo permette di vedere ciò se la valuta individuo è forte o debole in modo da poter più efficacemente elaborare i piani di trading. Analizzare le coppie di valute individuali è chiamata analisi parallela ed inversa. Applicando alla MTFA queste tecniche su gruppi di coppie è come disegnare le informazioni fuori dal mercato per determinare come scrivere piani commerciali basati sulla logica di mercato, non indicatori tecnici che non rappresentano nulla di tutto questo.

Fase 1Leggere le istruzioni

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Se si ottiene fuori pista per un qualsiasi motivo, tornate indietro nella guida e rileggere questo articolo per ricentrare il vostro piano, soprattutto quando si è agli inizi e fino a quando sono costruite le buone abitudini di analisi del mercato giornaliero. Utilizzare disciplina e concentrazione.

Fase 2 – Controllare prima i grandi time frame

Controllare e rivedere le quattro principali scadenze sugli indicatori di tendenza che vi ho fornito in tutte le 28 coppie di valute. Sorprendentemente, dopo aver fatto questo per un po’, comincerà a diventare più facile e si snoderà prendendo solo circa 30 minuti. Se si arriva a questo punto e lo si fa tutti igiorni, sarete già avanti rispetto al 95% dei commercianti forex perché si sta operando con sostanzialmente maggiori informazioni. Ciò non significa che sarete subito uno scrittore di piano di trading di successo, cosa che richiede una certa esperienza, ma significa solo che ora siete in pista e vi state muovendo lungo la strada giusta per essere uno scrittore di un piano coerente.

Le quattro principali strutture di tempo / tendenze per ispezionare e revisionare:

H1 – un’ora al lasso di tempo ( bar)
H4 – quattro ore al lasso di tempo
D1 – un giorno per volta
W1 – una settimana per ogni intervallo di tempo

Lista delle coppie di valute

In alcune situazioni potrebbe essere necessario rivedere anche il lasso di tempo MN (un mese per ogni intervallo di tempo), ma su una base di giorno in giorno la sua non è davvero necessario. Questa è la lista di coppie di valute che si dovrebbe ispezionare sui 4 grandi tiem frame. C’è una certa flessibilità sulle coppie esotiche. È possibile aggiungere ulteriori coppie o sostituire alcune coppie sulle (non USD) coppie esotiche a seconda di quali servizi sono disponibili per voi le coppie sulla propria piattaforma di creazione di grafici dal vostro broker:

USD Pairs – EUR / USD , GBP / USD , NZD / USD , AUD / USD , USD / JPY , USD / CAD , USD / CHF
CHF Pairs – USD / CHF , EUR / CHF , GBP / CHF , CHF / JPY , AUD / CHF , NZD / CHF , CAD / CHF
EUR Pairs – EUR / JPY , EUR / CHF , EUR / CAD , EUR / AUD , EUR / GBP , EUR / USD , EUR / NZD
Coppie JPY – AUD / JPY , NZD / JPY , EUR / JPY , CHF / JPY , GBP / JPY , USD / JPY , CAD / JPY
GBP Pairs – GBP / USD , GBP / CHF , GBP / JPY , EUR / GBP , EUR / CAD , GBP / AUD , GBP / NZD
Coppie CAD – USD / CAD , AUD / CAD , EUR / CAD , CAD / JPY , GBP / CAD , CAD / CHF , NZD / CAD
AUD Pairs – AUD / USD , AUD / CAD , AUD / NZD , AUD / JPY , EUR / AUD , GBP / AUD , EUR / CHF
NZD Pairs – NZD / USD , NZD / JPY , AUD / NZD , EUR / NZD , GBP / NZD . NZD / CHF , NZD / CAD

Bisogna rivedere ogni coppia di valute due volte perché ogni coppia di valute ha due facce. Per esempio, la coppia EUR / USD dovrebbe essere rivisto prima l’ euro e poi di nuovo con il USD, ricordo ogni coppia di valute si compone di due valute individuali. Ricordate che rivedere le quattro principali scadenze / tendenze su queste coppie non prende molto tempo, circa 30 minuti, ci vuole ancora meno tempo se si esaminiamo solo le tendenze H4 e D1. Si potrebbe facilmente fare questo due volte al giorno e allo stesso tempo essere incredibilmente molto più avanti di tutti i commercianti di forex che persistono nel fare scalping su una o due coppie. Per gli operatori a tempo pieno questo è un must assoluto e non ci sono scuse per non fare l’analisi quotidiana dele charts.

Fase 3 – Che cosa cercare sui tempi più grandi

Quando si ispezionano i grandi tempi è necessario osservare le forme complessive delle classifiche con una certa enfasi sui tempi più recenti e determinare quali coppie sono trend o oscillanti, consolidando e ripercorrendo nelle gamme ristrette, i cicli regolari o i movimenti mossi. La tendenza significa che il grafico H4 al minimo o meglio ancora i tempi D1 o W1 è in una tendenza consolidata o in procinto di iniziare uno come le linee verdi e rosse si intersecano. Lasso di tempo H4 sarebbe per commercianti altalena, più grandi tempi sarebbero per di tendenza e di posizione dei commercianti.

Cosa deve contenere un buon piano di trading?

Imparare a scrivere un piano di forex trading necessita di molto lavoro e di impegno per lungo tempo. Ricordate che è necessario disporre di un buon piano di trading, anche se non è obbligatorio. Tuttavia esso ci permetterà di poter entrare in commercio con la consapevolezza di poter generare molti pip e di evitare delle possibili perdite di soldi sul mercato; detto questo è naturale che la lettura di tutti gli articoli della guida all’andamento del mercato ci ha permesso di giungere alla realizzazione del piano di trading con maggiore consapevolezza.

Un piano di trading del forex deve essere semplice e non ambiguo, dovrebbe dare le specifiche della coppia che il trader andrà a commerciare, la direzione per il commercio o la direzione del trend primario e dire se il mercato o la coppia è in trend o oscillante oppure se un obiettivo di prezzo può essere identificato. Il piano di trading dovrebbe avere una sorta di sistema di allarme per la notifica che potrebbe essere il momento in cui è più consono entrare in commercio. Infine si deve dare una serie di condizioni precise alle quali la voce di commercio può essere verificata.

Il percorso del piano

Quali indicatori dovreste usare per svolgere la vostra analisi di mercato?

Swing trading, come scrivere un piano di trading su base tecnica

E’ un metodo di trading che cerca di fare guadagni entro 1-4 giorni. Lo swing trader usa l’analisi tecnica per cercare titoli con lo slancio dei prezzi a breve termine. Questi operatori non sono interessati al valore fondamentale o intrinseco delle scorte, ma piuttosto al loro andamento dei prezzi e dei modelli. L’operatore che vuole approfittare di un titol oche si muove in un breve time frame deve agire rapidamente; pertanto lo swing trading è utilizzato principalmente ” da casa”, in gergo, e di giorno da parte dei trader. I grandi istituti di commercio hanno tagli troppo grandi per muoversi dentro e fuori delle scorte in fretta, invece il singolo trader, invece, può approfittare di questi movimenti a brevi, senza dover competere con i grandi operatori commerciali.

Corretto rapporto di gestione del denaro

Per avere il corretto rapporto di gestione del denaro in qualsiasi voce commercio forex è necessario avere un obiettivo di trading swing o di posizione come vostro stile di trading. L’obiettivo minimo è quello di tenere su il commercio per un forte ciclo di movimento nella principale seduta di negoziazione del mercato o, eventualmente, resistere per giorni o settimane, se le condizioni di mercato e le tendenze sosterranno questo stile. Lo swing trading lavora in un trend di mercato oscillante e di posizione a lungo termine, dove l’andamento negoziazione lavora in un mercato in trend. Entrambi i metodi hanno rapporti di gestione del denaro accettabili. Qui cercheremo di imparare a scrivere i piani commerciali per lo swing trading di posizione, non per lo scalping. Da questo punto in avanti lasciamo lo scalping alle spalle e ignoriamo ciò che sta accadendo con i commercianti del forex.

L’uso dello swing trading

A mio parere il modo corretto di commerciare nel l forex spot è lo swing trading con la posizione a lungo termine o con trading tendenza, il rapporto rischio vi ricompenserà e supporterà chiaramente. Con lo swing per posizione commerciale il rapporto di gestione del denaro inizia intorno alle 3 e va più in alto, +50. Per ogni pip ci si aspetta di fare tra 3-50 pips. Swing trading è meno frenetico rispetto intra-ora o intra-minute giorno di negoziazione, in modo che possa essere un buon modo per i commercianti di lavorare la loro strada nella vita giorno di negoziazione. Nel singolare mondo di day trading, il trader è schiavo ultime notizie di mercato e anche spostando eventi mondiali.

Avvertenze Swing Trading

Come per tutte le forme di commercio di giorno, imparare a far oscillare il commercio può essere rischioso. I commercianti di swing più inesperti (la statistica più comunemente ripetuta è dell’80 per cento) perdono soldi, se il mercato fosse prevedibile nessuno avrebbe perso soldi su transazioni azionarie, ma questo è ciò che accade ogni minuto di ogni giorno. Il market timing è la chiave dello swing trading di successo e ciò richiede una prodezza nell’analisi tecnica, grafici tecnici e dati aggiornati che devono essere rivisti tutti i giorni. I softwaredi swing trading per i technical sono necessari e la maggior parte del software viene fornito con una curva di apprendimento ripida ed è spesso ardua che richiede anni per essere perfezionata.

Scrivere un piano di trading basandosi sulle coppie

Ci sono essenzialmente due approcci per le coppie

1 . Scrivere un piano di trading per una coppia
2 .Valutare l’intero mercato scegliendo le coppie migliori sulla base dell’analisi

Ci concentreremo sul secondo concetto. Molti specialisti ed educatori del forex vi diranno di “concentrarvi su una coppia” perché sanno che la maggior parte dei trader commerciano la EUR / USD. Qualora veniate invogliati da esperti del settore verso questo tipo di approccio cercate di allontanarvene subito perché chi vi dirà questo probabilmente non ha mai eseguito un’analisi di mercato totale e tanto meno ha scritto un piano di trading nella propria vita.

In questo articolo ci concentreremo su un “analisi di mercato globale” scegliendo le migliori coppie, non dolo EUR / USD. Questa coppia non è il forex, ma è solo una coppia di valute in un mercato pieno di opportunità commerciali, sulla base di una corretta pianificazione e valutazione del mercato. Se la coppia EUR / USD è increspata sarà difficile da scambiare, se il GBP / CHF è in un trend solido identificheremo questa opportunità con l’analisi generale del mercato e scriveremo un piano di trading per il GBP / CHF. Forzare i trade in EUR / USD ogni giorno è un suicidio finanziario, soprattutto quando il GBP / CHF è solidamente in trend e lo spostamento è di un centinaio di pips. Ci sono 28 coppie di valute costituite dalle 8 principali valute che possono utilizzare queste tecniche di programmazione.

Analisi completa del mercato

La portata e l’approccio in questo articolo è quello di eseguire una completa analisi del mercato forex e preparare dei piani commerciali per utilizzare la migliore opportunità di trading che il mercato presenta. A volte la migliore opportunità di trading sarà la coppia EUR / USD. Forzare il commercio nella coppia EUR / USD è sbagliato e porta al fallimento, se si commerciano 28 coppie invece di una sola coppia, logicamente, è possibile effettuare molti più pips di negoziazione di una coppia e, anzi, si hanno 28 volte più opportunità. Il trading di una coppia di valute limita completamente il potenziale di rialzo e l’opportunità di profitto del forex. Lo scopo di questo articolo è quello di insegnarvi ad analizzare l’intero mercato e il commercio delle migliori coppie e delle tendenze disponibili sulla base dell’analisi complessiva del mercato, non di insegnare a chiunque di forzare arbitrariamente gli scambi in una singola coppia ripetutamente. In questo articolo e nei successivi andremo ad imparare a scrivere piani commerciali per qualsiasi coppia di valute che comprendono le otto principali valute dei singoli.

Qual è lo stile di trading che potete progettare?

I commercianti del forex hanno tre stili di trading di base: scalping , swing trading e il trading sulla tendenza a lungo termine.

Quasi tutti i commercianti del forex sono scalper. La definizione generale di scalping è quella di entrare generalmente in un commercio forex per meno di 15 minuti fino ad un’ora cercando di fare dai 10 ai 20 pips di profitto, a volte anche meno. Gli scalper si concentrano su una o due coppie. L’intero concetto di condurre una completa analisi di mercato e analisi dei trend seguito da un piano scritto è qualcosa che non hanno mai fatto o nemmeno preso in considerazione.

Lo scalping è un meccanismo di difesa per una mancanza di conoscenza e quasi certamente per mancanza di un piano di trading. Le persone senza piani commerciali e senza sistemi di gestione efficaci commerciano con paura, quando si fa scalping il rapporto di gestione del denaro è negativo e alla fine vi farà perdere il vostro conto di trading. Anche gli scalper ammettono di non avere un grande futuro e si sa che i trader vogliono fare un sacco di pips.

Il rapporto di gestione del denaro di qualsiasi commercio è la quantità di pips ci si aspetta di fare rispetto a ciò che si rischia, i segni attesi rispetto al valore di stop iniziale sono negativi con lo scalping. Per ogni pip a rischio non si sta cercando di fare più di un pip di profitto, i rischi con lo scalping sono elevati e spesso il sistema porta il trader a farlo anche se in realtà non lo vuole fare, ma vanno avanti e lo fanno comunque. Questa è l’avidità che costringe a compravendite nel mercato senza un sistema.

Conclusioni

Gli scalper non sanno quello che stanno facendo ed è per questo che prendono rischi incredibili e non hanno alcun piano di trading o metodologia da verificare. Anche loro sono consapevoli che non possono fare scalping per sempre. Li usura mentalmente mentre i commercianti di posizione lavorano sui loro trade per settimane alla volta, chiunque commercia con successo deve tenere su i trade a lungo, anche lo scalper sa questo, ma alcuni di loro non lo ammettono. Quando commerciate nel forex è necessario lasciare il vostro ego alla porta.

Scrivere un piano di trading per il mercato forex

Pianificare il commercio è il vostro piano. La maggior parte dei commercianti del forex non commerciano con un piano e subiscono perdite. Questo articolo offre una fase specifica per la scrittura di un piano di trading per una coppia di valute o un qualsiasi numero di coppie che si desidera.

Perché dovrei scrivere un piano di trading?

Potete effettuare il commercio con un piano di trading o senza, il 5% dei commercianti forex commerciano con un piano. È possibile salire a bordo di un auto senza soldi, senza gas o senza cartina cercando di guidare da qualche parte per 1000 km, ma non sarà possibile giungere al traguardo. Soprattutto se non si dispone di un piano. Questo è un esempio di come molte cose si possono sbagliare a causa della mancanza di un piano. Il trading può diventare complicato perché il denaro reale coinvolge emozioni sempre più forti, avere un piano di trading è essenziale prima di “tirare il grilletto” in un mercato leveraged e volatile come il forex.

La necessità di un piano di trading

Chiunque intenda intraprendere negoziazioni in un qualsiasi mercato finanziario ha bisogno di un piano di trading, i piani commerciali sono stati utilizzati su tutti i mercati finanziari per molti anni, anche su progetti molto semplici che vengono utilizzati per gestire il ri- bilanciamento delle attività e dei portafogli di fondi comuni di investimento. In qualche modo quando il commercio al dettaglio si è avviato i piani commerciali sono stati lasciati alle spalle e la messa a fuoco non è stata pià su di essi. L’ attenzione si è concentrata soprattutto su indicatori tecnici, i robot del forex e lo scalping con risultati alquanto disastrosi. Se si guardano i primi 1000 siti web di forex dubito seriamente che cinque di questi ssi concentrino su piani commerciali.

Il fallimento senza un piano

Per anni i commercianti hanno fallito il trading sul forex in tutto il mondo e hanno avuto grandi perdite finanziarie come risultato finale. E ciò è terribile. Fare trading senza un piano provoca danni psicologici agli operatori e alle loro speranze facendone perdere definitivamente i propri sogni. Avere un piano di trading può impedire questo ed è il primo passo per tenere il vostro trading sotto un completo controllo. Al di fuori dei broker forex che sono regolamentati, l’industria del forex è un pò in confusione. Utilizzare un piano di trading per la negoziazione non è uno standard del settore, un piano di trading è qualcosa che pochi commercianti di forex o formatori trasmettono ai neofiti e che spesso ne parlano in termini generali vaghi come “è necessario operare con un piano” . Ma poi non offrono specifiche su come scrivere o preparare un vero piano di trading.

Conclusione

Facciamo tutti mettere avere un pò di “sanità mentale”, come si dice, quando operiamo nel settore forex e dobbiamo sempre fare uno sforzo per commerciare con un piano, se si vuole imparare a scrivere il proprio piano o adeguatamente valutare qualche altro con la competenza adeguata. Uscire dalle cattive abitudini perpetuate da altri commercianti del forex che per anni sono stati persi o in cerca di scorciatoie e creare le tue buone abitudini per il forex trading di successo. Ignorare l’industria forex e scrivere un piano di trading giornaliero.

L’analisi Fondamentale può causare la paralisi

Il mercato del forex è il mercato più efficiente del mondo. E’ un mercato intelligente e la maggior parte dei commercianti del forex hanno solo bisogno di seguire le principali tendenze ed utilizzare il costruito nelle efficienze del mercato forex, dove ci sarà un’elevata liquidità a vantaggio del trader. Seguire le notizie più importanti e le tendenze economiche, per impostazione predefinita, sono fattori fondamentali per il trader del forex.

Perdere l’orizzonte

A volte si può perdere facilmente l’orizzonte di questa serie di “teorie fondamentali”, che a volte sembrano troppo lontane generando una “paralisi dell’analisi fondamentale del forex trader”, sempre impantanati nei dettagli dei fondamenti. Non fate questo. Le tendenze a lungo termine sono in atto per un motivo e per essere un commerciante di tendenza è necessario controllare le tendenze dai time frame più grandi, solo così si potrà essere un commerciante del forex fondamentale, per impostazione predefinita. A causa della efficienza del mercato forex tutto è costruito sulle tendenze dei grandi tempi, quando si è un trader di tendenza i fondamentali sono costruiti automaticamente dentro noi stessi.

I dati economici

Se ci si impanta nella zuppa alfabetica dei dati economici come CPI, CCI, il PIL, NFP, PNL, ecc.la vostra testa esploderà e non entrerete mai in commercio. Mantenerlo semplice, conoscere la direzione dei tassi di interesse e la politica di un paese o regione è probabilmente l’80-90% di ciò che è necessario sapere da un punto di vista fondamentale. Tutti questi annunci economici sono assorbiti nella politica dei tassi di interesse e del mercato utilizzando semplici indicatori di tendenza sui grandi tempi.

Se si guardano le strutture e le tendenze di tempo più grandi non potrete mai essere sbagliare, soprattutto senza tutte le informazioni fondamentali del vostro pensiero. Queste tendenze del forex più grandi esistono per un motivo, il mercato del forex è molto efficiente ed è il mercato più liquido del mondo, ecco perché noi commerciamo in questo tipo di mercato. Se non si vedono tutte le grandi tendenze disponibili sul mercato esso potrebbe cominciare ad essere oscillante e questo per noi è bene, faremo rilevare questa condizione di mercato mediante analisi di lasso di tempo aerei.

Analisi Fondamentale di una valuta vs una coppia

Andare ad analizzare i fondamenti di una coppia di valute è impossibile. Analizzare, invece, i fondamenti di una singola valuta è possibile, ma i commercianti del forex hanno completamente sbagliato il tentativo continuo e costante di utilizzare gli indicatori tecnici sulle coppie. Questo comportamento da parte dei trader del forex non è proprio geniale e la più sincera speranza è quella che i commercianti del forex smettano di fare questo. Un giorno i commercianti di forex realizzeranno l’ovvio, ossia che una coppia di valute si componga di due monete distinte e che l’esecuzione di qualsiasi tipo di analisi fondamentale o analisi tecnica deve comprendere l’analisi di ogni singola valuta prima che può essere fatto alcun progresso. Non ci sono fondamenti su EUR / USD a soli fondamentali sulla EUR e USD, separatamente.

Conclusioni

L’analisi fondamentale del forex spot è in realtà di importanza limitata. Basta seguire le tendenze più grandi sul mercato forex e analizzare singole valute e gli elementi fondamentali sono costruiti automaticamente alle tendenze più grandi.

Introduzione alla Analisi Fondamentale – prima parte –

Ci sono due modi fondamentali per analizzare qualsiasi classe di investimenti, l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica. Una classe di investimento sarebbe qualcosa come azioni, obbligazioni , materie prime, forex, fondi comuni, ecc. Ecco un esempio di titolo con fondamentali in miglioramento: l’amministratore delegato di una società pubblica dichiara che l’azienda non redditizia diventerà redditizia, continuando ad aumentare i profitti per i prossimi 3 anni. In tale situazione i fondamentali, i guadagni, stanno migliorando e le azioni potrebbero salire per un lungo periodo; una tendenza a lungo termine si sarebbe sviluppata sulla base dei fondamentali. Nel forex è possibile incorporare l’analisi fondamentale nell’analisi tecnica. L’analisi tecnica nel Forex si avvale di vari metodi, ma qui vedremo le tendenze sulle coppie di valute sui grandi tempi.

Analisi grafici con time frame lunghi

In questo caso l’analisi tecnica è l’analisi dei grafici con time frame multipli di alcuni indicatori di tendenza molto semplici; l’analisi fondamentale del forex utilizza i dati economici o una serie di dati economici per quella determinata valuta. Gli analisti di tendenza usano medie mobili esponenziali che in realtà sono solo un semplice indicatore tecnico applicato a vari intervalli di tempo; si tratta di una piccola quantità di universo di oltre 150 analisi tecniche.

La politica dei tassi di interesse

La politica dei tassi di interesse è il più grande fattore chiave dei prezzi in valuta e in genere è una strategia fondamentale per i commercianti di valuta. Fondamentalmente se un paese o una regione alza i tassi di interesse e ha una forte politica monetaria, la valuta di quel paese si rafforzerà. Anche se un paese o una regione abbassa i tassi di interesse, la valuta individuale potrebbe essere debole. Semplicemente questo è circa l’80-90% di ciò che è necessario sapere per analizzare i fondamenti di una moneta unica.

JPY , CAD , AUD e Correlazioni – Come l’aumento dei prezzi dell’oro influenza le valute

Storicamente l’oro è un paese neutrale alternativo al dollaro statunitense. Quindi, data la relazione inversa tra l’oro e il dollaro USA, i commercianti di valuta possono approfittare della volatilità dei prezzi dell’oro in modi innovativi. Ad esempio, l’Australia è il più grande esportatore mondiale di oro e il Canada è il terzo produttore mondiale; pertanto se si ritiene che il prezzo dell’oro continuerà a salire si potrebbe cercare di stabilire posizioni lunghe in Dollari australiani e canadesi o anche mantenere posizioni lunghe su tali valute nei confronti di altri paesi importanti come la sterlina britannica e lo yen giapponese.

Tradurre l’aumento dei prezzi del petrolio ricavandone opportunità di trading

In fondo gli investitori in titoli azionari USA sanno già che i prezzi del petrolio hanno un elevato impatto negativo sui prezzi delle azioni delle società statunitensi che sono altamente dipendenti dal petrolio, come le compagnie aeree, in quanto il greggio più costoso significa maggiori spese e minori profitti per le imprese. Più o meno allo stesso modo la dipendenza del paese dal petrolio determina come la propria moneta sarà influenzato da un cambiamento dei prezzi del petrolio. La massiccia dipendenza estera degli Stati Uniti dal petrolio rende il dollaro più sensibile ai prezzi del petrolio rispetto ad altri paesi, pertanto qualsiasi forte aumento dei prezzi del petrolio è tipicamente dollaro – negativo.

Se si ritiene che il prezzo del petrolio continuerà ad aumentare per il prossimo periodo, ciò favorirebbe le economie basate sulle materie prime come l’Australia e il Canada o la vendita di altri paesi energia – dipendenti come il Giappone. In senso generale quando il prezzo del petrolio sale il dollaro canadese rafforza per riflesso questo dato che è un esportatore di petrolio.

Il mercato azionario statunitense

In generale quando l’indice S e P 500 è in aumento il JPY è debole. Un paio di anni fa questa correlazione è stata molto chiara, ma al momento della stesura di questo articolo diverge sempre di più. Ma quando l’indice S e P 500 è in aumento e le scorte sono sotto controllo con la Forex Heatmap, di solito il JPY è debole ed è una giornata molto buona per il commercio di queste coppie.

Le prese di profitto per il lungo termine

Se siete un operatore esperto saprete che il vostro obiettivo finale è quello di commerciare sui tempi più grandi, come D1 e W1, cercando solo di cavalcare le grandi tendenze del mercato, quando tali tendenze si presentano. Il trading di breve termine è troppo bello se il mercato non è in trend, ma se si entra in un mercato che si muove in questo modo ci si può restare da alcune settimane fino ad alcuni mesi, andando oltre lo swing trading. Il trading sui maggiori tempi si basa su un mercato che permette di fare questo, se il mercato non è in trend è necessario spostare la vostra presa di profitto al termine delle mosse più brevi. Non è possibile controllare il mercato solo attraverso la propria analisi.

Scalare i lotti con le tendenze

Il concetto generale alla base di questa lezione di presa di profitto è di scalare alcune partite e cavalcare i lotti rimanenti con le tendenze, ma in questo caso le più grandi tendenze potrebbero portarvi in centinaia di pips di profitto. Scalare alcuni lotti e trattenere il resto faciliterà ad imparare a fare questo ed iniziare la prossima fase del vostro trading forex, che è un trading di posizione a lungo termine. Ma anche i commercianti con posizione a lungo termine hanno bisogno di competenze sulla presa di profitto. Essere sopra di 300, 500 e 800 pips su un commercio a lungo termine concede una serie completamente diversa di emozioni perché si può arrivare a 500 pips un giorno e a 350 pips il giorno dopo, ma la tendenza a lungo termine è ancora intatta. Al fine di sperimentare questi alti e bassi è necessario operare con micro lotti, poi lentamente costruirete i vostri lotti a fondo scala. Si tratta di una prova della vostra volontà, ma allo stesso tempo se sono redditizie questo è quello a cui aspiravate in primo luogo.

Quando siete sopra di 500 pips in un trade, se si spostano le fermate verso l’alto o verso il basso si possono ottenere delle fermate fuori con un trading delle tendenze più grandi, ma se siete fino a 500 pips e mantenete una sosta di pareggio potete evitare outs di arresto con le tendenze più grandi e le coppie volatili. Esempio. Se si immette un commercio con 6 mini lotti e volete scambiare una tendenza più ampia è possibile scalare i 3 mini lotti a +100 pips e iniziare a cavalcare il trend, ma lasciare il vostro stop a pareggio. Quando si colpiscono grandi obiettivi di profitto come 500 pips, si può chiudere un altro mini lotto e mantenere due mini lotti in esecuzione con la stessa fermata di pareggio o spostare le fermate molto prudentemente. I traderdi più lungo termine possono prendere profitto e scalare le partite in forte movimento positivo e slancio come l’aumento totali pip in direzione del trend, ma in questo caso si sarebbe lasciare i vostri fermate molto più profondo o in pareggio.

Il rendimento dei lotti

La presa di profitto e il ridimensionamento dei lotti sono dettati da quando si verifica il movimento positivo nella direzione del trend. La maggior parte dei commercianti pensano che l’unico modo per catturare il profitto è dato dall’arresto in movimento, in questo caso le soste rimangono molto più profonde e si scalano le partite in slancio e i profitti nella direzione del trend positivo. Le tendenze più grandi, le fermate più grandi, tutti i trade sono redditizie; in questo modo lasciare i vostri trade in commercio per settimane e mesi vi insegnerà più su di voi e il vostro potenziale come commerciante del forex più di qualsiasi articolo di qualsiasi corso di forex.

Dispositivi mobili

Negli ultimi anni i trader del forex che sono “mobile” stanno utilizzando tablet e smartphone per la negoziazione. Se siete in una posizione vantaggiosa, ma lontano da casa, e volete scalare le partite o prendere qualche profitto utilizzando un dispositivo mobile, bisogna fare delle considerazioni. Il controllo dei prezzi e la redditività corrente può essere fatta rapidamente su questi dispositivi, stessa cosa vale per le decisioni in uscita o gli scaling out dei lotti possono essere compiute anche con questi dispositivi. L’utilizzo di questi dispositivi sono una scelta personale per i commercianti di forex, ma sicuramente una considerazione per verificare le posizioni redditizie e la presa di profitto.

Allarmi di prezzo e ordini di limite parziali per le prese di profitto

In questa lezione parleremo di allarmi di prezzo e di ordine di limite parziale in riferimento alla presa di profitto. Partiamo subito con un esempio concreto. Se vi trovate in un commercio redditizio si dovrebbe sempre sapere dove è possibile trovare la prossima importante area di supporto e di resistenza, è nel caso in cui si volesse prendere qualche profitto vicino a quel punto è possibile impostare allarmi di prezzo in corrispondenza o in prossimità di aree significative di supporto o resistenza per notificare che il commercio sia redditizio. Inoltre si potrebbe essere maturi per qualche presa di profitto o per la scalabilità in orizzontale dei lotti, gli allarmi di prezzo possono anche essere fissati a certi livelli di arbitrary profit come 50 pips o 100 pips per avvisare un operatore di chiudere alcuni lotti e spostare poi l’ordine di arresto di pareggio; questo migliorerà la vostra presa di profitto e il posizionamento di stop.

Ordine di limite parziale

Un ordine con un limite parziale chiude una parte dei vostri lotti con profitto ad un prezzo pre- determinato; si consiglia di utilizzare questi tipi di ordini se il vostro broker li permetterà. Facciamo un esempio concreto. Consideriamo di comprare 6 mini lotti del CHF / JPY a 82.00, per poi si impostare un ordine di limite parziale che vada a chiudere 3 mini lotti a 82.50 (+50 pips di profitto). In questo modo è possibile impostare un allarme di prezzo anche a 82,50 e quando l’allarme colpirà ci avviserà che il momento di chiudere 3 mini lotti è arrivato. Quindi è possibile impostare la vostra fermata al pareggio sugli altri 3 mini lotti, in questo caso si utilizza un ordine di limite parziale e un allarme di prezzo contemporaneamente allo stesso prezzo, in questo caso a 82.50.

Regole per la presa di profitto

Questa sezione di regole per l’uscita e la presa di profitto si concentra sulla scalabilità orizzontale di posizioni redditizie a prezzi diversi. Ad esempio, se si acquistano 6 mini lotti del GBP / USD si può successivamente chiudere 1 mini lotto a +20 pips, 40 pips e 60 pips; quando il terzo mini lotto non si è chiuso per un profitto è possibile impostare la vostra fermata al pareggio per i restanti 3 mini lotti ricercando il profitto; questo è un esempio di come sia possibile scalare i vari livelli di profitto. Ci sono piattaforme di trading e sistemi automatizzati che possono svolgere questa funzione oppure è possibile programmare i successivi ordini di limite parziali su alcune piattaforme di intermediazione. Se si sta operando molto regolarmente bisogna ricordarsi che 1 lotto regolare corrisponde a 100 micro lotti, ci sono alcuni operatori che scalano i micro lotti a 8-10 diversi livelli di profitto prima di impostare la fermata al pareggio sui lotti rimanenti. Questo è insolito, ma i commercianti con cui ho parlato si sono sentiti più a loro agio nel mercato per la presa di profitto in questo modo. Quindi utilizzando i micro lotti si può facilitare l’utilizzo di più punti di prezzo per la presa di profitto anche per i commercianti in scala reale di trading molto regolari.

Tecniche avanzate per i trader veterani

I forex trader veterani dovrebbero considerare questa tecnica avanzata in un mercato in trend e / o su coppie più volatili. A volte i commercianti di forex più “giovani” entrano in un trade di successo alzando sistematicamente le fermate e continuando, però, a rimanere fuori. Quando qualcosa non funziona bisogna provare qualcosa di nuovo.
Questa è una possibile soluzione appunto per i commercianti veterani. Questa tecnica prevede l’esecuzione di stop loss più profondi, ma non vi è alcun rischio di perdita. Esempio: Se si immette un commercio con 6 mini lotti e i segnali di entrata della Forex Heatmap sono buoni, si possono chiudere fuori 3 mini lotti a 40 pips e quindi ripristinare la fermata a -40 pips sui rimanenti 3 mini lotti. Sembra folle all’inizio, ma in questo caso si ha avrà zero rischio di perdita. Questo rischio zero è il compromesso per l’esecuzione di una sosta di 80 pips nel difficile mercato del forex.

Eventuali picchi di volatilità a breve termine e non dovrebbero essere fermati fuori; è poi possibile spostare la vostra fermata al pareggio per i restanti 3 mini lotti in poche ore o nella giornata successiva. I trader si lamentano sempre di essere fermati fuori, successivamente la coppia continuerà in direzione del trend. Questo è perché continuano a muoversi verso l’arresto più vicino e la risposta più ovvia è quella di eseguire arresti profondi, anche se la maggior parte dei trader desistono dal farlo.
Questo è un metodo non – perdita garantito ed è un ottimo modo per evitare di essere fermati fuori. Questa tecnica può essere utilizzata per chi deve lasciare il proprio computer dopo aver spostato la fermata fino al pareggio e scalare fuori un sacco di pips, ma ancora una volta il vostro profitto è a rischio.

Presa di profitto in un commercio Choppy

I commercianti di Forex in generale trovano difficoltà nell’individuare un mercato instabile o semplicemente non sanno come farlo. Inoltre la maggior parte dei trader si concentrano su uno o due paia di coppie in tutta la loro carriera di negoziazione. Non si può imparare a scambiare in un mercato instabile se non è possibile identificarlo, identificare un mercato instabile richiede competenze nell’analisi multipla dei time frame. Ci vuole tempo e fatica per diventare bravi. Per identificare un mercato instabile bisogna fare un drill-down nelle classifiche su un sacco di coppie per gruppo singolo, ma la maggior parte dei commercianti non sono disposti a fare questo.
Quando entrare in un trade verso il trend di mercato, oscillando senza intoppi o velocemente? Sapete questo prima di entrare in commercio? La maggior parte dei commercianti non lo fanno. Basta ricordare che esaminando i grafici a fondo il giorno prima di un commercio questo dirà molto e dopo un buon periodo di tempo la vostra capacità di identificare un mercato instabile diventerà più facile e vi permetterà di perforare le charts. Ricordatevi che siete in controllo completo, se il mercato è instabile è facile rimanere fuori dal mercato o ridurre il numero delle partite commercializzate oltre quello che normalmente commerciate.

Considerazioni sulle coppie durante la presa di profitto

Mettiamo il caso che si disponga di un segnale di entrata solido reso noto dalla Forex Heatmap e di un segnale di acquisto fionda su una coppia particolare senza che essa sia vicina alla resistenza, se si sta operando, ad esempio, con il NZD / USD potrete chiudere la metà dei vostri lotti con + 50 pips. Un segnale simile su una coppia come il GBP / CHF potrebbe generare molto più pips e non potrebbe essere necessario scalare fuori la metà dei vostri lotti fino a 100 o forse 150 pips. La volatilità del GBP / CHF sarebbe molto superiore al NZD / USD in modo da scalare un sacco di pips, cosa che potrebbe non essere una buona strategia di profitto. Si scala dalla metà dei vostri lotti utilizzando la regola del pollice, ma a due diversi livelli di profitto in quanto tutte le coppie non si muovono allo stesso modo. Quindi terrete i restanti lotti con una sosta di pareggio e più tardi potrete ancora rivalutare il mercato.

Incorporare le tendenze del mercato nella presa di profitto

Se si acquista la coppia EUR / JPY, per esempio, e tutte le coppie JPY sono trend al rialzo sul time frame D1, allora è meglio tenere su il vostro commercio EUR / JPY. Perché si dovrebbe uscire?

Molti siti di brokeraggio concedono una serie di indicatori di tendenza liberi che ruberebbero a qualsiasi commerciante del forex meno di 5 minuti per esaminare le coppie JPY e prendere una decisionesuli rimanere in buy con la coppia EUR / JPY o almeno valutare se eventuali rischi esistano veramente. Se ci sono rischi è possibile tornare indietro e utilizzare la regola del pollice per scalare alcuni lotti.

Incorporare il supporto e la resistenza nella presa di profitto

Ci vogliono solo circa 90 giorni per diventare veramente bravi nel leggere il supporto e la resistenza se si guardano le charts quotidiane. Quando si entra in un trade dove non c’è resistenza a breve termine oppure dove non c’è l’aspettativa che credevate, dovrete passare al successivo livello di resistenza. Se comprate il GBP / CHF a 1,5500 ed il successivo livello di resistenza sul grafico H4 è 1,5600, è possibile scalare la metà dei vostri lotti lì usando la regola del pollice e quindi spostare la fermata al pareggio sui lotti rimanenti.

Più tardi, sempre nella giornata, dopo che le coppie sono state tutte consolidate nella sessione asiatica è possibile ottenere una migliore lettura sulle tendenze e “forare2 le tabelle delle coppie di EUR e CHF per vedere se GBP / CHF può continuare più in alto. Se le tendenze sono forti si possono tenere su i lotti rimanenti; controllate la prossima importante resistenza sui grafici D1 e H4 sulle coppie GBP e CHF per stimare il successivo punto di presa di profitto. Ci vogliono 5 – 10 minuti. In un paio di giorni se si “macchia” la prossima importante la resistenza e la coppia che avete comprato si sta avvicinando a questo prezzo o sta andando in stallo nei pressi di questo prezzo, sarebbe saggio scalare i lotti complementari o forse tutti i lotti. Un pò di esperienza e un grafico dei prezzi aiutrebbe di certo.

Incorporare le coppie parallele e Inverse nella presa di profitto

Se avete una buona entrata con il Forex Heatmap è possibile scalare su alcuni lotti utilizzando la regola del pollice quando il commercio diventa redditizio, ma a volte è proprio meglio tenere a tutti i lotti. È possibile iniziare a guardare i tempi più alti sulle coppie di valute nello stesso gruppo di coppia.

Ad esempio, se si vende l’ AUD / CAD e la coppia EUR / CAD e USD / CAD stanno cadendo, non c’è motivo di scalare troppo. Anche se l’ AUD / CAD non ha alcun supporto importante nelle vicinanze e il tempo più grande è in trend su tutte le tre coppie, ancora una volta non c’è una vera ragione per ridimensionare eventuali lotti. In questo caso continuare a controllare tutte e tre le coppie di CAD e, a volte ci farà vedere che le tre le coppie di CAD non avranno alcun sostegno nelle vicinanze e che possono continuare a cadere per giorni e giorni in continua forza CAD. In questo caso non si utilizza la regola e non c’è a breve termine una presa di profitto, tenete quindi tutti i lotti. Verificate che la decisione di tenere sia stata fatta guardando altre coppie questa non è una decisione arbitraria. Usate questa stessa logica su qualsiasi coppia e di gruppo valuta.

Come mantenere un trade redditizio

Questa lezione è una discussione limitata per i commercianti di forex redditizio. Non è una discussione sulla gestione del denaro, questa è strettamente una discussione sulle tecniche della presa di profitto che è solo una parte della discussione generale sulla gestione del denaro relativa al forex trading. C’è un vecchio detto: “Nessuno ha mai rotto prendendo profitti”.

Chi dovrebbe leggere questa lezione

Questa lezione dovrebbe essere esaminata dai trader con esperienza che hanno un sistema di trading redditizio e che hanno successo sulla carta, che conoscono tematiche riguardanti supporto e resistenza, la negoziazione con la tendenza e che entrano in commercio con la Forex Heatmap in modo sempre chiaro. È necessario leggere le tendenze del mercato e dei piani commerciali ogni giorno, stabilire gli allarmi di prezzo. Si deve procedere in modo tale che le domande e le esigenze per la gestione di scambi commerciali volgano a nostro favore; questa lezione si applica a trade che avete già inseriti e sono redditizi.

A questo punto si presume che avete esperienza di almeno 60-90 giorni nella negoziazione utilizzando un sistema affidabile di brokeraggio e utilizzado la Forex Heatmap. Quali tipi di commercianti dovrebbe usare questa lezione? Ormai si dovrebbe aver fatto esperienza con un conto demo e si dovrebbe essere prontoi per iniziare con il trading con denaro reale con 2-4 micro lotti. Le tecniche di presa di profitto che si usano con i micro lotti saranno trasferiti a mini lotti e lotti regolari ad un certo punto. Così si pratica con micro lotti per ottenere il vostro strategie, esperienza e gusto personale nel mix. Questa lezione presenterà un sacco di idee per incorporarle nelle vostre strategie di presa di profitto; se siete vterani di trading con maggiori quantità di lotti applicate con gli stessi principi,tale lezione sarà di alto valore. Una volta che si ha un profitto è necessario ottimizzarlo e seguire alcune regole di base. L’obiettivo generale è un’altalena di trading di posizione e la scalabilità orizzontale molto redditizia per aumentare i profitti, questo il tema generale.

Regola base della tecnica per la presa di profitto in base all’ora del giorno

Se avete qualsiasi coppia di valute che si è spostata fortemente a vostro favore nella sessione principale di negoziazione si può chiudere la metà dei vostri lotti, regolare l’ordine di arresto sui restanti lotti di breakeven e lasciare che i lotti rimanenti cavalchino sulle tendenze più grandi, se sono forti. . Questa è una regola generale per la presa di profitto che può essere applicata a qualsiasi commercio; anche se la “regola di base del pollice” non è troppo specifica si concentra soprattutto sul momento della giornata in cui la maggior parte dei cicli commerciali sono maggiori e il mercato inizia a consolidarsi.

Se si decide di chiudere una parte dei vostri lotti, dopo un forte movimento, è possibile farlo alla fine della sessione in dollari in una finestra di tempo dalle 11:00-12:00 a mezzogiorno EST più o meno; questo è generalmente usato quando le coppie finiscono le loro mosse e iniziano a consolidarsi spostandosi lateralmente. Questa è una filosofia generale o “regola del pollice” e l’obiettivo è quello di scalare la metà dei vostri lotti e per spostare le soste per rompere anche sui lotti rimanenti per poi lasciare la lavorare la tendenza. Questo è in grado di soddisfare il bisogno emotivo di breve termine per la presa di profitto che i nuovi commercianti hanno, pur consentendo di rimanere in tendenza ed avere il potenziale di profitto più alto. Se si continua a entrare e uscire dalla stessa coppia andando nella stessa direzione nel corso di poche settimane avete ignorato le tendenze e uscendo dai vostri commerci ciò vi costerà profitto. Non state operando in modo efficiente lasciando che le tendenze facciano il lavoro; le emozioni vi stanno troppo coinvolgendo.

La regola del pollice

Quando si utilizza la “regola del pollice” si sposta la fermata al pareggio sui lotti rimanenti dopo aver scalato via la metà dei vostri lotti redditizi, quindi se la tendenza continua per diversi giorni o addirittura settimane per i grandi time frame dovete incassare e massimizzare le singole voci. In un mercato instabile e non- trend non è questo il caso. Tuttavia non riuscirete mai ad essere un trader a lungo termine e mantenere le posizioni più a lungo fino a che realmente non lo fate, nessuno può farlo per voi o vi chiederà di farlo.

Il “buon senso” nel money management

Questa è una lista di argomenti sulla gestione del denaro con “buon senso”, ma non correlate a chiudere ordini e prese di profitto. Un sacco di trader del forex credono che gestione del denaro sia solo “dove si posiziona la fermata”, invece la gestione del denaro è per lo più conoscenza.

Conoscenza

La conoscenza è una buona gestione del denaro. Bisogna saper analizzare a fondo il mercato del forex con più analisi temporali dei trend, saper analizzare i livelli di supporto e resistenza, gli obiettivi di prezzo, avere una comprensione dell’analisi parallela inversa. La scrittura e l’esecuzione di piani di trading è il tipo di conoscenza necessaria per avere successo nel trading forex. Se non avete la conoscenza adeguata e si tenta di fare trading con denaro reale si sta solo giocando d’azzardo.

Evitare i trade perdenti

Non entrare in un potenziale trade perdente è una buona gestione del denaro. Comprendere il rischio che possa premiare il rapporto su ogni commercio è una buona gestione del denaro, conoscere la quantità di pips che si potrebbero fare su una qualsiasi ingresso e la qualità della tendenza è una buona gestione del denaro. Sapere se il mercato è in trend, oscillante o instabile è buona gestione del denaro, in un mercato instabile si può scegliere di non scambiare e aspettare le tendenze migliori. Dicendo ” il mercato è mosso” non tagliate, imparate ad analizzare l’intero mercato dimostrando a voi stessi che il mercato è instabile. Ciò vi darà un motivo valido per aspettare fino a domani per una nuova entry.

Trading con EUR/USD

Fare trading con la coppia EUR / USD più e più volte non è buona gestione del denaro, si forzano le compravendite nel mercato quando non ci sono pips. Capire che ogni ora del giorno le coppie di valute si muovono con forza durante la sessione di Londra e degli Stati Uniti è una buona gestione del denaro, potrete trovare le migliori mosse e le voci sostenibili durante questi periodi e potete uscire quando le coppie sono in stallo o scalare alcuni lotti più redditizi. L’arresto di trading con denaro reale dopo aver realizzato che il sistema non funziona è una buona gestione del denaro perché vi rendete conto che si dovrebbe capire sulla carta che il sistema funziona.

Le opzioni valutarie

Capire le opzioni valutarie (put e call) e gli swap (interessi di rollover) è buona gestione del denaro perché è possibile aumentare i profitti e proteggere i profitti che non avete sulle posizioni. La gestione della liquidità nei vostri conti di trading è una buona gestione del denaro; il paper trading è buona gestione del denaro che farà crescere micro lotti di negoziazione. I mini lotti sono una buona gestione del denaro perché si ottiene tatto per la volatilità e la leva del mercato forex. Quando si fa trading con i micro lotti si possono accumulare competenze sulle prese di profitto.

Negoziazione

Una negoziazione sempre nella direzione del trend è buona gestione del denaro. Avere le tendenze dietro di voi consentirà sempre portare a un certo livello di successo e si aggrapparsi vostri commerci molto più a lungo, soprattutto se le tendenze più grandi sono in atto sui grandi tempi. Conoscere il proprio rapporto di remunerazione del rischio e il potenziale di pip di qualsiasi commercio prima di entrare è una buona gestione del denaro. Entrate presto in una tendenza, a metà del trend o tardi? Controllare i timeframe più grandi sarà sempre sapere la risposta a questo genere di domanda.

Regolamento sulla gestione di base del profitto

La “regola del pollice” viene utilizzata per scalare un sacco lotti redditizi sui forti movimenti, la regola di base è quella di chiudere la metà dei vostri lotti redditizi e lasciare che i rimanenti vedano che tendenza prenda la coppia. Invece di acquistare o vendere 2 lotti regolari bisognerebbe acquistare o vendere 200 micro lotti, così si scalerebbero le posizioni più redditizie in ogni piccolo margine di profitto utilizzando proposte con limiti parziali che sono stati preimpostati sulla piattaforma. In altre parole si dovrebbero scalare le porzioni dei micro lotti redditizi quando il commercio viene spostato in avanti nei vari livelli di redditività. +20 Pips, 40 pips, 60 pips, ecc.

L’analisi multipla dei timeframe

Se siete bravi con l’analisi multipla dei timeframe per analizzare il mercato, si dovrebbe avere la capacità anche la capacità di riconoscere quando il mercato è mosso. In un mercato instabile se un trader decide di non commerciare o entra in posizioni molto più piccole prenderà degli obiettivi di profitto più brevi in combinazione con il corretto uso della Forex Heatmap. E’ possibile operare in quasi tutte le condizioni di mercato e fare pips. La regolazione della dimensione della posizione in base alle condizioni di mercato per ridurre il rischio permettere una buona gestione del denaro.

La Forex Heatmap e la gestione del denaro

Riconoscere il valore della Forex Heatmap e fare un uso corretto della sessione di Londra e degli Stati Uniti è una buona gestione del denaro. La maggior parte o tutti i commercianti del forex cercano di indovinare quando entrare in un trade da indicatori tecnici inutili. Incorporando supporto e resistenza nella gestione del denaro, se si acquista una coppia di valute ci vorrà circa un minuto per capire dove ci sarà la prossima grande resistenza. Controllate sempre le scadenze superiori ( H4 e superiori) per la prossima resistenza o supporto; se la coppia che avete comprato si sta avvicinando al punto maggiore di supporto o di resistenza o allo stallo, è saggio uscire da alcuni oppure da tutti i lotti. Un po’ di esperienza e un grafico dei prezzi aiuterebbero di certo.

Analisi temporali e parallela/inversa

Incorporando le analisi temporali e l’analisi parallela e inversa nella gestione del denaro l’orientamento de profitti dovrebbe essere basatao sulla condizione dei timeframe più lunghi su quella coppia o sulla singola coppia. La decisione di tenere su un commercio a lungo termine dovrebbe essere basata sulla condizione del trend e sulle tendenze delle coppie parallele ed inverse. Se si acquista il GBP / USD e le coppie GBP sono tutti in aumento e la coppia EUR / GBP è in calo, le scadenze D1 sono tutte separate. Perché dunque uscire dal trend? E ‘saggio tenere questo commercio basato su ciò che la logica di mercato ci sta dicendo. I movimenti di mercato sono abbastanza grandi in questa situazione e in sé è una buona indicazione per tenere su il commercio per fare più pips e lasciare che il trend faccia il lavoro, non voi. Queste situazioni possono essere facilmente scambiate su conti demo se non si dovessero vedere.

Prese di profitto e money management

Il mercato ogni giorno vi urla che cosa fare. Ora bisogna trovare il tempo di ascoltare, fermarsi ed indovinare. Se avete un commercio attivo su una qualsiasi coppia che si è diretta in modo netto a vostro favore, è possibile decidere che la maggior parte dei propri lotti venga chiusa regolando l’ordine di arresto sui lotti rimanenti e lasciando che essi prendano le tendenze più grandi, soprattutto se sono forti. Se si sceglie di chiudere una parte dei lotti dopo una forte mossa, è possibile farlo alla fine della sessione in dollari durante una finestra di tempo che parte alle 11:00 EST; questo succede generalmente quando le coppie finiscono le loro mosse e iniziano a consolidarsi. La filosofia generale è quella di ottenere gli stop per il breakeven e lasciare che la tendenza faccia il lavoro. Su eventuali forti scambi positivi si possono chiudere la metà dei vostri lotti utilizzando la “regola del pollice” e lasciando cavalcare il resto con la tendenza.

Strategie per soste più profonde

L’esecuzione si ferma più profondamente e prende i profitti. A volte si può essere in grado di entrare in un commercio, ma nel caso in cui si disponesse di un ingresso di successo e si ha la necessità di lasciare il computer: ecco una strategia per l’esecuzione di soste più profonde con nessun rischio. Se si immette uno scambio con 6 mini lotti, per esempio, e la Forex Heatmap convalida l’ iscrizione si possono chiudere fuori 3 mini lotti a 40 pips e quindi ripristinare la fermata a -40 pips sui lotti rimanenti. In questo caso si hanno zero rischi di perdita, ma state rischiando il vostro profitto corrente. Questo ci fa rischiare zero perdite ed è il compromesso per l’esecuzione di una fermata a 80 pips dal mercato. Se si verificano picchi di volatilità non verrete fermati fuori dal mercato. I trader si lamentano sempre di rimanere fuori, la coppia continua con la tendenza e questo è un modo di arresto no-loss/deeper per evitarlo. È possibile spostare la fermata al pareggio più tardi nella giornata o il giorno successivo.

Negoziazione con posizione lunga

È anche possibile eseguire le fermate più profonde con una negoziazione di posizione a più lungo termine utilizzando la gestione del denaro e del profitto tenendo mosse redditizie. Un esempio idealizzato è il seguente, se vendete sei mini lotti di EUR / USD in un trend ribassista di lungo termine a 100 pips potete chiudere due mini lotti , chiudere un altro minilot a +200 pips, chiudere un altro mini lotto a +300, eccetera, eccetera. In tutto questo tempo ci può essere un arresto di pareggio e non essere soggetto ad alcun outs di arresto di volatilità. I commercianti si lamentano sempre quando vengono fermati fuori tutto il tempo, allora la coppia continua nella tendenza utilizzando questo metodo “nessun rischio di perdita”.

Conclusioni

Se è possibile identificare un mercato instabile con le vostre analisi dei timeframe è necessario regolare le tecniche di gestione del denaro per il choppiness e prendere i profitti sui cicli di movimento più brevi. Alcune regole generali per la presa di profitto sono le seguenti. Se si dispone di un mercato instabile stretto si dovrebbe chiudere almeno la metà dei vostri lotti a +50 pips, l’eccezione potrebbe essere la coppia GBP, ma in un mercato in trend si dovrebbe pensare a chiudere la metà dei vostri lotti intorno a +100 +125 pips o 150 pips sulle coppie più volatili. Lasciate che il resto dei vostri lotti girino in un mercato in trend. Questi sono solo le linee guida per illustrare il commercio in choppy contro il trend dei mercati e tutto questo può essere praticato con micro lotti o con account demo.

Spostamento degli Stop verso il Breakeven

Il passo successivo nel processo di gestione del commercio è quello di muovere lo stop verso il breakeven. Ci sono quattro modi per farlo.

Time Method – Dopo aver immesso un trade si può continuare nella direzione del trend dai 30 minuti all’ora, dopo questo lasso di tempo se il commercio si è spostato di 40-50 pips o più oltre il prezzo d’entrata, basta spostare la sosta per andare in pari. Resta a questo punto la voce del commercio che è stato precedentemente convalidato con la Forex Heatmap in modo da avere un certo livello di pips positivi. Se per qualche motivo il trade dovesse andare in stallo a più o meno 10 pips durante questo periodo di tempo, si può uscire e mantenere i propri soldi continuando il commercio un altro giorno.

Utilizzare gli allarmi prezzi – Dopo aver introdotto un commercio è possibile inserire un allarme di prezzo sulla coppia a 40-50 pips di profitto, quando l’allarme si spegnerà sarà possibile spostare il vostro stop verso il breakeven.

Ordini di limite parziale e Allarmi – Dopo aver immesso un trade un altro metodo di gestione commerciale comporterebbe l’utilizzo di allarmi di prezzo in combinazione con ordini limitati. Per esempio, se immette un commercio con 6 mini lotti potete impostare un ordine limite parziale per chiudere 3 mini lotti a 40-50 pips e impostare un allarme di prezzo sopra il limite di prezzo. L’allarme di prezzo servirà come una notifica di esecuzione. Quando la sveglia colpisce è possibile spostare la vostra fermata per rompere anche i rimanenti 3 mini lotti e lasciare che essi girino con la tendenza.

Fermate leggermente più profonde senza rischi – Se la coppia che si acquista si sposta fino a +40 pips e scalare la metà dei vostri lotti redditizi, si può effettivamente impostare la fermata a -40 pips sui lotti rimanenti e si può mantenere una fermata più profonda a 80 pips che porta ad un rischio pari a zero. Si rischia il profitto, ma la perdita sarebbe uguale a zero. La filosofia generale è quella che le vostre soste “rompano” il mercato mentre il trend continua a fare il suo lavoro.

Uscite e presa di profitto

Ora che siete in un trade proficuo dobbiamo rivedere le tecniche di gestione del denaro o del profitto, che non è essendo stato ancora realizzato può ancora essere perduto. A questo punto del processo si è già entrati nel commercio e con i proventi commerciali a vostro favore è necessario prendere o catturare i profitti. C’è una grande differenza tra la gestione del denaro e la gestione del profitto. Se si dispone di un sistema di trading che non funziona, la gestione del denaro non aiuterà affatto perché servirà solo a perdere tutti i vostri soldi più lentamente. Ma se si dispone di un sistema di forex trading che funziona, allora il lato della gestione del profitto dei trade vi aiuterà a raggiungere i vostri obiettivi finanziari. Il presupposto è che utilizzando un sistema di gestione di ingresso e conducendo una quantità ragionevole di commercio su carta e su micro lotti, lo spostamento in commercio con denaro reale diventerà redditizio. Dobbiamo fare questa ipotesi perché se il sistema non funziona tutti i trade su carta diventeranno perdenti.

Cicli di consolidamento nel money management

Una coppia di valute che prima si sta consolidando o fa un movimento laterale per un buon periodo di tempo e poi inizia il movimento, tende a continuare a muoversi. Le coppie di valute che muovono centinaia di pips per giorni e giorni hanno bisogno di consolidarsi e riposarsi, proprio come un corridore ha bisogno di riposare dopo un lungo periodo prima che lui o lei riprenda a correre. Il consolidamento è molto naturale per una coppia di valute. Se una coppia di valute sta uscendo da un buon ciclo di consolidamento ed è in forte tendenza forte o una nuova tendenza sta iniziando, è molto più facile per la coppia iniziare un altro ciclo di tendenza o continuare nella direzione del trend e fornire così un nuovo punto di ingresso. I consolidamenti dei cicli possono essere stabili o instabili e questo può influenzare le tappe iniziali.

Se si conosce la direzione del trend primario di una coppia di valute utilizzando i grandi tempi, allora è possibile controllare le scadenze dei più piccoli (M5 e M15) per cercare di vedere come ogni coppia di valute di interesse si sta consolidando su una base intra -day. Alcune coppie consolidano in modo molto stabile, alcune coppie rimbalzano, ad esmpio, su e giù quando si stanno consolidando. E’ importante imparare a riconoscere i tipi più comuni di consolidamento e di ritracciamento dei cicli che si verificano.

Cosa sapere

Comprendere le caratteristiche della coppia che si desidera commerciare, la direzione del trend primario e come appare il corrente ciclo di consolidamento è buona gestione del denaro e vi preparerà meglio per il prossimo ciclo di ingresso. Ora che si è entrati nel commercio e avete comprato la coppia di interesse è necessario “gestire” la voce. Questo dovrebbe includere:

1 . Posizionamento del vostro ordine di arresto iniziale, 2 . Lo Spostamento del vostro ordine di arresto fino al pareggio e 3 . La chiusura o del ridimensionamento dei vostri lotti redditizi come proventi del commercio in redditività.

Placement arresto iniziale

Dopo aver introdotto un trade nel mercato è possibile è consigliabile usare questi consigli per il posizionamento iniziale degli stop loss, che per le coppie in lento movimento dovrebbero stare in un range di circa 20-25 pips; è sufficiente verificare dove la coppia è stata scambiata e come si è andata a consolidare nelle ultime ore prima che il movimento attuale abbia avuto inizio o sotto alcuni punti di ritracciamento con un grafico a barre convenzionali trovato sulla maggior parte delle piattaforme di brokeraggio. Per coppie di valute più volatili è possibile aggiungere 5-15 pips al vostro arresto iniziale.

È anche possibile guardare i “bassi ” e gli “alti” sugli archi di tempo più piccoli e controllare questi prezzi con un grafico a barre tradizionale nelle ultime poche ore prima dell’inizio del movimento. Gli stop iniziali per gli acquisti dovranno essere posizionati immediatamente sotto i recenti minimi, dato che la coppia si stava consolidando nelle ultime ore di trading prima di iniziare il movimento al rialzo. Le fermate iniziali per vendere devono essere poste immediatamente sopra i recenti massimi, mentre la coppia stava consolidando per le ultime ore di trading prima dell’inizio del movimento al ribasso.

Conclusione

Questi sono ottime linee guida per i nuovi operatori, ma sempre più operatori esperti potranno modificare questi orientamenti sugli arresti iniziali, quando svilupperanno una certa esperienza. Queste sono solo linee guida, ma sono uno starter kit piuttosto solido. L’unico modo per avere successo con queste linee guida è quello di eseguire un certo livello di commercio su carta o di trading con micro lotti, ma questo è compito di ogni singolo operatore. Non vi è alcun sostituto rispetto all’esperienza.

Money Management Versus Profit Management

Se il sistema di trading forex che state utilizzando non funziona correttamente perderete tutti i vostri soldi lentamente e dolorosamente rispetto ad una buona gestione del denaro oppure avrete frustranti perdite continue su compravendite basate su carta o su account demo. Se si dispone di un sistema di forex trading che funziona e si studia il sistema per usarlo correttamente, la gestione del profitto diventa vitale tanto che sarete in grado di catturare maggiori profitti.

Come si determina se un sistema di trading forex funziona ed è redditizio?

Dal commercio su carta (trading demo); sì, il mondo noioso del commercio su carta e il trading demo. Grazie a Dio è noioso perché se no perdere tutti i vostri soldi sarà “troppo” eccitante. Il commercio su carta (trading demo) è una buona tipologia di gestione del denaro. Tutti si impegnano nella negoziazione su carta come parte di una mentalità globale di gestione del denaro. Dopo aver ottenuto un buon livello di commercio su carta con un sistema di forex trading che funziona, allora il passo successivo è quello di iniziare a fare trading con piccole somme di denaro reale utilizzando micro lotti. In questo modo un trader può ottenere “maggior tatto” per il mercato forex con una piccola somma di denaro a rischio e tante emozioni da gestire. Quando un trader fa ciò si può praticare la scalabilità orizzontale dei micro lotti con mosse redditizie per praticare l’acquisizione di profitti e per preparare al meglio se stessi per le maggiori quantità di lotti che si andranno a commerciare. Quando operate con micro lotti e prendete dei profitti scalandoli, si sta praticando la gestione del profitto, che è solo un sottoinsieme del quadro generale della gestione del denaro. Praticare la vostra presa di profitto è una buona gestione del denaro.

Concetti di Money Management di base

Il concetto di base della gestione del denaro è che per ogni pip si rischia di voler fare un numero X di pips. Questo è chiamato rapporto di gestione del denaro. In questo modo se si ha il giusto rapporto di gestione del denaro e il 50 % di precisione nella negoziazione si possono ancora fare un sacco di pips, e, eventualmente, un sacco di soldi. Se si conosce il rapporto di gestione del denaro per un trade particolare, così come il potenziale pip che si può fare, si può decidere se adottare o meno un trade con largo anticipo ed, eventualmente, se “sedersi fuori” dal commercio. Se un commercio dispone di 100 pips di potenziale e si entra nel commercio con una sosta di 30 pip, in via preliminare, allora il rapporto di gestione del denaro è di 100 /30 o 3,3-1 ( positivo). Più alto è il rapporto di gestione del denaro e meglio è.

Anche se il vostro rapporto di gestione del denaro è 2,0-1 positivo e se questo rapporto si ripete il vostro account crescerà, anche al 50% di precisione trading, perché si fanno 200 pips per ogni 100 pips si perde. Utilizzando il sistema di verifica d’iscrizione del commercio, la Forex Heatmap, insieme con il trading in direzione delle tendenze del mercato, il vostro rapporto di gestione del denaro sarà molto più alto, da 2.0 a 1.

Con lo scalping

Il rapporto di gestione del denaro per fare scalping è negativo. Si pensa che sia matematicamente impossibile fare soldi con lo scalping. Ecco un esempio di come fare scalping per 10 pips sia una gestione del denaro negativa:

+10 Pip di profitto è la ricompensa

-30 Pip è la vostra fermata iniziale ed è il rischio

In questo esempio il tipico scalper ha un -3 a 1 di rapporto di gestione del denaro, ricordate che è un negativo rapporto di gestione del denaro. Alcuni scalper commerciano senza sosta oltre il leverage rischiando il loro intero account. Questo è il gioco d’azzardo ad alto rischio. Se commerciate 1 lotto regolare la quantità di rischio è sempre la stessa solo la variabile è la quantità ricompensa potenziale, questo è il motivo per scalping non potrà mai funzionare con la gestione del denaro negativo.

Conclusione

Al contrario se il vostro stile di trading è lo swing trading di posizione, dove il vostro obiettivo è quello di rimanere in commercio per diversi giorni come minimo, il rapporto di gestione del denaro è positivo e varia da circa 2,5 a 1 e fino ad un massimo di + 20 a 1, che è eccezionale. I rapporti di gestione del denaro di circa 5-1 o più grandi avvengono regolarmente sui timeframe e i trends più grandi come i nuovi movimenti sui crossover medi sul periodo di tempo H4 o più grandi. Combinando questo con le principali strutture e le tendenze del mercato forex tempo e usando un sistema di gestione delle entry di commercio si potrà arrivare a migliorare la positività anche del 90%. Questo è il modo corretto per commerciare nel forex con un rischio di perdita trascurabile. Questa è una buona gestione del denaro. Ognuno ha delle perdite e alcune fermate di pareggio, ma basta tenerli sotto controllo attravers un buon rapporto tra vincite e perdite e un corretto rapporto di gestione del denaro. Anche con un tasso di successo del 50% e con un corretto rapporto di gestione del denaro il vostro account crescerà. Conoscere il proprio rapporto di gestione del denaro su ogni commercio potenziale potrà migliorare la produzione di pip ed è una buona gestione del denaro.

Money management

La gestione del denaro è una tecnica strategica impiegata per fare soldi che prevede di cedere al più alto valore fruttifero gli interessi per qualsiasi quantità spesa. L’idea di tecniche di gestione del denaro è stato sviluppato per calmierizzare l’importo che gli individui, le imprese e le istituzioni spendono sugli elementi che non aggiungono valore significativo ai loro standard di vita. La gestione del denaro è utilizzato per gestire la questione di quanto rischio un decisore dovrebbe prendere in situazioni in cui l’incertezza è presente negli investimenti, ovvero quale parte, quale percentuale, della ricchezza del decisore dovrebbe essere messa a rischio, al fine di massimizzare la funzione di utilità del decisore.
La gestione del denaro dà consigli pratici per come commerciare al meglio all’interno del mercato del forex; può aiutare ad ottenere un maggiore controllo sulla spese e sulle entrate, sia in prospettiva personale che aziendale. Una gestione del denaro maggiore può essere raggiunta attraverso la definizione di budget e l’analisi dei costi e dei proventi. La maggior parte dei trader pensano che la gestione del denaro sia della massima importanza, non tutti i commercianti del forex però gestiscono al meglio il denaro, anzi la maggior parte di essi non lo fanno. Pertanto ci sono tre possibili scenari.

Scenario Numero 1

Se il sistema di trading forex che si sta utilizzando non funziona e costantemente vi concede dei pips positivi con un account demo, allora non avete bisogno della gestione del denaro perché non vedrete mai alcun pips positivo sulla carta o non perderete tutti i vostri fondi reali di trading. Quindi in questo caso un trader non ha bisogno della gestione del denaro.

Scenario numero 2

Se il sistema di trading che si sta usando genera pips, ma non state applicando correttamente il sistema come lo avevate progettato, allora non vedrete sempre pips positivi . In questo caso non avete bisogno di gestione del denaro perché non vedrete mai i trade positivi su carta o non perderete tutti i fondi commerciali reali di nuovo fino a quando non avrete imparato ad applicare correttamente il sistema.

Scenario numero 3

Se il sistema forex che si sta usando funziona e si sta utilizzando correttamente il sistema vedrete costantemente pips positivi, quindi avrete sicuramente bisogno di gestione del denaro o in questo caso la gestione di profitto perché dovrete imparare a gestire i profitti e le piccole perdite.

Ci sono un sacco di trader che ritengono importante la gestione del denaro, ma questi stessi commercianti probabilmente lo dicono perché qualcuno ha detto loro di farlo oppure hanno un sistema di forex che non funziona e stanno compensando ciò urlando a tutti sia importante la gestione del denaro. Ma se il vostro sistema di trading forex non funziona o crea pips positivi, allora non avrete bisogno di gestire il denaro.

Conclusione

La morale di questa lezione è molto semplice. Trovate un sistema di forex trading che funziona,prima ancora di pensare alla gestione del denaro. Pochissimi commercianti del forex hanno un sistema di trading che funziona, quindi la maggior parte di loro non hanno bisogno della gestione del denaro. Il sistema forex qui presentato e pienamente visualizzato in questa serie di articoli dovrebbe funziona per rendere pips sulle 28 coppie di valute. Ricordate che avere un sistema di trading Forex che funziona e produce pips è considerato una buona gestione del denaro; è il primo passo nel processo di buona gestione del denaro.

Argomenti di tendenza

Materie prime, EFT e indici

Un mercato fisico o virtuale per acquistare, vendere e scambiare prodotti grezzi o primari. Ai fini degli investitori ci sono attualmente circa 50 principali mercati delle materie prime in tutto il mondo che facilitano il commercio degli investimenti in quasi 100 materie prime. Le materie prime sono divise in due tipi: beni duri e morbidi. Le materie prime dure sono in genere risorse naturali che devono essere estratte o estratte (oro, gomma, olio, ecc.), Mentre le materie prime morbide sono prodotti agricoli o bestiame (mais, grano, caffè, zucchero, soia, maiale, ecc.). modi per investire in materie prime. Un investitore può acquistare azioni in società il cui business si basa su prezzi di materie prime, o acquistare fondi comuni di investimento, fondi indicizzati o fondi negoziati in borsa (ETF) che si concentrano su società legate alle materie prime. Il modo più diretto di investire in materie prime è l’acquisto in un contratto a termine.

ETF – Fondo negoziato in borsa

Un ETF, o exchange traded fund, è un titolo negoziabile che traccia un indice, una merce, obbligazioni o un paniere di attività come un fondo indicizzato. A differenza dei fondi comuni di investimento, un ETF opera come uno stock comune in una borsa. Gli ETF subiscono variazioni di prezzo nell’arco della giornata man mano che vengono acquistati e venduti. Gli ETF in genere hanno una liquidità giornaliera più elevata e commissioni inferiori rispetto alle quote dei fondi comuni, rendendoli un’alternativa attraente per i singoli investitori.

Poiché negozia come un titolo, un ETF non ha il suo valore patrimoniale netto (NAV) calcolato una volta alla fine di ogni giorno come fa un fondo comune di investimento.

Un indice è una misura statistica del cambiamento in un’economia o in un mercato mobiliare. Nel caso dei mercati finanziari, un indice è un portafoglio immaginario di titoli che rappresentano un particolare mercato o una parte di esso. Ogni indice ha una propria metodologia di calcolo e di solito è espresso in termini di un cambiamento da un valore di base. Pertanto, la variazione percentuale è più importante del valore numerico effettivo.

Gli indici azionari e obbligazionari sono utilizzati per la costruzione di fondi comuni indicizzati e fondi negoziati in borsa (ETF) i cui portafogli rispecchiano i componenti dell’indice.

Alcuni indici sono negoziati su base a termine. Hanno una data di scadenza in cui tutte le posizioni aperte vengono automaticamente chiuse, indipendentemente dal prezzo in quel particolare momento. Sono inoltre caratterizzati da elevata volatilità e diffusione fluttuante.

Sulla piattaforma Merit Forex MT4, uno degli indici più scambiati è il DAX 30 tedesco. Comprende le 30 maggiori società quotate alla borsa di Francoforte. Data la sua popolarità, è anche possibile scambiare l’indice come un futuro. Anche se le società sono esattamente le stesse, i due indici sono diversi, poiché il futuro rappresenta le aspettative degli investitori sui valori futuri, mentre l’indice riflette il prezzo corrente.

Day Trading vs Swing Trading

Il day trading consiste nell’acquistare e vendere gli stessi titoli entro un giorno. Non sta investendo, di per sé, ma capitalizzando i movimenti dei prezzi trovati in un periodo di 24 ore e facendo soldi in questo modo.

Lo swing trading cerca di acquisire guadagni in uno strumento finanziario all’interno di una riserva overnight a diverse settimane. I commercianti dell’oscillazione utilizzano normalmente l’analisi tecnica per cercare azioni con una dinamica dei prezzi a breve termine.

Vantaggi del Day Trading

– Il potenziale per realizzare profitti consistenti: il più grande richiamo del trading giornaliero è il potenziale per profitti spettacolari. Ma questo maggio è solo una possibilità per il raro individuo che possiede tutti i tratti – come la decisione, la disciplina e la diligenza – richiesto diventando un trader di successo.
– Sii il capo di te stesso: il day trader lavora da solo, indipendentemente dai capricci delle grandi aziende. Può avere un orario di lavoro flessibile, prendere il tempo libero ogni volta che è necessario e lavorare secondo i suoi ritmi, a differenza di qualcuno sul tapis roulant aziendale.
– Mai un momento di noia: i commercianti di giorno da lungo tempo amano il brivido di mettere la loro intelligenza contro il mercato e gli altri professionisti giorno dopo giorno. La scarica di adrenalina derivante dal trading a fuoco rapido è qualcosa a cui molti trader non ammettono, ma è un fattore importante nella loro decisione di guadagnarsi da vivere facendo trading, rispetto a passare le giornate a vendere widget o a spendere cifre in un ufficio.
– Educazione costosa non richiesta: per molti lavori in finanza, avere la laurea giusta dall’università giusta è un prerequisito solo per un colloquio. Il trading giornaliero, al contrario, non richiede un’educazione costosa da una scuola Ivy League. Anche se non ci sono requisiti formali per diventare un day trader (vedi i migliori corsi di laurea per day trader), i corsi di analisi tecnica e trading computerizzato possono essere molto utili.
– Prestazioni per il lavoro autonomo: in quanto lavoratore autonomo, un commerciante di giornata può ammortizzare determinate spese a fini fiscali, che non possono essere reclamate da un lavoratore subordinato.

Vantaggi dello Swing Trading

– Non deve essere il tuo lavoro a tempo pieno: chiunque abbia la conoscenza e il capitale di investimento può provare lo swing trading. A causa dei tempi più lunghi (da giorni a settimane anziché minuti e ore), le operazioni non devono essere costantemente monitorate. Uno swing trader può anche mantenere un lavoro a tempo pieno separato (purché non stia controllando gli schermi di trading tutto il tempo al lavoro).
– Potenziale di profitti significativi: le negoziazioni generalmente hanno bisogno di tempo per allenarsi, e mantenere un trade aperto per alcuni giorni o settimane può portare a profitti più alti del trading dentro e fuori la stessa sicurezza più volte al giorno.
– Monitoraggio costante non richiesto: lo swing trader può impostare le perdite di arresto in posizione. Mentre c’è il rischio che uno stop venga eseguito a un prezzo sfavorevole, batte il costante monitoraggio di tutte le posizioni aperte che sono una caratteristica del day trading.
– Meno stress e rischio di burnout: Poiché lo swing trading è raramente un lavoro a tempo pieno, c’è molta meno possibilità di esaurimento attraverso lo stress. I commercianti dell’oscillazione hanno solitamente un lavoro regolare o altra fonte di reddito da cui possono compensare o mitigare le perdite commerciali.
– Investimento costoso non richiesto: lo swing trading può essere fatto con un solo computer e strumenti di trading convenzionali. Non richiede l’avanzata tecnologia del day trading.

Mercato Forex

Forex (o FX) significa valuta estera. Cosa comporta esattamente questo? Scambiare una valuta per un’altra – è così semplice. Con un giro d’affari giornaliero di oltre 5 trilioni di dollari USA, il mercato Forex è il più grande mercato finanziario del mondo. A titolo di confronto, la Borsa di New York ha solo 22,4 miliardi di dollari USA come volume medio giornaliero di scambi.

Quando posso scambiare il Forex?

Il mercato forex è aperto per 24 ore, 5 giorni alla settimana – dal lunedì al venerdì. Il trading inizia con l’apertura del mercato in Australia e continua in Asia e in Europa, seguiti dagli Stati Uniti fino alla chiusura dei mercati.

Come faccio a fare trading sul Forex?

Generalmente, gli investitori e gli investitori acquistano (posizione lunga) lo strumento finanziario quando pensano che il valore di esso aumenterà o venderà (posizione corta) quando l’aspettativa per il valore diminuirà. I commercianti di Forex fanno entrambi contemporaneamente. Ad esempio, l’apertura di una posizione lunga sulla coppia di valute EUR / USD significa acquistare euro e vendere dollari statunitensi allo stesso tempo.

Nella coppia di valute, la valuta a sinistra è chiamata valuta BASE. Questa è la valuta che desideri acquistare o vendere; quello a destra è la valuta QUOTE, ed è quello che usi per effettuare la transazione.

Quali sono le valute più popolari?

I cosiddetti “The Majors” sono le valute più pesantemente scambiate: EUR (Euro), USD (Dollaro USA), JPY (Yen Giapponese), GBP (Sterlina britannica), AUD (Dollaro australiano) e infine CHF (Franco svizzero) .

PIP è un termine molto comunemente usato per i commercianti di forex e sta per “Punto di interesse del prezzo” .Questa è l’unità di misura di base e più importante nel forex .PIP di solito si riferisce alla quarta cifra dopo il punto decimale nel prezzo di una coppia di valute .

Cos’è una “diffusione”?

Spread è la commissione di transazione durante il trading su valute. Il broker esegue uno scambio a un prezzo di acquisto leggermente più alto e un prezzo di vendita inferiore al tasso di mercato effettivo. Pertanto, la differenza tra il prezzo di vendita (bid) e il prezzo di acquisto (ask) è denominata spread e viene misurata in PIP.

La leva consente ai singoli investitori di operare sul mercato Forex senza un capitale elevato. Merit Forex offre ai trader leva fino a 400 su coppie di valute. Ciò significa che il saldo del conto del trader viene moltiplicato per 400 per aprire una posizione di trading. Senza leva il trader deve avere almeno $ 100.000 sul conto per aprire una transazione di 1 lotto. Con un effetto leva di 100 sul conto come esempio, il trader può acquistare 1 lotto di una valuta con solo $ 1000.

Controlla il glossario completo qui Glossario

Registrati ora per ottenere il Personal Coach per l’istruzione professionale Forex Account reale.

Analisi fondamentale sul mercato Forex

L’analisi fondamentale è utile per prendere decisioni di trading. Sul mercato FOREX, è principalmente influenzato da indicatori economici come la politica monetaria nazionale e le previsioni finanziarie, nonché dichiarazioni della banca centrale.

I sostenitori dell’analisi fondamentale affermano che la situazione economica di un paese è sufficiente per determinare il movimento del suo valore valutario. Pertanto, un brusco cambiamento di un indicatore economico avrà un effetto a catena sul mercato finanziario. Questo punto di vista si applica anche al valore di borsa, che si ritiene sia influenzato dalla performance dell’azienda, dal piano aziendale e dalle condizioni finanziarie. I prezzi delle azioni dipendono anche dalle dichiarazioni del presidente o amministratore delegato della società in merito alle prospettive finanziarie della società, nonché sui rapporti finanziari trimestrali.

Tutti questi fattori economici influenzano certamente il mercato, sebbene i loro effetti siano in gran parte a breve termine. Dopo la pubblicazione di notizie importanti o durante una dichiarazione del presidente di una banca centrale, potrebbero esserci alcuni minuti di brusche fluttuazioni di mercato.

Poiché l’oro è uno degli strumenti finanziari più scambiati, l’analisi fondamentale viene utilizzata per prevedere i suoi movimenti di prezzo. Essendo un metallo prezioso, l’oro è generalmente considerato un rifugio sicuro in tempi di crisi e incertezza. Pertanto, quando vengono dati dati sfavorevoli sull’economia globale, e in particolare dagli Stati Uniti, il prezzo dell’oro può aumentare. Esiste una correlazione inversa tra il valore del dollaro USA e quello dell’oro. Se le notizie sull’economia degli Stati Uniti sono positive, il dollaro sale rispetto alle altre principali valute, e l’oro cala. Tuttavia, se la situazione economica negli Stati Uniti si deteriora, è previsto che il prezzo dell’oro aumenti mentre i commercianti cercano investimenti sicuri.

Gli indicatori economici sono pubblicati indipendentemente da ciascun paese, ma sono più o meno gli stessi in natura. Hanno il maggiore impatto sulla valuta del paese che riguardano. A seconda degli strumenti di trading, gli investitori devono monitorare da vicino le notizie che influenzano direttamente le loro posizioni.

Esistono tre possibili livelli di impatto: basso, medio e alto. Gli indicatori economici ad alto impatto hanno il maggiore impatto sui mercati finanziari. Questi includono dichiarazioni di importanti economisti e politici, nonché decisioni e rapporti di politica monetaria emessi dalla banca centrale del paese. Quelle contrassegnate come medie sono importanti dichiarazioni economiche, che hanno meno effetto sui mercati finanziari rispetto a quelle contrassegnate in alto. Quelli etichettati in basso hanno generalmente un impatto minimo sui mercati finanziari.

Altri importanti indicatori considerati dall’analisi fondamentale sono: disoccupazione, inflazione, PIL, bilancia commerciale.

Una diminuzione della disoccupazione significa che la situazione economica del paese è migliorata. Di conseguenza, la valuta nazionale di quel particolare paese dovrebbe aumentare rispetto alle altre valute. Ad esempio, se i dati sulla disoccupazione negli Stati Uniti mostrano una diminuzione della disoccupazione nell’ultimo mese, è probabile che il dollaro USA aumenti di valore rispetto alle altre principali valute. Pertanto, un calo della disoccupazione negli Stati Uniti è un buon segnale per l’acquisto del dollaro USA.

Il livello di inflazione di un paese è misurato dall’indice dei prezzi al consumo (IPC). L’IPC misura il cambiamento di prezzo di una varietà di elementi essenziali di ogni giorno, come cibo, vestiti, affitto e cure mediche.

Un aumento dell’inflazione significa che sono necessari più fondi per acquistare gli stessi beni di consumo nel paese. Ciò significa che se l’IPC aumenta, allora anche la valuta del paese potrebbe aumentare. Ad esempio, se l’inflazione nella zona euro dovesse aumentare, anche la domanda per l’euro crescerà, poiché i consumatori avranno bisogno di più denaro per acquistare gli stessi beni di prima.

Pertanto, un ragionevole aumento dell’inflazione ha un impatto positivo sulla valuta e sull’economia di un paese, poiché stimola la spesa dei consumatori e si traduce in un aumento del prodotto interno lordo (PIL). Una diminuzione dell’inflazione può avere un impatto molto negativo sull’economia di un paese: se i costi sono bassi, le persone in genere limitano le loro spese, aspettandosi che il declino continui.

Il prodotto interno lordo (PIL) misura la produzione totale in un paese o regione per un periodo di tempo. Il PIL può essere stimato utilizzando tre diversi approcci: spesa, reddito e produzione.

Negli Stati Uniti, il PIL rappresenta il valore di mercato di beni e servizi prodotti dalla forza lavoro statunitense negli Stati Uniti. Il PIL è la somma degli investimenti lordi del settore privato; spese per consumi personali, spese per beni e servizi; l’esportazione netta di beni e servizi, l’importo delle esportazioni meno l’importo delle importazioni; e spese governative e investimenti lordi. Ci sono tre versioni del PIL pubblicate ogni mese: preliminari, revisionati e finali.

Nell’Eurozona, il prodotto interno lordo viene calcolato sommando i valori di tutti i beni e servizi prodotti.

Poiché il PIL è una misura della crescita di un’economia, non sorprende che un aumento del PIL abbia un impatto positivo sul valore della valuta di un paese.

In generale, la bilancia commerciale è la differenza tra le esportazioni e le importazioni di un paese. Può anche essere spiegato come l’esportazione netta di beni e servizi. Quando le esportazioni di un paese superano le sue importazioni, c’è un surplus commerciale.

Tuttavia, quando un paese importa più merci di quanto esporti, c’è un deficit commerciale. Le cifre sono indicate nella valuta del rispettivo paese.

Poiché ogni paese dipende dal commercio internazionale, le informazioni relative alla bilancia commerciale di un paese possono fornire una panoramica della crescita economica e delle valutazioni valutarie. Un surplus commerciale porta inevitabilmente ad un aumento del valore della valuta. Ad esempio, se la Germania registra un surplus commerciale, il valore dell’euro aumenterà.

La valuta di un paese dipende in larga misura dalla sua politica monetaria. La politica monetaria è determinata dalla banca centrale di un paese e mira a garantire la stabilità dei prezzi. Ogni volta che una banca centrale aumenta i tassi di interesse, questo è generalmente percepito come un segno di crescita economica. Questo, tuttavia, non è valido in situazioni di inflazione estrema, nota come iperinflazione.

Le principali banche centrali sono:

La Federal Reserve degli Stati Uniti

La Federal Reserve statunitense è responsabile del controllo della disponibilità e del valore del dollaro USA, nonché per assicurare la stabilità del sistema finanziario statunitense.

La Federal Reserve è stata fondata nel 1913 e controlla le tre componenti della politica monetaria statunitense: operazioni di mercato aperto, tassi di interesse e requisiti di riserva minimi. Il Consiglio dei governatori della Federal Reserve è responsabile della fissazione dei tassi di interesse, che vengono poi applicati alle banche commerciali e alle altre istituzioni finanziarie di deposito, e ai livelli di riserva minimi, ossia i fondi che un’istituzione di deposito deve detenere nelle proprie riserve. Il Federal Open Market Committee (FOMC) è responsabile del monitoraggio dell’acquisto di titoli di stato. Il FOMC è composto da 12 membri che si incontrano otto volte all’anno per discutere di politica monetaria.

Utilizzando questi tre strumenti, la Federal Reserve è in grado di influenzare l’offerta e la domanda del dollaro USA. Ad esempio, un cambiamento nel tasso di interesse di base, il tasso al quale la Federal Reserve presta denaro alle banche commerciali, interessa numerose aree, come i tassi di interesse commerciale, la disponibilità di credito e la disoccupazione.

La Banca centrale europea (BCE)

La Banca centrale europea è responsabile della definizione della politica monetaria all’interno dell’eurozona e del mantenimento della stabilità dell’euro. L’obiettivo della BCE è mantenere i livelli di inflazione al di sotto, ma vicini al 2%.

La BCE ha il diritto esclusivo di emettere banconote all’interno dell’UE e, in quanto unica entità responsabile dell’importo di denaro in circolazione, è responsabile della determinazione delle condizioni di prestito alle banche commerciali. Pertanto, la BCE controlla le condizioni alle quali le banche commerciali commerciano tra loro. Ha anche il potere di fissare i tassi di interesse e, di conseguenza, influenzare i tassi di interesse offerti su prestiti e depositi da parte delle banche commerciali.

Bank of England

La Banca d’Inghilterra è responsabile di mantenere l’inflazione vicina all’obiettivo stabilito dal comitato di politica monetaria. L’obiettivo principale della Banca è garantire la stabilità finanziaria nel Regno Unito. Per fare ciò, mantiene l’inflazione vicina al livello target del 2% e ha il potere di modificare i tassi di interesse in qualsiasi momento.

La Banca del Canada (Banque du Canada in francese) controlla la politica monetaria in Canada ed è stata creata per promuovere il benessere economico e finanziario del Canada. Ciò avviene attraverso, tra le cose spesso, alterando il “tasso overnight”, il tasso di interesse al quale le istituzioni finanziarie prendono in prestito denaro in una notte prima di ripagarlo, con gli interessi, il giorno dopo. Lo scopo della politica monetaria della Banca è di mantenere un livello stabile di inflazione annuale. Dal 1995, il livello obiettivo di inflazione è stato tra l’1 e il 3%.

La Banca del Giappone è responsabile di assicurare la stabilità dello yen giapponese. Attraverso la politica monetaria, può influenzare la quantità di yen in circolazione e i tassi di interesse del paese. Le decisioni sulle modifiche alla politica monetaria del Giappone sono prese durante le riunioni del Consiglio di politica monetaria (MPB). Il governatore della Banca, che è anche presidente del MPB, dà anche una conferenza stampa per fornire dettagli sulle decisioni prese.

Reserve Bank of Australia

La Reserve Bank of Australia (RBA) è, come tutte le altre banche centrali, responsabile delle decisioni di politica monetaria. L’obiettivo principale di RBA è controllare l’inflazione. Le decisioni di politica monetaria sono prese dal Consiglio della Reserve Bank. Tutte le decisioni prese durante l’incontro sono pubblicate sul sito web della Banca. Qualsiasi modifica ai tassi di interesse diventa effettiva il giorno successivo alla riunione.

Le dichiarazioni fatte da importanti politici e rappresentanti di istituzioni finanziarie fanno anche parte dell’analisi fondamentale. Le opinioni dei policy maker sullo stato e le prospettive economiche di un paese possono avere un impatto sostanziale sui mercati finanziari. Durante i discorsi, i trader cercano suggerimenti che il mercato possa muoversi in una direzione diversa rispetto alla previsione o per indicazioni sulle future decisioni della banca centrale. Se un tale segnale appare, i mercati possono diventare estremamente volatili?

Le banche centrali delle principali economie del mondo hanno il potere di influenzare in larga misura i mercati finanziari globali. Un esempio di ciò è la crisi finanziaria globale del 2008. L’8 ottobre 2008, le banche centrali degli Stati Uniti, del Regno Unito, dell’Eurozona, del Canada, della Cina, della Svizzera e della Svezia hanno tagliato i tassi di interesse per combattere le conseguenze degli crisi. Successivamente, hanno ridotto ulteriormente i tassi di interesse a quasi lo 0% e hanno investito ingenti somme per sostenere le economie in crisi. I pacchetti di stimoli, chiamati “allentamento quantitativo”, consistevano in acquisti di obbligazioni. Queste azioni senza precedenti hanno contribuito a preservare il sistema finanziario, innescando anche movimenti significativi nei mercati finanziari.

I mercati finanziari dipendono anche dalla situazione geopolitica globale. L’incertezza geopolitica normalmente spinge gli investitori a optare per attività sicure, come l’oro. Durante i periodi di tensione politica e le minacce militari, di solito c’è un salto nel prezzo dell’oro.

I metalli preziosi e lo yen giapponese sono comunemente considerati paradisi sicuri per gli investitori. In tempi di crisi, è normale vedere un calo nella coppia di valute USD / JPY, mentre l’USD si apprezza rispetto a tutte le altre principali valute. È anche normale assistere a un declino generale del mercato azionario.

Gli eventi geopolitici possono anche avere un impatto sul prezzo delle materie prime. Ad esempio, le tensioni in Medio Oriente, dove si trovano la maggior parte dei produttori di petrolio, minaccia tipicamente le forniture e, quindi, porta ad un aumento del prezzo del petrolio.

I disastri naturali sono un altro fattore che influenza il mercato. Un recente esempio è il terremoto e il conseguente disastro nucleare, vicino a Fukushima, in Giappone. La crisi ha portato ad un forte aumento dello yen. Ciò ha indotto la Bank of Japan a concludere un accordo con altre banche centrali, in base al quale hanno acquistato euro e venduto yen giapponesi per ridurre il valore dello yen e alleviare le conseguenze negative del disastro.

Termini chiave sulla piattaforma di trading Forex di merito

Leva – La leva è il rapporto tra la quantità necessaria per aprire una posizione e la sua quantità effettiva. In sostanza, questo significa che puoi usare meno denaro di quanto la transazione normalmente richiederebbe. Merit Forex offre una leva di 1: 400 per coppie di valute, il che significa che ogni £ 1 di deposito ha un valore potenziale di £ 400.

Esempio: pertanto, se depositi £ 500, puoi scambiare con £ 100.000 (deposito di 500 x leva di 1: 200 = 100.000). L’utilizzo della leva offre ai trader l’opportunità di ottenere un risultato migliore con fondi limitati, mentre le perdite potenziali sono limitate all’importo depositato.

Fai leva con Merit Forex per diversi strumenti:

Azioni e ETF 1:20
Indici materie prime 1:50
Valute 1: 400
Crypto Currencies 1:20

Margine –Il margine è l’importo che ti consente di aprire una posizione il cui valore è maggiore del tuo deposito. Un requisito di margine dello 0,5% significa che è necessario solo lo 0,5% dell’importo totale negoziato per aprire una posizione. Ad esempio, se si desidera aprire una posizione con £ 10.000, è sufficiente coprire lo 0,5% di tale importo (per il requisito di margine dello 0,5%), ovvero £ 50. Questo importo è bloccato e non può essere utilizzato finché il commercio rimane aperto.

Tasso di cambio – Un tasso di cambio è il prezzo corrente di una valuta espressa in un’altra. Ad esempio, il prezzo di un euro in dollari USA. Un cambio EUR / USD di 1,0950 significa che per ogni euro devi pagare 1,0950 dollari. I tassi di cambio fluttuano costantemente in risposta allo stato attuale del mercato.

Tariffe ‘Compra’ e ‘Vendi’ – Ogni strumento finanziario ha due prezzi: un prezzo “compra” e un prezzo “vendita”. Il prezzo di “vendita” è sempre inferiore a quello di “acquisto”. Se ritieni che il prezzo di uno strumento aumenti, utilizza la tariffa “compra” e viceversa per la tariffa “vendi”. La differenza tra i due prezzi è nota come diffusione.

Diffusione – Lo spread è la differenza tra i prezzi “buy” e “sell”. Lo spread è, in sostanza, la commissione che i commercianti pagano al broker per aver aperto una posizione per loro conto

CFD “Contratto per differenza” è una transazione con uno strumento finanziario che esprime il diritto di utilizzare solo la differenza del prezzo di mercato al fine di ottenere profitto. Il cliente non riceve il prodotto in realtà. Solo lui usa l’opportunità di comprare e vendere quando il prezzo si sta muovendo.

lotto – una quantità specifica di uno strumento finanziario che può essere scambiato. Ogni azienda determina ciò che dovrebbe essere. Ad esempio, con Merit Forex 1 lotto per Forex è 100 000 unità.

Quantità minima – La quantità minima è la quantità più piccola che può essere scambiata. Ogni broker determina la propria quantità minima; ad esempio, su Merit Forex, la quantità minima per le coppie di valute è di 0,01 lotti (1.000 unità).

Pip (percentuale in punto) – Un pip è un’unità di variazione dei tassi di cambio. Un pip è la quarta cifra dopo il punto in tassi di cambio ed è uguale a 0,0001. Nelle transazioni che coinvolgono lo yen giapponese, è pari a 0,01, in quanto le quotazioni JPY hanno solo due posizioni decimali anziché le solite quattro. Ad esempio, se il prezzo della coppia di valute EUR / USD sale da 1,0950 a 1,0953, l’aumento è di tre pip (0,0003). Con una coppia di valute che coinvolge lo yen giapponese, come USD / JPY, se il prezzo scende da 102.11 a 102.01, la diminuzione è di 10 pips (0.10).

Liquidità – Un mercato liquido è un mercato in cui molti partecipanti conducono un numero elevato di transazioni. Maggiore è il numero di transazioni, più liquido è il mercato. Un mercato liquido consente ai trader di eseguire le transazioni più velocemente, in quanto vi sono molti acquirenti e venditori.

Volatilità – La volatilità è una misura dei cambiamenti nel prezzo di uno strumento nel tempo. Più cambi di prezzo di uno strumento, più il mercato è volatile.

Cambio del rateo d’interesse – Interest rate swap è una piccola somma di denaro addebitata o ricevuta per mantenere aperta una posizione durante la notte. Alle 22:00 (GMT), le posizioni vengono trasferite da un giorno all’altro e l’importo viene addebitato o ricevuto. Dipende principalmente dai tassi di interesse di base dei paesi di cui le posizioni coinvolgono le valute. Lo swap del tasso di interesse può essere positivo o negativo, nel senso che può essere aggiunto o prelevato dall’importo; questo dipende principalmente dalla direzione del commercio – che tu abbia comprato o venduto.

Conto islamico – un tipo di account che è libero da swap

Tendenza – Una tendenza è la direzione del movimento del mercato. Se il prezzo di uno strumento aumenta per un periodo di tempo prolungato, significa che c’è una tendenza al rialzo. Al contrario, se il prezzo cade per un periodo prolungato, la tendenza è al ribasso. Se il prezzo non sale né scende né scende, si dice che il mercato stia andando, il che significa che non c’è una chiara tendenza al rialzo o al ribasso.

Correzione – Una correzione è un breve cambiamento nella direzione del mercato rispetto alla tendenza prevalente. Ad esempio, se uno strumento finanziario è aumentato del prezzo e poi cade improvvisamente per un breve periodo di tempo prima di continuare la sua tendenza al rialzo, questa breve diminuzione è nota come correzione.

Grafico a barre – Un tipo di grafico in cui la parte superiore della linea verticale indica il prezzo più alto e il fondo – il prezzo più basso in un determinato periodo. Il prezzo di chiusura viene visualizzato sul lato destro della barra e il prezzo di apertura – sul lato sinistro della barra.

Grafico a candele – Un’immagine grafica che mostra il movimento di uno strumento finanziario per un periodo di tempo, inclusi l’apertura, la chiusura, il prezzo più alto e il prezzo più basso. Il “corpo” del candelabro è formato dal prezzo di apertura e chiusura, e il suo colore dipende dal fatto che il prezzo di chiusura sia più alto o più basso del prezzo di apertura. Conosciuto anche come “candelabro giapponese”.

scalping – Lo scalping è una strategia utilizzata da alcuni trader FOREX e consiste nell’acquistare o vendere uno strumento finanziario per un breve periodo di tempo nella speranza di un risultato rapido.

Commodities – Includono cibo, cereali e metalli che gli investitori acquistano o vendono, di solito tramite contratti futures. I preferiti sono oro, petrolio e gas.

Futures – Un contratto standardizzato per la consegna di merci, azioni, valuta o indici a un prezzo fisso e tempo in futuro

Equities – Queste sono azioni o azioni che sono pubblicate dalle società più grandi in un particolare paese. Le persone che commerciano con titoli azionari sono trader a lungo termine e per fare ciò dovrebbero investire molto più denaro.

indici – L’indice è un portafoglio immaginario di azioni / azioni che rappresentano un particolare mercato o una parte di esso. Sta presentando l’economia di un paese e potresti seguire lo sviluppo interno dal prezzo dell’indice.

Broker – Una società o una persona che agisce da intermediario tra il venditore e l’acquirente in cambio di alcune commissioni. Nella maggior parte dei casi, è richiesta una licenza.

Broker ECN – Una società che fornisce accesso diretto al mercato finanziario attraverso i conti ECN. Significa che gli spread sono più severi rispetto ai conti classici. Di solito i clienti pagano commissioni per il trading attraverso un account ECN.

Broker STP – Una società che non negozia contro l’interesse dei clienti. Questo tipo di broker inoltra tutte le posizioni / transazioni dei clienti in una società più grande o in una banca al fine di soddisfare i profitti di tutti i clienti. Il broker STP non comporta rischi per il risultato delle negoziazioni dei clienti.

Creatore di mercato – Una società che non è obbligata a inoltrare le posizioni dei clienti. Spetta al broker se farlo o meno. Trasporta il rischio per il risultato delle operazioni dei clienti.

Chiamata di margine – La richiesta di un broker al commerciante di depositare denaro o titoli aggiuntivi quando l’importo ha raggiunto il margine minimo di manutenzione.

Fermati – Il momento in cui tutte le posizioni aperte sono chiuse a causa di margini insufficienti. Il livello di Stop out con Merit Forex è pari al 10% del margine,

Ordine di mercato – Un ordine di acquistare o vendere uno strumento finanziario al miglior prezzo corrente disponibile.

Ordine in attesa – Un ordine di acquistare o vendere uno strumento finanziario a un prezzo specifico in futuro.

Stop loss order – Un ordine pendente che determina il prezzo per l’acquisto o la vendita di un dato strumento finanziario in una direzione opposta alla posizione aperta, al fine di minimizzare la perdita.

Prendi l’ordine di profitto – Un ordine pendente che determina il prezzo per l’acquisto o la vendita di un determinato strumento finanziario nella direzione della posizione aperta, al fine di realizzare un profitto.

slittamento – eseguire l’ordine ad un tasso diverso da quello richiesto.

Posizioni lunghe – posizioni in cui si acquista uno strumento finanziario

Posizioni corte – posizioni in cui vendi uno strumento finanziario

Mercato in rialzo – un mercato in cui il prezzo aumenta

Mercato orso – un mercato in cui il prezzo diminuisce

Prezzo di offerta – questo è il prezzo di vendita

Chiedere il prezzo – questo è il prezzo di acquisto

Regolamentazione sui mercati finanziari

I governi federale e statale hanno una miriade di agenzie che regolano e sorvegliano i mercati finanziari e le società. Queste agenzie hanno ciascuna una gamma specifica di compiti e responsabilità che consentono loro di agire indipendentemente l’una dall’altra mentre lavorano per raggiungere obiettivi simili. Sebbene le opinioni varino sull’efficienza, sull’efficacia e persino sulla necessità di alcune di queste agenzie, ciascuna di esse è stata progettata con un obiettivo in mente e sarà probabilmente presente per qualche tempo.

Con questo in mente, il seguente articolo è una revisione completa di ciascun ente normativo.

Australian Securities and Investments Commission (ASIC)

L’ASIC è un ente governativo indipendente del Commonwealth istituito dalla Australian Securities and Investments Commission Act (ASIC ACT). L’ASIC Act richiede l’ASIC per:

– Mantenere, facilitare e migliorare le prestazioni del sistema finanziario;
– Promuovere la partecipazione sicura e informata degli investitori;
– Amministrare e far rispettare la legge in modo efficace ed efficiente
– Elabora e archivia le informazioni in modo efficiente e rapido;
– Rendere pubbliche le informazioni riguardanti aziende e altri enti in modo tempestivo.

Commissione per i titoli e gli scambi di Cipro (CYSEC)

CySEC è l’agenzia di regolamentazione finanziaria di Cipro (Cyprus Securities and Exchange Commission). Gli intermediari autorizzati dalla CySEC rientrano nella normativa europea MiFID, il che significa che sono qualificati per operare nei paesi dell’UE – il che è positivo per i broker, ovviamente, ma anche per gli operatori commerciali, perché richiede ai broker autorizzati di aderire a tutti i regolamenti UE pertinenti . La principale missione di CySEC è la protezione degli investitori e i broker regolamentati devono soddisfare una serie di criteri per diventare e rimanere autorizzati. Ci sono strutture disciplinari in atto per far rispettare le regole e sanzioni severe per la mancata aderenza.

Germania – Autorità federale di vigilanza finanziaria (BaFin)

L’autorità federale di controllo finanziario (tedesco: Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht) meglio conosciuta con la sua abbreviazione BaFin è l’autorità di regolamentazione finanziaria per la Germania. È un’istituzione federale indipendente con sede a Bonn e Francoforte e rientra sotto la supervisione del Ministero federale delle finanze (Germania). BaFin supervisiona circa 2.700 banche, 800 istituti di servizi finanziari e oltre 700 imprese di assicurazione.

Belize – Commissione internazionale dei servizi finanziari

L’International Financial Services Commission (IFSC) è l’agenzia governativa Belize responsabile della regolamentazione finanziaria. È responsabile della regolamentazione di tutti i partecipanti ai mercati finanziari, degli scambi e della definizione e applicazione dei regolamenti finanziari. Il numero di broker di trading online internazionali ottiene la licenza internazionale da IFSC.

L’IFSC è stata fondata in Belize nel 1999. L’obiettivo della Commissione è la concessione di licenze a società finanziarie, nonché il controllo e la supervisione di tutte le imprese regolamentate per vincolare tutte le esigenze dei servizi finanziari internazionali alla loro attività. L’IFSC è regolato dalla legge della Commissione sui titoli e sui servizi finanziari internazionali del Ministero del Belize. L’IFSC opera su un codice di condotta speciale, che ha lo scopo di aumentare notevolmente il livello dei servizi forniti dalla società con licenza ai sensi della Commissione internazionale dei servizi finanziari.

Nuova Zelanda – Financial Markets Authority (FSP)

Relativamente nuovo arrivato nell’insediamento mondiale di enti governativi che sovrintendono società di servizi finanziari, il registro dei fornitori di servizi finanziari della Nuova Zelanda (FSP neozelandese) è stato istituito nell’ultima parte del 2020, quando ha iniziato ad accettare le domande di registrazione. Ciò ha aperto grandi possibilità per i broker OTC non regolamentati, nonché nuove start-up con un interesse nella regione Asia / Pacifico (APAC) per maturare la fiducia dei clienti in un territorio rispettato senza burocrazia e tempistiche solitamente associate alla richiesta di regolamento all’interno di altri Paesi occidentali.

Financial Conduct Authority (FCA)

Il regolatore del settore dei servizi finanziari nel Regno Unito. La Financial Conduct Authority (FCA) ha l’obiettivo strategico di assicurare che i mercati rilevanti nel Regno Unito funzionino bene. Ha tre obiettivi operativi a sostegno di questo obiettivo strategico: proteggere i consumatori, proteggere e migliorare l’integrità del sistema finanziario britannico e promuovere una sana concorrenza tra i fornitori di servizi finanziari nell’interesse dei consumatori. È stato istituito dalla legge sui servizi finanziari che è entrata in vigore il 1 aprile 2020.

ASSOCIAZIONE FUTURES NAZIONALE (NFA)

L’organizzazione indipendente di autoregolamentazione per il mercato dei futures negli Stati Uniti. L’iscrizione alla NFA è obbligatoria per tutti i partecipanti al mercato dei futures, garantendo al pubblico degli investitori che tutte le aziende, gli intermediari e i collaboratori che intrattengono rapporti commerciali con gli Stati Uniti sui mercati esteri devono rispettare gli stessi standard elevati di condotta professionale. La NFA opera senza alcun costo per il contribuente, in quanto è finanziata esclusivamente da quote associative pagate dai membri e commissioni di valutazione pagate dagli utenti dei mercati a termine. La sede nazionale è a Chicago e c’è un ufficio a New York.)

Autorité de Controle Prudentiel (Francia) (ACPR)

L’Autorità francese di vigilanza prudenziale e risoluzione [1] (Autorité de contrôle prudentiel et de résolution – ACPR) è un’autorità amministrativa indipendente che controlla le attività delle banche e delle compagnie di assicurazione in Francia. Opera sotto gli auspici della banca centrale francese, Banque de France.

La Comisión Nacional del Mercado de Valores (CNMV) è l’agenzia incaricata di supervisionare e ispezionare i mercati azionari spagnoli e le attività di tutti i partecipanti in quei mercati.

CNMV è stato creato dalla Securities Market Law, che ha avviato riforme approfondite di questo segmento del sistema finanziario spagnolo. La legge 37/1998 ha aggiornato la suddetta legge e ha stabilito un quadro normativo pienamente in linea con i requisiti dell’Unione europea e favorisce lo sviluppo dei mercati azionari europei.

Mercato azionario

Il mercato azionario è il mercato in cui le azioni di società quotate sono emesse e negoziate attraverso borse o mercati over the counter. Conosciuto anche come mercato azionario, il mercato azionario è una delle componenti più vitali di un’economia di libero mercato, in quanto fornisce alle società l’accesso al capitale in cambio di una fetta di proprietà degli investitori. Il mercato azionario consente di far crescere piccole somme di denaro iniziali in grandi, e di diventare ricchi senza correre il rischio di avviare un’impresa o di fare sacrifici che spesso accompagnano una carriera ben pagata.

Dividendi: Un dividendo rappresenta la distribuzione del profitto tra gli azionisti. Poiché la piattaforma Merit Forex PRO offre trading con CFD, i trader che hanno acquistato azioni di una società che emette successivamente un dividendo non riceveranno alcun profitto aggiuntivo, sebbene il pagamento del dividendo verrà aggiunto al proprio account. Questo perché ogni volta che viene pagato un dividendo, il prezzo delle azioni della società diminuisce del valore stimato di detto dividendo. Quindi, non c’è un cambiamento generale.

Se gli investitori hanno una posizione corta aperta quando una società decide di pagare un dividendo, saranno automaticamente detratti dal proprio conto, a seconda del numero di azioni vendute. Tuttavia, poiché il prezzo cadrà dopo che il dividendo è stato distribuito, non ne guadagnerà né ne perderà.

Ogni società ha la propria politica dei dividendi e la decisione di pagare i dividendi è presa dalla sua direzione.

L’effetto di gennaio: Le grandi società quotate in borsa sono tenute a pubblicare rendiconti finanziari, di solito su base trimestrale. Nell’ultimo trimestre dell’anno, molte aziende, aumentano intenzionalmente le loro spese, al fine di ridurre i profitti. Questa è una misura di elusione fiscale comune, poiché più alto è il profitto, più tasse l’azienda deve pagare. Questa maggiore spesa ha un effetto negativo sul bilancio trimestrale e si traduce in un calo del prezzo delle azioni alla fine dell’anno. In genere, a gennaio i prezzi delle azioni riescono a compensare e addirittura a superare il loro livello di fine anno.

IPO: : Le IPO sono uno dei fenomeni finanziari più elettrizzanti e promettenti disponibili in borsa. Talvolta chiamate offerte pubbliche iniziali – IPO per brevi o solo problemi azionari, spesso producono una volta nella vita un’opportunità di grandi profitti per il ragazzino seduto sul suo divano a casa che acquista una partecipazione nel capitale di una nuova società appena uscita dal mercato stampa.

Operatori di borsa: Individui o entità che si impegnano nel commercio di titoli azionari, o il trasferimento di attività finanziarie in qualsiasi mercato finanziario, per se stessi o per conto di qualcun altro. Operano in qualità di agente, hedger, arbitraggio, speculatore o investitore.

Investitori azionari: Individui o entità che utilizzano il proprio denaro per acquistare titoli azionari, che offrono potenziali profitti remunerativi sotto forma di interessi, entrate o apprezzamenti in valore (plusvalenze).

Investitori azionari: Gli investitori azionari sono i partecipanti al mercato che il pubblico più spesso associa al mercato azionario. Si basano principalmente sull’analisi fondamentale per le loro decisioni di investimento e riconoscono pienamente le azioni azionarie come parti di proprietà dell’azienda. Molti investitori credono nella strategia buy and hold, che, come suggerisce il nome, implica che gli investitori acquisteranno la proprietà azionaria in una società e manterranno tali titoli a lungo termine, generalmente misurati in anni.

Questi investitori, che acquistano azioni di una società a lungo termine con la convinzione che la società abbia solide prospettive future, di solito si preoccupano di due cose:

Valore – Gli investitori devono considerare se le azioni di una società rappresentano un buon valore. Ad esempio, se due società simili negoziano a multipli multipli di guadagno, quella inferiore potrebbe essere il valore migliore perché suggerisce che l’investitore dovrà pagare meno per $ 1 di guadagni quando investe nella società A, rispetto a ciò che sarebbe necessario per guadagnare esposizione a $ 1 di guadagni in società B.

Successo – Gli investitori devono misurare il futuro successo dell’azienda, valutandone la solidità finanziaria e valutando i flussi di cassa futuri.

Entrambi questi fattori possono essere determinati attraverso l’analisi delle dichiarazioni finanziarie della società insieme a uno sguardo alle tendenze del settore. A livello di base, gli investitori possono misurare il valore corrente di una società in relazione alle sue possibilità di crescita futura osservando metriche come il rapporto PEG, ovvero il rapporto tra guadagni di prezzo (valore) e crescita (successo).

Operatori di borsa: I commercianti di azioni sono operatori di mercato, sia singoli che aziende, che acquistano azioni in una società focalizzata sul mercato stesso piuttosto che sui fondamentali della società. Un commerciante di azioni di solito cerca di trarre profitto dalla volatilità dei prezzi a breve termine con scambi che durano da diversi secondi a diverse settimane. Il commerciante di borsa è di solito un professionista. Le persone possono definirsi commercianti / investitori di borsa a tempo pieno o parziale mantenendo le altre professioni.

I mercati coinvolti nel commercio di materie prime sono vantaggiosi per la strategia di un operatore di borsa. Dopotutto, pochissime persone acquistano grano a causa della sua qualità fondamentale: lo fanno per trarre vantaggio dai piccoli movimenti di prezzo che si verificano a seguito dell’offerta e della domanda. I commercianti di azioni in genere si occupano di:

Pattern di prezzo – I commercianti di azioni guarderanno alla storia passata dei prezzi nel tentativo di prevedere i futuri movimenti di prezzo. Questo è noto come analisi tecnica.

Offerta e domanda – I commercianti sorvegliano da vicino i loro traffici giornalieri per vedere dove si muovono i soldi e perché.

Emozione di mercato – I commercianti giocano sulle paure degli investitori attraverso tecniche come lo sbiadimento, dove scommetteranno contro la folla dopo che avrà luogo una grande mossa.

Supporto commerciale – I market maker (uno dei più grandi tipi di trader) sono effettivamente ingaggiati per fornire liquidità attraverso il trading rapido.

In definitiva, sono i commercianti che forniscono la liquidità per gli investitori e prendono sempre l’altra estremità delle loro operazioni. Sia che si tratti di market making o di sbiadimento, i trader sono una parte necessaria del mercato.

Chiaramente, sia i commercianti che gli investitori sono necessari affinché un mercato funzioni correttamente. Senza i commercianti, gli investitori non avrebbero liquidità attraverso cui acquistare e vendere azioni. Senza gli investitori, i commercianti non avrebbero alcuna base da cui acquistare e vendere. Combinati, i due gruppi formano i mercati finanziari come li conosciamo oggi.

Un chip blu è una società riconosciuta a livello nazionale, ben consolidata e finanziariamente solida. I chip blu generalmente vendono prodotti e servizi di alta qualità e ampiamente accettati. Le società blue chip sono note per resistere alle flessioni e ad operare proficuamente di fronte a condizioni economiche avverse. Ciò contribuisce a contribuire al loro lungo record di crescita stabile e affidabile.

Un penny stock tipicamente negozia a un prezzo relativamente basso e ha una piccola capitalizzazione di mercato, di solito al di fuori delle principali borse del mercato. Questi titoli sono generalmente considerati altamente speculativi e ad alto rischio a causa della loro mancanza di liquidità, di ampi spread bid-ask, di una piccola capitalizzazione e di un seguito e una divulgazione limitati. Si scambiano spesso al banco attraverso i fogli rosa della banda OTCB.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Sequenza di Fibonacci

Probabilmente hai notato che i prezzi degli strumenti si muovono a zigzag, sia verso l’alto, verso il basso o senza una direzione specifica. Dopo un grande aumento, c’è spesso un calo prima che il prezzo recuperi la sua direzione originale. Questo calo temporaneo del prezzo è noto come correzione. Lo stesso accade nella direzione opposta: un forte declino seguito da un piccolo aumento e da un continuo movimento al ribasso dei prezzi. Ad alcuni trader piace concentrarsi e negoziare questi tipi di aggiustamenti usando la sequenza di Fibonacci.

La sequenza di Fibonacci fu scoperta nel 13 ° secolo da Leonardo Fibonacci, un matematico italiano. È basato su una sequenza di numeri, ognuno dei quali è la somma dei due numeri che lo precedono: 1, 1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377 , 610, 987, 1597.

L’importanza della sequenza di Fibonacci non risiede nei numeri, ma nel rapporto tra loro. Ogni numero è approssimativamente 1.618 volte maggiore del numero precedente.

Usando la sequenza di Fibonacci, è possibile creare una serie di percentuali diverse. Il più importante di questi è il 61,8%, che è anche noto come “livello d’oro”. Questa percentuale si ottiene dividendo un numero nella sequenza per il numero che lo segue. Ad esempio, 21/34 = 0,6176.

Le altre due percentuali principali sono il 38,2%, ottenute dividendo un numero nella sequenza per il numero due posto alla sua destra, ovvero 55/144 = 0,3819 e 23,7%, ottenuto dividendo un numero nella sequenza per il numero tre posti per il suo giusto vale 13/55 = 0,2363.

Separando un movimento di prezzo elevato nei livelli sopra indicati, ci si può aspettare un aggiustamento tra il 38.20% e il 61.80% prima di continuare nella sua direzione originale.

Questi numeri giocano un ruolo importante nel mercato FOREX proprio come fanno in natura. Ad esempio, l’altezza delle piramidi egiziane è del 61,80% della lunghezza della base. La sequenza di Fibonacci può anche essere trovata nella disposizione delle foglie, negli anelli nel tronco di un albero e nella distanza tra i pianeti, così come in molti altri luoghi.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Livelli di supporto e resistenza

I livelli di supporto e resistenza sono barriere di prezzo che uno strumento ha raggiunto almeno il doppio ma non è riuscito a rompere.

I livelli di supporto sono inferiori al prezzo corrente e agiscono come un freno al movimento verso il basso. Una volta che il prezzo raggiunge il livello di supporto, la pressione dell’acquisto aumenta, un gran numero di commercianti acquista e il prezzo rimbalza. Viceversa, i livelli di resistenza sono superiori al prezzo corrente e fungono da barriera a un continuo aumento dei prezzi. Quando viene raggiunto il livello di resistenza, di solito impedisce qualsiasi ulteriore aumento. Se il livello di resistenza è valido e il prezzo rimbalza, è un buon segnale per i commercianti vendere.

È possibile che i livelli di supporto e resistenza siano orizzontali o inclinati. Per disegnare livelli di supporto e resistenza, sono necessari almeno due punti, i valori più alti o più bassi raggiunti dallo strumento per un periodo di tempo. Quando la linea viene raggiunta per la terza volta, dovresti provare gli effetti di supporto e resistenza, come descritto sopra.

In assenza di una chiara tendenza, è meglio usare il supporto orizzontale e i livelli di resistenza. Ciò ti consentirà di determinare facilmente la fascia di prezzo e di avere una buona idea di quando aspettarti un rimbalzo da questi livelli. Quando il prezzo si avvicina alla linea di supporto, è del tutto normale che il prezzo rimbalzi e continui a muoversi verso il primo livello di resistenza che hai identificato.

Tuttavia, quando la direzione del movimento è ovvia, i livelli di supporto e resistenza si inclinano e si delineano le tendenze. In una tendenza al rialzo, le linee di supporto e resistenza salgono e si basano su due o più punti più bassi o più alti della tendenza. Ogni punto dovrebbe essere più alto di quello precedente. È completamente l’opposto della tendenza al ribasso.

È estremamente importante tracciare questi livelli su un grafico utilizzando un periodo di tempo appropriato per il tuo stile di trading, altrimenti potresti ricevere falsi segnali. Ad esempio, se si preferisce mantenere posizioni a lungo termine, è necessario tracciare i livelli di supporto e resistenza su un grafico di 4 o 1 giorno.

Cosa succede quando i livelli di supporto e resistenza sono interrotti?

Se il livello di supporto viene interrotto durante una tendenza al rialzo, questo è un potenziale segnale per un’inversione della tendenza attuale; è probabile che il prezzo comincerà a diminuire. In questa situazione, è considerata una svolta quando una candela si chiude con il suo corpo sotto la linea. Se c’è una tendenza al ribasso e una candela si chiude con il suo corpo al di sopra del livello di resistenza, allora si presume generalmente che la tendenza al ribasso sta volgendo al termine e che è probabile un aumento del prezzo. Le innovazioni non segnalano solo l’inversione di tendenza, ma possono anche confermare la tendenza attuale. Ad esempio, se il prezzo di uno strumento aumenta e raggiunge un forte livello di resistenza, un potenziale passo avanti dimostrerà che l’aumento continuerà. Viceversa, quando un prezzo al ribasso sfonda un livello di supporto stabile, il declino continuerà.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Linee di tendenza

La previsione dei movimenti dei prezzi e delle tabelle di lettura consente di comprendere e conoscere meglio l’andamento dei prezzi di uno strumento. Se il prezzo di uno strumento è aumentato per un periodo di tempo, il mercato sta vivendo un trend rialzista. Allo stesso modo, se il prezzo è diminuito nel corso di un periodo di tempo, il mercato sta vivendo una tendenza al ribasso. Se, tuttavia, il prezzo è fluttuante all’interno di una fascia ristretta, senza un chiaro trend al rialzo o una tendenza al ribasso, allora si dice che il mercato stia variando.

Seguendo la tendenza è una delle strategie di trading più popolari. La regola fondamentale è seguire sempre la tendenza e non negoziare mai contro di essa. Ciò significa che quando il prezzo è in aumento, è necessario acquistare lo strumento, aspettandosi che continui la sua tendenza accanto alla maggior parte dei partecipanti al mercato. A volte, l’andamento della valuta e dei mercati azionari dura a lungo, persino anni.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Tipi di grafici

L’analisi tecnica è uno degli strumenti utilizzati dai trader per anticipare i movimenti dei prezzi. Si basa su dati passati e utilizza tre principi di base:

– il prezzo mostra tutto; si ritiene che tutto il fabbisogno del commerciante sia il prezzo e tutte le altre informazioni siano ignorate.

– c’è una tendenza nei movimenti dei prezzi. Una volta stabilita una tendenza, si ritiene che i movimenti dei prezzi futuri seguiranno più probabilmente, piuttosto che andare contro, la tendenza.

– storicamente, tutto si ripete ancora e ancora. Secondo la psicologia del mercato, è probabile che gli operatori rispondano allo stesso modo quando vengono presentati con condizioni di mercato simili.

Ciò significa che gli operatori devono disporre di informazioni di base sul modo in cui il prezzo di uno strumento ha subito fluttuazioni nel tempo al fine di proiettare i movimenti futuri. In breve, l’analisi tecnica si concentra sull’interpretazione dei grafici e la convinzione di fondo è che i movimenti del mercato seguano una logica predeterminata con schemi ricorrenti.

Le carte sono fondamentali per l’analisi tecnica e riflettono i movimenti di prezzo di uno strumento finanziario per un periodo di tempo. L’asse x orizzontale mostra il tempo, mentre l’asse y verticale mostra il prezzo. Pertanto, ogni punto del movimento del prezzo ha due caratteristiche: il valore del prezzo e il momento in cui è stato raggiunto. Questo è il motivo per cui è così importante per i trader essere in grado di utilizzare i grafici in modo efficiente.

L’intervallo di tempo utilizzato per visualizzare le informazioni sul grafico cambierà in base al periodo di tempo selezionato. Naturalmente, ogni periodo di tempo riflette i movimenti dei prezzi per un certo periodo. Il periodo di tempo minimo è un minuto, il che significa che ogni elemento del grafico contiene informazioni sui prezzi per il rispettivo minuto. Gli altri periodi di tempo sono 5, 15, 30 minuti, 1 o 4 ore, un giorno e una settimana. Più lungo è il periodo di tempo, più informazioni saranno visualizzate sullo schermo.

Di solito, il periodo che scegli di fare la tua analisi dipende da quanto tempo ti aspetti di mantenere la posizione, cioè se lavori a lungo, medio o breve termine. Se si prevede di mantenere le posizioni aperte per un periodo di tempo più lungo, è consigliabile utilizzare i grafici di quattro ore, giornalieri o settimanali. Se, tuttavia, preferisci una strategia di investimento più rischiosa e desideri entrare ed uscire rapidamente dal mercato, la tua analisi si baserebbe, di norma, su grafici di 5 minuti, 30 minuti o ogni ora.

Tipi di grafici

Esistono diversi tipi di grafici: grafici a linee, grafici a barre e il grafico più utilizzato, il candelabro giapponese.

Grafico a linee

Il primo, e di gran lunga il tipo più semplice, è il grafico a linee. Visualizza i prezzi di chiusura, che alcuni operatori ritengono essere l’informazione più importante, per ciascun periodo di tempo, interconnessi per formare una linea continua. Ad esempio, quando si utilizzano intervalli di 10 minuti, per formare il grafico verrà utilizzato il prezzo di chiusura alla fine di ogni sezione di 10 minuti. Sebbene semplice, un grafico a linee offre ai trader un’idea generale di come il prezzo si è spostato nel tempo.

Grafico a barre

I grafici a barre sono un altro tipo di grafico ampiamente utilizzato. Sono in gran parte identici ai candelabri giapponesi, ma differiscono visivamente. Non hanno corpi, ma minuscole linee orizzontali che rappresentano i prezzi di apertura e chiusura del periodo. Il prezzo di apertura è sul lato sinistro del bar, mentre il prezzo di chiusura è sulla destra. Un grafico a barre fornisce molte più informazioni rispetto al grafico a linee; tuttavia, i candelabri giapponesi sono molto più usati.

Questo tipo di grafico è composto da singoli elementi, noti come “candele”. Ogni candela contiene informazioni sui prezzi di apertura e di chiusura, nonché sui livelli più alti e più bassi raggiunti durante il periodo di tempo selezionato. Se il prezzo è aumentato nel tempo, la candela sarà verde. Se è caduto, la candela sarà rossa.

Ogni candela è fatta di un corpo e delle ombre, conosciute anche come code. Il corpo visualizza i prezzi di apertura e di chiusura, mentre le ombre riflettono i prezzi più alti e più bassi raggiunti. Le candele visualizzano le informazioni per un intervallo di tempo specificato. Se il tuo periodo di tempo scelto è un giorno, ogni candela rappresenta il movimento del prezzo su un giorno; allo stesso modo, se si seleziona un’ora, ogni candela corrisponde a un periodo di 60 minuti.

Generalmente si presume che più lungo è il corpo della candela, maggiore è il movimento dei prezzi e maggiore è la pressione di acquisto o vendita. Allo stesso modo, le candele corte indicano solo un piccolo movimento.

I grafici giapponesi Candlestick sono la forma più utilizzata di analisi tecnica. Ciò è dovuto al fatto che forniscono molte più informazioni sullo spostamento dei prezzi di uno strumento rispetto a un grafico a linee e formano varie forme che possono essere utilizzate per prevedere il movimento del mercato.

In conclusione, si può affermare che le candele forniscono una rappresentazione visiva unica delle dinamiche del mercato, facilitando così l’interpretazione delle informazioni relative ai prezzi.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Tipi di modelli

Poiché una delle regole fondamentali dell’analisi tecnica è che la storia si ripete, non sorprende osservare modelli di prezzi ricorrenti o “cifre”. Si ritiene che l’aspetto delle figure implichi un movimento nel mercato. A grandi linee, ci sono due tipi di figure – quelle che portano a un’inversione nella direzione del mercato, e quelle che confermano la tendenza e supportano il suo movimento.

Ci sono alcune regole di base riguardo alle figure:

• Prima di formare qualsiasi figura, dovrebbe essere preceduta da una tendenza chiaramente definita;
• Più la figura è grande e più chiaramente definita, maggiore è il potenziale del movimento imminente;
• Il primo e più comune segnale che una figura si formerà è la rottura di un importante livello di supporto o resistenza;
• Le figure formate al picco di un movimento sono generalmente più brevi nel tempo e più volatili rispetto alle figure che si formano in basso;
• Le figure formate nella parte inferiore di una tendenza di solito si estendono su una fascia di prezzo inferiore e richiedono molto più tempo per formare le figure che si formano al picco del movimento.

Modelli di inversione

La figura più famosa nell’analisi tecnica, e anche la più difficile da formare, è la formazione “testa e spalle”. Come suggerisce il nome, la figura stessa sembra una testa e un paio di spalle; consiste di tre picchi, la testa è il più alto dei tre, con le due spalle su entrambi i lati, anche se non è necessario che le spalle si trovino esattamente allo stesso livello. La linea di fondo della figura è conosciuta come la linea del collo.

Di solito, la formazione della testa e delle spalle si verifica durante un movimento verso l’alto e il suo aspetto segnala un’inversione nel mercato. I commercianti di solito vendono una volta che il livello dei prezzi raggiunge il collo. In questa situazione, un ordine Take Profit deve essere posizionato ad una distanza uguale alla distanza tra il punto più alto della testa e il collo. Per limitare le potenziali perdite, uno Stop Loss dovrebbe essere posizionato ad un livello uguale al punto più alto della seconda spalla.

In rari casi, è anche possibile sperimentare una figura di testa e spalle in una tendenza al ribasso. Questo è noto come una “testa e spalle invertita”, poiché punta verso il basso piuttosto che verso l’alto. Una testa e spalle invertite sono considerate un segnale da acquistare, e dove posizioni l’ordine Take Profit e Stop Loss dovrebbe essere determinato allo stesso modo di una normale testa e spalle, anche se al contrario.

Doppia cima / doppio fondo

Queste cifre si verificano relativamente frequentemente e si formano durante i movimenti dei prezzi sia verso l’alto che verso il basso. Le figure superiori sono identiche; la doppia cima consiste di due picchi consecutivi in una tendenza al rialzo, e la doppia parte inferiore consiste di due minimi consecutivi in una tendenza al ribasso.

Una doppia sommità assomiglia alla lettera M. Si forma durante un movimento ascendente quando il prezzo incontra il livello di resistenza ma non riesce a sfondare, formando il primo picco. Nel suo prossimo rialzo non riesce ancora a superare il livello di resistenza, creando il secondo picco. Le due vette mostrano che il potere degli acquirenti è stato completamente esaurito. Questo è un modello abbastanza comune ed è altamente affidabile.

Le regole per il trading riguardanti i doppi sono esattamente le stesse di quelle per la testa e le spalle. Una posizione corta dovrebbe essere inserita solo quando il livello di supporto è stato rotto. Normalmente, il Take Profit deve essere uguale alla distanza tra i livelli di supporto e resistenza. È consigliabile posizionare uno stop loss appena sopra il livello di supporto; come una volta rotto, diventerà un livello di resistenza.

Un doppio fondo si forma durante una tendenza al ribasso e assomiglia alla lettera W. Le linee di supporto e resistenza sono invertite, ma le regole per le posizioni di apertura sono le stesse del doppio piano. L’unica eccezione è che la posizione sarà lunga piuttosto che breve.

Tripla cima / triplo fondo

Questa figura è una combinazione dei due precedenti: testa e spalle e doppia sommità / doppio fondo. È, in effetti, un tipo di formazione di testa e spalle con l’eccezione che tutti i picchi, o il fondo, si trovano all’incirca allo stesso livello. Se si verifica, anche se raramente si vede, si dovrebbero usare le stesse regole di quando si ha a che fare con doppi apici e doppi bottoms.

Modelli di continuazione,

Una delle figure più comuni per segnalare che una tendenza continuerà è il cosiddetto “triangolo”. Esistono tre tipi di triangolo: simmetrico, ascendente e discendente. Ognuno ha una forma specifica e segnala i successivi movimenti di prezzo. La figura stessa è formata da due linee di tendenza convergenti in un punto, formando così un triangolo.

Un triangolo simmetrico è costituito da due linee di tendenza che si inclinano con un angolo quasi identico, anche se in direzioni diverse. In generale, un triangolo simmetrico indica che non esiste una direzione chiara, il che significa che il prezzo potrebbe salire o scendere. Poiché per disegnare una linea di tendenza occorrono almeno due punti, per formare un triangolo sono necessari almeno quattro: due per formare il livello di supporto e due per formare il livello di resistenza.

I triangoli sono speciali perché hanno una data di scadenza: il punto in cui le due linee di tendenza si fondono. Dopo questo punto, si ritiene che la figura sia stata formata e che la tendenza riprenda la direzione presente prima che il triangolo si formi. Nel momento in cui le due linee di tendenza si incontrano, la tendenza al rialzo riprende.

La regola generale è che questo movimento continuerà per un periodo che è lungo quanto la larghezza della base verticale del triangolo. Molti commercianti acquistano nel punto in cui le due linee si fondono, sperando di capitalizzare la tendenza al rialzo prevista. La situazione è la stessa in una tendenza al ribasso. Dopo che un triangolo simmetrico si forma, il declino si approfondirà e corrisponderà almeno alla lunghezza della base del triangolo.

Altre varianti sono i triangoli ascendente e discendente. Come suggeriscono i nomi, un triangolo ascendente indica un aumento di prezzo, mentre un triangolo discendente indica un calo di prezzo.

La bandiera è un’altra figura comune che può servire a confermare la direzione della tendenza. Una bandiera consiste in una serie di movimenti di prezzo all’interno di un intervallo ristretto, senza una direzione chiara. Questi si verificano normalmente dopo un brusco aumento o diminuzione del prezzo di uno strumento.

La bandiera consiste di due linee parallele, che sono rispettivamente i livelli di supporto e resistenza. Poiché le bandiere sono causate da una grande fluttuazione nel prezzo di uno strumento, hanno anche un pennone.

È importante notare che le bandiere sono un fenomeno relativamente a breve termine. In una fase di ripresa, una volta che il prezzo supera il livello di resistenza, la formazione è completa e il prezzo dovrebbe continuare a salire. Questo è, quindi, il momento in cui dovresti entrare nel mercato. Dopo che il prezzo ha superato il livello di resistenza, ci si può aspettare un aumento del prezzo pari almeno alla dimensione del pennone. È inoltre consigliabile inserire uno Stop Loss a livello di supporto per limitare eventuali perdite potenziali.

Allo stesso modo, se la bandiera si forma durante una tendenza al ribasso, allora dovresti entrare nel mercato quando il prezzo si rompe sotto il livello di supporto, cioè quando una barra si chiude sotto di essa. Il tuo ordine Take Profit dovrebbe essere determinato dalla lunghezza del pennone, mentre il tuo Stop Loss dovrebbe essere posizionato al livello di resistenza.

Analisi tecnica sul mercato Forex – Indicatori

In generale, gli indicatori rappresentano una rappresentazione matematica dei prezzi degli strumenti finanziari in periodi passati, utilizzati per prevedere i futuri movimenti di prezzo e fornire segnali per entrare e uscire dal mercato.

Esistono tre gruppi principali di indicatori:

– Indicatori di tendenza
– Oscillatori
– Indicatori di volatilità

Indicatori di tendenza

Questo gruppo di indicatori, come suggerisce il nome, fornisce le migliori prove per la presenza di una tendenza. Gli indicatori più comunemente utilizzati di questo tipo sono le medie mobili, che attenuano le fluttuazioni al fine di determinare la direzione della tendenza. Gli indicatori di tendenza non sono adatti per l’uso quando il mercato sta andando, in quanto possono fornire falsi segnali quando un mercato sta andando.

Simple Moving Average (SMA)

La media mobile semplice è l’indicatore più comunemente usato e più affidabile. È una curva che viene posizionata sopra il grafico dei prezzi ed è formata dalla media delle informazioni sui prezzi per un periodo di tempo. Gli operatori che preferiscono seguire movimenti di prezzo a breve termine in genere selezionano un periodo di tempo più breve, ad es. 7 giorni. L’informazione di quel periodo di tempo viene quindi calcolata come media per formare una curva uniforme. Quando viene utilizzato un breve periodo di tempo, l’indicatore è noto come media mobile veloce. Tuttavia, i commercianti che preferiscono mantenere le loro posizioni aperte per giorni o anche settimane, di solito preferiscono un periodo di tempo più lungo, ad es. 21 giorni e in questi casi l’indicatore è noto come media mobile lenta.

Lo svantaggio principale della media mobile semplice è che il calcolo si basa su un numero fisso di punti di prezzo passati e, pertanto, non tiene conto di tutti gli aspetti del prezzo di uno strumento. Una SMA attribuisce anche lo stesso peso a tutti i punti di prezzo utilizzati nel calcolo, il che significa che i prezzi nel passato sono considerati importanti come i prezzi recenti.

Questo tipo di media mobile è meno sensibile alle variazioni di prezzo. I segnali che fornisce sono anche più affidabili di quelli di altri tipi di media mobile, sebbene si verifichino in seguito. Poiché la SMA è basata su informazioni passate, i segnali si verificano dopo l’effettivo movimento del grafico, il che significa che potresti perdere l’inizio di una nuova tendenza.

Moving Average Convergence / Divergence (MACD)

Il MACD è un indicatore che può essere utilizzato in entrambi i mercati di tendenza e di gamma. Come indicatore di tendenza, dà un segnale ritardato e conferma l’esistenza di una nuova tendenza o la fine di una vecchia. Questo indicatore è composto dai seguenti elementi:

1. Linea MACD: la curva MACD è formata da due medie mobili, ad es. ЕМА12 e ЕМА26. La differenza tra le due medie mobili crea la linea MACD, che viene applicata alla tabella degli indicatori.

2. Linea zero: questa è la linea orizzontale sulla tabella degli indicatori. Quando la linea MACD è sopra la linea zero, c’è un trend al rialzo. Viceversa, quando il MACD è sotto la linea zero, c’è una tendenza al ribasso. Più lontana è la linea MACD dalla linea zero, maggiore è la differenza tra le due medie mobili. Quando la media in rapido movimento incrocia la media a movimento lento dall’alto verso il basso, il MACD attraversa la linea dello zero nello stesso modo, che è un segnale da vendere.

Tuttavia, quando la media in rapido movimento incrocia la media a movimento lento dal basso verso l’alto, il MACD attraversa la linea dello zero nello stesso modo, che è un segnale da acquistare.

3. Linea di segnale / linea di trigger – questo è molto spesso un EMA9 formato dalla curva MACD. Quando il MACD attraversa la linea di innesco dall’alto verso il basso, c’è un segnale di vendita (che precede quello del punto 2). Tuttavia, quando il MACD attraversa la linea del segnale dal basso verso l’alto, c’è un segnale di acquisto. Questo segnale appare poco prima di quelli descritti nel punto precedente.

4. Istogramma: l’istogramma è costituito da una serie di barre situate sopra e sotto la linea zero. Rappresenta la differenza tra il MACD e la linea del segnale; maggiore è la differenza tra i due, maggiori sono le barre sull’istogramma. Viceversa, minore è la differenza tra il MACD e la linea del segnale, minori sono le barre sull’istogramma.

Questi indicatori sono piuttosto inefficienti all’emergere di una tendenza, ma diventano molto utili verso la fine. Tutti gli oscillatori mostrano i livelli a cui uno strumento è considerato ipercomprato o ipervenduto e sono posti sotto la tabella dei prezzi. Consistono in una scala e una curva che fluttua tra i livelli di ipercomprato e ipervenduto. Se l’indicatore raggiunge uno di questi livelli, la tendenza si indebolirà. È quindi importante cercare eventuali discrepanze tra l’oscillatore e i segnali dalla tabella dei prezzi prima di aprire una posizione. Per questo motivo, gli oscillatori vengono normalmente utilizzati insieme ad altri indicatori al fine di evitare falsi segnali.

Relative Strength Index (RSI)

L’indice di forza relativa utilizza lo stesso principio di tutti gli oscillatori. Ha una scala da 0 a 100 e una curva che oscilla da qualche parte tra questi due numeri. I due numeri più importanti sulla RSI sono 30 e 70.

Quando la curva supera 70, lo strumento è considerato ipercomprato. Quando la curva scende di nuovo sotto i 70, dovresti vendere. L’opposto è vero quando la curva scende al di sotto di 30. Ciò significa che lo strumento è considerato ipervenduto e quando la curva supera ancora il 30, dovresti comprare.

Indicatori di volatilità

Le bande di Bollinger sono costituite da tre linee: una media mobile semplice, in media in media gli ultimi 20 periodi di tempo e due linee, ognuna delle due deviazioni standard dalla SMA. Le linee divergono durante i periodi di volatilità dei prezzi e si avvicinano quando i prezzi sono più stabili. I movimenti improvvisi del mercato sono solitamente preceduti da un periodo in cui le bande sono molto vicine tra loro. Quando il mercato sta andando, se il prezzo rimbalza su una linea, di solito si muove verso l’altro e raggiunge l’altro.

I movimenti dei prezzi al di fuori delle bande indicano una forte tendenza e indicano che il prezzo continuerà a muoversi in quella direzione. Questi indicatori aiutano a determinare quando la tendenza attuale continuerà, cioè quando il volume aumenta. Quando il volume diminuisce, la tendenza attuale sta volgendo al termine e presto sarà invertita.

Tipi di strumenti finanziari

Forex (coppie di valute)

Sul mercato FOREX, le valute sono sempre scambiate in coppia: euro / dollaro (EUR / USD), dollaro / yen (USD / JPY), euro / sterlina (EUR / GBP), ecc. Ogni coppia di valute comprende una base e una quotare valuta. La prima valuta di ogni coppia è conosciuta come valuta di base, mentre la seconda valuta è conosciuta come valuta di quotazione.

È importante notare che ogni volta che acquisti una valuta, ne vendi contemporaneamente l’altra. Ad esempio, se prevedi un aumento del prezzo dell’euro, dovresti acquistare la coppia di valute EUR / USD o qualsiasi altra coppia in cui l’euro è la valuta di base. Tuttavia, se prevedi che l’euro cali, dovresti vendere EUR / USD, o qualsiasi altra coppia di valute in cui l’euro è la valuta di base.

Nei tassi di cambio, la valuta del preventivo mostra quanto è necessario per acquistare o vendere un’unità della valuta di base. Le transazioni vengono sempre eseguite nella valuta del preventivo. Ad esempio, se il tasso di cambio GBP / USD è 1.3405, per acquistare o vendere 1.000 GBP, avrai bisogno di $ 1340.50.

L’apertura di una nuova posizione comporta sempre l’acquisto di una valuta e la vendita dell’altra. Se prevedi che il dollaro USA aumenti rispetto all’euro, dovresti vendere una determinata quantità della coppia EUR / USD, perché si ritiene che il dollaro sia più forte dell’euro, il che avrebbe un effetto negativo sulla coppia valutaria.

Esiste un elevato numero di coppie di valute, ma le principali e più scambiate sono: EUR / USD, GBP / USD, USD / JPY, AUD / USD, USD / CAD, NZD / USD e USD / CHF. Le coppie di valute hanno diversa liquidità; il più scambiato e, quindi, il più liquido è senza dubbio EUR / USD, seguito da USD / JPY e GBP / USD. Il dollaro statunitense è coinvolto in ciascuna delle sette coppie valutarie più scambiate ed è, di gran lunga, la valuta più popolare al mondo.

Ogni abbreviazione di tre lettere denota una valuta particolare. Le prime due lettere indicano il nome del paese e il terzo è il nome della valuta.

EUR – Euro
AUD – Dollaro australiano
CAD – dollaro canadese
JPY – yen Giapponese
NZD – Dollaro neozelandese
GBP – sterlina Inglese
CHF – Franco svizzero

Le quattro categorie di prodotti di scambio includono:
Energia (inclusi petrolio greggio, olio combustibile, gas naturale e benzina)
Metalli (inclusi oro, argento, platino e rame)
Bestiame e carne (inclusi maiali magri, ventri di maiale, bestiame vivo e bestiame da ingrasso)
Agricoli (compresi mais, soia, grano, riso, cacao, caffè, cotone e zucchero)

Il Dow Jones Industrial Average (DJIA) è uno degli indici più vecchi, più conosciuti e più usati al mondo. Comprende le azioni di 30 delle più grandi e più influenti società negli Stati Uniti. Il DJIA è noto come indice ponderato in base al prezzo. Inizialmente è stato calcolato sommando il prezzo per azione delle azioni di ciascuna società nell’indice e dividendo questa somma in base al numero di società: ecco perché si chiama una media. Sfortunatamente, non è più così semplice da calcolare. Nel corso degli anni, scissioni di azioni, spin-off e altri eventi hanno portato a cambiamenti nel divisore, rendendolo un numero molto piccolo (meno di 0,2).

Il DJIA rappresenta circa un quarto del valore dell’intero mercato azionario degli Stati Uniti, ma una variazione percentuale del Dow non dovrebbe essere interpretata come un’indicazione precisa che l’intero mercato è sceso dello stesso punto percentuale. Ciò è dovuto alla funzione ponderata in base al prezzo di Dow. Il problema di base è che una variazione di $ 1 nel prezzo di un titolo di $ 120 nell’indice avrà lo stesso effetto sul DJIA come una variazione di $ 1 nel prezzo di uno stock di $ 20, anche se uno stock potrebbe essere cambiato dello 0,8% e il altro del 5%.

Un cambiamento nel Dow rappresenta cambiamenti nelle aspettative degli investitori sui guadagni e sui rischi delle grandi aziende incluse nella media. Poiché l’atteggiamento generale nei confronti delle azioni a larga capitalizzazione spesso differisce dall’atteggiamento nei confronti di titoli a bassa capitalizzazione, titoli internazionali o titoli tecnologici, il Dow non dovrebbe essere utilizzato per rappresentare il sentimento in altre aree del mercato. D’altra parte, poiché il Dow è composto da alcune delle più note società negli Stati Uniti, ampie oscillazioni in questo indice corrispondono generalmente al movimento dell’intero mercato, sebbene non necessariamente sulla stessa scala.

L’indice azionario 500 Standard & Poor’s è un indice più ampio e diversificato rispetto al DJIA. Costituito da 500 delle azioni più quotate negli Stati Uniti, rappresenta circa il 70% del valore totale dei mercati azionari statunitensi. In generale, l’indice S & P 500 fornisce una buona indicazione del movimento nel mercato degli Stati Uniti nel suo complesso.

Poiché l’indice S & P 500 è ponderato in base al mercato (noto anche come ponderazione della capitalizzazione), ogni azione nell’indice è rappresentata in proporzione alla sua capitalizzazione di mercato totale. In altre parole, se il valore di mercato totale di tutte le 500 società dello S & P 500 scende del 10%, anche il valore dell’indice diminuisce del 10%. Un movimento del 10% in tutti gli stock nel DJIA, al contrario, non necessariamente causerebbe un cambiamento del 10% nell’indice. Molte persone considerano la ponderazione del mercato utilizzata nell’S & P 500 come una misura migliore del movimento del mercato perché due portafogli possono essere confrontati più facilmente quando i cambiamenti sono misurati in percentuali piuttosto che in dollari.

L’indice S & P 500 comprende aziende in diversi settori, tra cui energia, industria, informatica, sanità, finanza e beni di prima necessità.

L’indice composito del Nasdaq

La maggior parte degli investitori sa che il Nasdaq è lo scambio su cui vengono scambiati i titoli tecnologici. Il Nasdaq Composite Index è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato di tutti i titoli negoziati sulla borsa del Nasdaq. Questo indice include alcune società che non hanno sede negli Stati Uniti. Sebbene questo indice sia noto per la sua ampia porzione di titoli tecnologici, il Nasdaq Composite comprende anche titoli delle industrie finanziarie, industriali, assicurative e dei trasporti, tra gli altri. Il Nasdaq Composite comprende grandi e piccole imprese ma, a differenza di Dow e S & P 500, include anche molte società speculative con piccole capitalizzazioni di mercato. Di conseguenza, il suo movimento indica generalmente le prestazioni del settore tecnologico e l’atteggiamento degli investitori nei confronti di titoli più speculativi.

Il Wilshire 5000

Il Wilshire 5000 viene talvolta chiamato “indice di borsa totale” o “indice di mercato totale” perché quasi tutte le società quotate in borsa con sede negli Stati Uniti che hanno dati di prezzo facilmente disponibili sono incluse nel Wilshire 5000. Finalizzato nel 1974, questo indice è estremamente diversificato, compresi gli stock di ogni settore. Sebbene rappresenti una misura quasi perfetta dell’intero mercato statunitense, il Wilshire 5000 viene riferito meno spesso rispetto all’S & P 500 meno completo quando le persone parlano dell’intero mercato.

Il Russell 2000

Il Russell 2000 è un indice ponderato per la capitalizzazione di mercato delle 2000 più piccole azioni del Russell 3000, un indice delle 3000 maggiori società quotate in Borsa, basate sulla capitalizzazione di mercato, nel mercato azionario statunitense. L’indice Russell 2000 ha guadagnato popolarità negli anni ’90, quando gli stock a bassa capitalizzazione sono aumentati e gli investitori hanno trasferito più denaro nel settore. Il Russell 2000 è l’indicatore più conosciuto delle prestazioni giornaliere delle piccole imprese sul mercato; non è dominato da una singola industria.

La linea di fondo

È bello sapere che cosa succede nei molti diversi segmenti degli Stati Uniti e dei mercati internazionali. Se scegli un solo indice, o mercato, di cui parlare, tuttavia, non puoi sbagliare con l’S & P 500, che offre una buona indicazione dei movimenti nel mercato degli Stati Uniti in generale. Osservando gli indici e tenendo traccia dei loro movimenti nel tempo, è possibile ottenere un buon controllo sull’atteggiamento generale del pubblico investitore nei confronti delle aziende di tutte le dimensioni e di diversi settori.

Tipi di ordini commerciali

Ordini di mercato e ordini pendenti

Con un ordine di mercato, è possibile acquistare o vendere al prezzo corrente di uno strumento e la transazione viene immediatamente eseguita. Ciò comporta passare tempo, a volte anche giorni, monitorando i movimenti dei prezzi e aspettando il momento in cui viene raggiunto il prezzo desiderato.

Gli ordini pendenti, come suggerisce il nome, sono ordini la cui esecuzione è ritardata fino al raggiungimento di un prezzo predeterminato. I due principali vantaggi degli Ordini Pending rispetto agli Ordini di Mercato sono che consentono una maggiore flessibilità di trading (non è necessario attendere il raggiungimento del prezzo per effettuare un ordine) e che sono uno strumento di gestione del rischio molto più efficace. Dopo aver analizzato il mercato, puoi inserire il tuo Ordine in attesa sapendo che verrà eseguito automaticamente al prezzo desiderato.

Gli ordini pendenti possono essere utilizzati in una varietà di situazioni diverse; ad esempio, per chiudere una posizione già aperta, per aprire una nuova posizione o per modificare la quantità di una posizione esistente.

Stop / Limit ordini

Qual è la differenza tra gli ordini Stop e Limit?

Un Ordine Stop è un tipo di Ordine in sospeso posto nella direzione del movimento del prezzo (da acquistare quando il prezzo sale o vende quando il prezzo scende). Un Ordine Limitato funziona allo stesso modo, ma esegue la transazione inversa – vende quando il prezzo aumenta o acquista quando il prezzo scende.

Utilizzando gli ordini Stop / Limit per aprire una posizione

Se, in base alla tua analisi di mercato, decidi che uno strumento è suscettibile di aumentare di prezzo oltre il suo livello di resistenza, devi quindi effettuare un ordine pendente da acquistare a questo prezzo; questo è noto nel settore come “Entry Stop”. Pertanto, non è più necessario attendere davanti al computer per aprire una posizione al prezzo desiderato. Quando si attiva la fermata di ingresso, si avrà una posizione lunga aperta. Anche se a un prezzo leggermente più alto, sarà un investimento più sicuro, poiché la tua analisi avrà confermato la tendenza al rialzo.

Se, tuttavia, la tua analisi indica che il livello di resistenza si manterrà e ti aspetti che il prezzo rimbalzi, dovresti utilizzare un Ordine Limite noto come “Limite di Entrata”. Quando si raggiunge il livello di resistenza, si avrà una posizione corta aperta e, a causa dell’ingresso nel mercato a un prezzo superiore a quello attuale, si sarà in una buona posizione per guadagnare mentre il prezzo rimbalza.

Lo stesso è vero quando il prezzo scende. Se credi che uno strumento cadrà al di sotto del suo livello di supporto, dovresti utilizzare una fermata di ingresso al livello di supporto. Sebbene tu abbia già perso parte del declino dello strumento, è comunque possibile trarre profitto dalla tua posizione short aperta, fornendo la tua analisi corretta e il prezzo dello strumento scende al di sotto del suo livello di supporto.

Se, tuttavia, l’analisi suggerisce che il livello di supporto verrà mantenuto e il prezzo presto aumenterà nuovamente, quindi utilizzare un limite di entrata impostato a livello di supporto. Ciò determinerà l’apertura di una posizione lunga quando verrà raggiunto il livello di supporto e trarrai profitto dal momento che il prezzo si allontana dal suo livello di supporto.

Se si prevede un aumento del prezzo di uno strumento e, pertanto, si decide di acquistarlo, è una strategia ragionevole utilizzare un ordine di arresto al fine di minimizzare le perdite. Puoi piazzare uno Stop Order conosciuto come “Stop-Loss” ad una certa distanza al di sotto del prezzo dello strumento, che venderà lo strumento nel caso in cui il mercato dovesse andare contro di te e il prezzo scenderà al prezzo che hai fissato. È anche possibile utilizzare un Ordine limite noto come “Take Profit” per vendere lo strumento quando viene raggiunto un prezzo impostato superiore al suo valore corrente. Questo approccio viene utilizzato dai trader per bloccare i profitti prima che il mercato si muova nuovamente.

Se vendi uno strumento, lo “Stop Loss” sarà un prezzo superiore al prezzo corrente dello strumento, in quanto desideri che la caduta continui in modo da poter trarre profitto. Allo stesso modo, quando si vende uno strumento, il prezzo ‘Take Profit’ sarà inferiore al prezzo di apertura per garantire che il profitto desiderato sia ottenuto al diminuire del prezzo.

L’ultimo tipo di ordine in sospeso che può essere inserito è un Trailing Stop. Un Trailing Stop pone uno Stop Loss ad una certa distanza dal prezzo dello strumento. Questa fermata segue i movimenti del mercato. Se il mercato si muove nella direzione desiderata, il Trailing Stop segue automaticamente il prezzo dello strumento, alla distanza impostata. Tuttavia, se il mercato si muove contro di te, il Trailing Stop rimane fermo e non si muove.

Diciamo che compri oro, aspettandoti che il suo prezzo aumenti. Un Trailing Stop dovrebbe quindi essere posizionato ad una certa distanza al di sotto del prezzo corrente. Quando il prezzo sale, il Trailing Stop si sposta verso l’alto con il prezzo. Se il prezzo inizia a diminuire, il Trailing Stop rimarrà al prezzo più alto raggiunto prima dell’inizio del declino. Se il movimento verso l’alto è uguale alla distanza impostata, la posizione sarà, nella peggiore delle ipotesi, chiusa con profitto zero. Da qui, il prezzo potrebbe continuare a salire o scendere ulteriormente. Nel primo caso, quando la distanza tra il Trailing Stop e il prezzo è uguale alla distanza inizialmente impostata, il Trailing Stop riprenderà a salire verso l’alto. Tuttavia, se il prezzo continua a diminuire, la posizione verrà chiusa quando raggiunge il valore impostato dallo Stop.

Quando si vende uno strumento, il Trailing Stop verrà posizionato sopra, anziché sotto, il prezzo corrente, e rimarrà fermo quando il prezzo aumenta.

Come tutti gli altri tipi di ordini pendenti, i trailing stop sono un buon modo per mantenere la disciplina commerciale. Una volta posizionato, non devi preoccuparti della tua posizione, poiché verrà eseguita nelle condizioni ottimali impostate in base all’analisi.

Analisi dei mercati finanziari del 06 Settembre | ActivTrades Markets Commentary

In questo ultimo appuntato settimanale con l’ActivTrades Markets Commentary, Pierre Veyret ci commenta la situazione del mercato azionario in attesa dei dati sul rapporto sul lavoro degli Stati Uniti previsto per oggi.

Commento su MERCATI AZIONARI

Le azioni europee hanno aperto stamattina con un andamento misto malgrado un forte sentimento di mercato osservato durante la sessione asiatica a seguito di una migliore previsione delle valute in Yuan da parte della Banca popolare cinese. Tuttavia, il dollaro di Hong Kong è scivolato durante la notte in seguito alla decisione di Fitch Ratings di declassare il territorio da AA + ad AA, con prospettive negative per motivi politici a causa della crisi in atto.

Altrove il sentimento degli investitori rimane alto per la fine della settimana, nonostante la deludente produzione industriale tedesca di oggi. Il sentimento è stato rafforzato dai colloqui commerciali ravvivati ​​tra Washington e Pechino, le probabilità di una hard Brexit che si allontana e alcuni progressi a Hong Kong.

Ora tutti gli occhi sono puntati sul rapporto sul lavoro degli Stati Uniti di oggi, che dovrebbe mostrare un altro solido guadagno per agosto con 160.000 nuovi posti di lavoro aggiunti mentre si prevede che il tasso di disoccupazione si mantenga al 3,7%. L’attenzione dei trader sarà quindi spostata al discorso di Jerome Powell più avanti nel corso della giornata, poiché il Presidente della Fed fornirà le prospettive economiche. Il discorso potrebbe portare uno “strano” fine alla settimana di negoziazione, dato che dati statunitensi forti o in linea renderebbero ulteriori tagli dei tassi dalla Fed molto più duri del previsto. Per ora, i parametri di riferimento dell’UE rimangono misti e non molto volatili né direzionali. Le case automobilistiche stanno ancora aprendo la strada in tutta Europa. La migliore performance viene registrata dall’indice SMI-20 a Zurigo con prezzi scambiati di quasi lo 0,3% in più ma leggermente al di sotto del forte livello di 10.000 punti.

Chi è ActivTrades

ActivTrades (www.activtrades.eu/it) è un Broker specializzato nella negoziazione di Forex e CFD. Fondata nel 2001, è oggi una delle società leader del settore.
Il suo obbiettivo è quello di massimizzare le attività di trading dei propri clienti, offrendo ad essi una combinazione unica di elementi quali una vasta gamma di strumenti finanziari, spread competitivi e un eccezionale servizio di assistenza.

Dal suo quartier generale, situato nella City di Londra, ActivTrades offre i suoi servizi a una vasta clientela globale che, negli anni, ha potuto apprezzarne l’innovazione continua, l’eccellente ambiente di trading e un’efficace gestione del rischio.

Il Servizio di assistenza ai clienti di ActivTrades è disponibile 24 ore al giorno, da domenica sera a venerdì sera, in 14 lingue tra cui Italiano, Inglese, Francese, Spagnolo, Cinese e Arabo.

ActivTrades Plc è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority. Registrazione presso la FCA n. 434413. Iscritta all’Albo delle imprese di investimento comunitarie con succursale al n. 97.
ActivTrades Corp è autorizzata e regolata dalla Securities Commission of The Bahamas. ActivTrades Corp è una azienda commerciale internazionale registrata nel Commonwealth delle Bahamas, con numero di registrazione 199667 B.

I vantaggi di fare trading con ActivTrades

ActivTrades offre le migliori condizioni di trading confermate dai più prestigiosi riconoscimenti e sostenuta da trader di tutto il mondo

Miglior esecuzione

Fai trading con precisione a partire da 0,5 pip su EURUSD, senza requote o costi nascosti.

Supporto Clienti Pluripremiato

Assistenza 24/5, via email, chat e telefono in oltre 14 lingue.

Protezione dei fondi

Assicurazione integrativa per proteggerti fino a 1.000.000£

Il trading mobile

Fai trading ovunque tu sia, con la nostra piattaforma web o mobile.

  • Trading senza commissioni nè costi nascosti per aprire o chiudere un ordine;
  • Trading a partire da un micro lotto e massimizza la flessibilità del tuo trading con leva;
  • Supporto clienti italiano rapido e disponibile;
  • Le migliori piattaforme di trading;
  • Webinar settimanali e formazione personalizzata con formatori specializzati;
  • Demo gratuita.

Gli analisti di ActivTrades

Ricardo Evangelista

Ricardo Evangelista è approdato ad ActivTrades nel 2020 e ha ricoperto diversi ruoli senior, tra cui la gestione del desk internazionale. È fra i relatori di webinar e convegni di ActivTrades nel Regno Unito, collabora con media e tv fornendo analisi di mercato sul forex e sui principali strumenti finanziari.

Dal novembre 2020 è Senior Executive Officer (SEO) per ActivTrades. Prima di giungere prezzo il Broker londinese ha lavorato presso altre istituzioni finanziarie e nel settore IT.

Carlo Alberto De Casa

Carlo Alberto De Casa è Chief Analyst presso ActivTrades ed analista tecnico de La Stampa.
Collabora con Quadrante Futuro (progetto Centro Einaudi – Ersel) e ha partecipato, sempre con il Centro Einaudi, alla stesura del XVII Rapporto annuale sull’Economia. Ha lavorato a Londra per Bloomberg, per poi approdare al broker ActivTrades, specializzandosi sul mercato valutario e delle materie prime.

È ospite del canale televisivo economico Class Cnbc, collabora con le redazioni economiche di Milano Finanza, la Repubblica e Il Corriere della Sera. Dal gennaio 2020 è analista tecnico per il quotidiano La Stampa, per cui cura la rubrica “La Settimana dei Cambi”.

Più volte ospite della TV economica tedesca DAF, è spesso intervistato dai magazine Der Aktionär e Börse am Sonntag e da Reuters UK come analista sui mercati delle valute e delle commodities.

Nel 2020 ha pubblicato con Hoepli Editore “I segreti per investire con l’oro” e nel 2020 è arrivata la seconda edizione con approfondimenti ed aggiornamenti sul mercato dell’oro nel mondo della finanza.

Pierre Veyret

Pierre ha un’esperienza decennale sui mercati finanziari. Ha imparato l’importanza della finanza comportamentale e del money management dai grandi professionisti del settore. La sua vera specialità comunque risiede nella analisi tecnica, che ha avuto la possibilità di studiare in maniera approfondita acquisendo la certificazione IFTA, prima di diventare parte del team di ActivTrades, circa cinque anni fa.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: