Differenza tra strategie di trading binario e strategie di trading tradizionale

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Differenza tra strategie di trading binario e strategie di trading tradizionale

Nel campo del trading online esistono 2 grandi categorie differenti. La prima è quella del trading cosiddetto “tradizionale” ossia la tipologia più classica nata online soltanto qualche decennio fa ed ancora molto in voga tra i traders. La seconda categoria è quella del trading binario, che potremmo definire l’astro nascente del trading online che ha portato gli investimenti sui mercati finanziari ad un successo planetario creando una nuova fonte di profitti per milioni di persone vogliose di cambiare radicalmente la propria condizione economica.

Trading binario e tradizionale: strategie e guadagni differenti

Trading binario e trading tradizionale sono due campi differenti, ma per certi aspetti, ovviamente, molto simili. Tutte e due le metodologie di investimento sono in grado di farti fare guadagni impressionanti, ma in maniere e tempistiche del tutto differenti, ma soprattutto con strategie che tendono a differenziarsi parecchio. Sebbene anche alcune strategie tendano ad essere similari per quanto riguarda la scelta dell’entrata a mercato, c’è una sottile differenza di fondo tra i due tipi di trading: quello binario è certamente più semplice, pratico e diretto, di quello tradizionale.

Il trading tradizionale nella sua annosa storia ha reso ricchi molti traders, ma visti i vantaggi appena elencati del trading binario, molti di questi stanno ormai voltando pagina per rivolgersi a qualcosa di molto più moderno e di facile utilizzo, ma che rimane sempre professionale, come le opzioni binarie.

Strategie di trading tradizionale

Grade differenza tra i due tipi di trading sta nell’atteggiamento strategico da adottare da parte degli stessi investitori. Chi investe nel forex in maniera tradizionale deve avere ben presente che i mercati si muovono attraverso cicli ben definiti e riconoscibili, cicli che possono durare mesi, a volte anche anni. Sebbene vi sia chi fa “day trading” per cercare di fare guadagni più velocemente, il trader tradizionale deve molto più spesso attuare strategie di lungo termine per portare a casa profitti considerevoli.

Il trader tradizionale è costretto a seguire una posizione aperta per tempi davvero lunghi, con la necessità di monitorarla in ogni momento per evitare che qualche imprevisto, nel tempestoso mondo dei mercati finanziari, vanifichi gli sforzi perpetuati nell’arco di intere settimane di lavoro. Inoltre in questo campo ha molta più importanza l’analisi fondamentale a dispetto di quella tecnica rimane pur sempre molto importante. Le strategie quindi si basano su previsioni che si aspettano che il valore di un bene cresca costantemente o diminuisca anche di molto in un lungo arco di tempo.

Strategie di trading binario

Il trading binario invece, come dicevamo, è molto più semplice, veloce e diretto. Ogni trader con le opzioni binarie è più libero di scegliere le proprie strategie di guadagno e le tempistiche entro le quali vuole ottenerlo. Una posizione di trading binario può restare aperta anche per più di una settimana, ma le scadenze degli investimenti in genere sono settate anche nell’arco di 60 secondi per perdere subito il profitto e portarlo in cassaforte in un soffio.

Ogni trader di opzioni binarie può fare affidamento sul fatto che già in principio è a conoscenza di quanto può perdere, ma anche di quanto può guadagnare. Di conseguenza non è difficile mettere su un piatto possibili entrate ed uscite e comprendere al volo se sia il caso o meno di entrare a mercato e fare un investimento. Nel trading binario l’analisi tecnica può essere regina indiscussa, perché è in grado di farti comprendere in pochi secondi le attuali condizioni dei mercati, tu devi solo agire in base a quello che ti viene mostrato. Le strategie sono anche piuttosto semplici da applicare sta solo a te avere la pazienza di assimilarle.

BONUS: Nel nostro portale abbiamo raccolto le migliori strategie di trading binario, adatte anche a trader alle prime armi perché spiegate nel dettaglio ed arricchite di grafici esplicativi.

Trading con opzioni binarie: ecco le differenze

Il trading binario è finalizzato all’acquisto di opzioni binarie che non sono altro che contratti finanziari in grado di far guadagnare chi opera in questo settore, prevedendo l’andamento di un asset. Si tratta di uno dei metodi di guadagno più diffusi negli ultimi tempi, che sta riscuotendo un forte riscontro sia tra gli operatori finanziari esperti, sia tra coloro che da poco hanno iniziato ad affacciarsi su questa nuova realtà.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Si parla di opzione “binaria” in quanto il trader si trova di fronte a due possibilità: investire sul valore dell’asset (coppia di valute, mercato azionario, oro, argento e altre materie prime) e prevedere un aumento o un ribasso. Mentre nel trading tradizionale il guadagno è legato solo ed esclusivamente all’andamento dei titoli, qui si potrà ottenere dei profitti quando si riuscirà ad anticipare la salita o la discesa del prezzo dell’asset entro la data di scadenza prefissata.

L’asset, il cosiddetto sottostante, è una valuta, un indice o anche un’azione. Nel momento in cui facciamo trading binario dobbiamo prevedere se il valore dell’asset salirà o scenderà entro una determinata data di scadenza.

La vincita non dipenderà, dunque, tanto dall’andamento dell’asset, quanto dalla previsione che abbiamo fatto. A differenza delle normali azioni, le opzioni binarie consentono, infatti, di guadagnare anche quando l’asset perde il suo valore.

Trading con opzioni binarie, cosa sono?

Nel momento in cui decidiamo di fare trading con le opzioni binarie, dobbiamo registrarci ad un broker (piattaforme e siti online) ed avere un minimo deposito per iniziare ad operare. Il primo passo da compiere riguarderà sicuramente la scelta dell’asset su cui intendiamo puntare. Una volta studiato il suo andamento, possiamo ipotizzare anche una sorta di pronostico. Questo è il punto più importante in quanto sceglieremo, in qualità di trader, quale opzione binaria utilizzare.

Le opzioni binarie si suddividono in tre tipologie: Call/Put, One Touch e Range

Le opzioni Call/Put, famose anche con il nome di Alto/Basso, sono quelle in cui il trader deve prevedere se il prezzo dell’asset scelto aumenterà o diminuirà rispetto a quello iniziale. Sarà stabilita una scadenza prefissata che può andare dai 60 secondi a diversi giorni.

Ipotizziamo di voler puntare sul cambio euro-dollaro che ha una quota di 1.40; se noi pensiamo che entro 60 secondi tale prezzo salirà, punteremo sull’opzione “Call” o anche “Alto” e fisseremo come scadenza quella di un minuto. Se allo scadere dei 60 secondi, il prezzo sarà maggiore della quota iniziale di 1.40, allora guadagneremo fino all’85%. Qualora invece la nostra previsione fosse sbagliata, allora si perderà l’importo che abbiamo deciso di investire.

La seconda tipologia è quella delle opzioni One Touch o anche “tocca/ non tocca” dove il trader deve essere in grado di prevedere se l’asset scelto raggiungerà (o meglio per usare il linguaggio tecnico “toccherà”) o meno un determinato costo fissato dal broker. Anche in questo caso tutto dovrà avvenire entro una data scadenza. Qui la cosa importante è che non è fondamentale quale sarà il prezzo dell’asset alla scadenza, ma solo se riuscirà a toccare, anche solo una volta prima del termine fissato, il prezzo indicato dal trader.

Prendiamo come esempio sempre il cambio euro-dollaro a quota 1.40 ed immaginiamo di voler usufruire dell’opzione binaria “tocca/non tocca” (One Touch) con la previsione di quota 1.42 a scadenza di 5 minuti. Entro 5 minuti se la quotazione Euro/Dollaro raggiunge il prezzo di 1.42, avremo indovinato e dunque guadagnato. In caso contrario perderemo il capitale che abbiamo investito.

Le Range (o intervallo) è la terza opzione binaria che solitamente viene utilizzata quando la situazione è abbastanza tranquilla sul piano finanziario. In questo caso il trader deve prevedere se il prezzo del titolo sarà contenuto all’interno di un range di prezzo definito dal broker. L’intera operazione deve avvenire entro una scadenza, prestabilita anch’essa dal broker.

Ipotizziamo che ci venga proposto un intervallo 1.40 – 1.42 e una scadenza di 10 minuti. Ciò significa che dovremo prevedere allo scadere di questi dieci minuti se il prezzo del cambio sarà compreso in questo range (1.40- 1.42) oppure sarà fuori.

Opzioni binarie, qual è il tempo stabilito per guadagnare?

Una volta selezionata la tipologia di opzione, bisognerà considerare anche la scadenza. Essa potrà essere di breve durata (10, 5, 2 minuti o 60 secondi), media (qualche ora) o di lunga durata (qualche giorno). Una volta acquistata l’opzione, al trader non resta che aspettare il termine ultimo per verificare se la sua previsione ha sortito un effetto positivo e dunque un guadagno o in caso contrario se avrà perso la somma puntata.

I guadagni cambiano in base alla piattaforma scelta e partono da una percentuale del 60% sino ad arrivare, nei casi più rischiosi, al 300%. Solitamente viene definita un’ottima percentuale di ritorno quella dell’85%.

Il trading binario è una scommessa?

Chi è alle prime armi crede che il trading binario possa essere identificato come una scommessa in quanto il trader fa un pronostico su quanto accadrà. In realtà non si tratta di prevedere il futuro ma di uno studio che deriva da un’attenta analisi di mercato. Gli esperti consigliano per chi da poco si è immesso su tale realtà di iniziare con il trading demo che consente di poter fare una simulazione con soldi virtuali. Si tratta del modo giusto per far pratica sui mercati reali con la certezza, però, di non perdere i propri risparmi.

Trading binario, a chi conviene?

In molti sostengono, poiché l’operazione non sia difficile da un punto di vista pratico e tecnico, che il trading binario possa essere accessibile a tutti. In realtà non è assolutamente vero. Il temperamento adatto a svolgere questo tipo di attività è sicuramente quello di una persona che non teme il rischio. Infatti così come è possibile ottenere guadagni alti, allo stesso tempo si possono avere gravi perdite.

Il trading binario rappresenta un’opzione redditizia quando una persona ha una certa predisposizione e soprattutto ha imparato come agire sul mercato.

Trading binario, quali sono i rischi?

Uno dei principali rischi è confondere il trading binario con un gioco o una scommessa in cui l’obiettivo del trader sia solo guadagnare soldi facili. C’è invece una differenza tra le previsioni su un asset o una partita in un Casinò. Le opzioni binarie possono rappresentare un affare soprattutto per chi ha il temperamento e le conoscenze giuste. In caso contrario si perderanno sia il tempo che soprattutto i capitali conservati.

Trading binario, quale broker scegliere?

Come anticipato in precedenza, uno dei primi passi è quello della scelta del broker. In Italia, tra quelli autorizzati e sicuri, c’è Top Option che offre rendimenti alti ai trader.

Si tratta del primo sito autorizzato in Italia dalla Consob che permette di ottenere promozioni e bonus per un valore massimo di 2.500 euro in omaggio da investire poi in trading. Con TopOption, inoltre, viene richiesto un deposito basso: bastano 100 euro per iniziare ad operare. Presenta sia una piattaforma web molto facile da utilizzare che un’applicazione mobile per far sì che si possa investire in opzioni binarie anche dal cellulare, smartphone o Iphone. Il capitale che versiamo viene custodito in un conto assicurato. Possiamo stare tranquilli perché si tratta di un conto protetto. Inoltre sia i depositi che i prelievi si verificano all’istante.

Trading binario, come guadagna il broker?

Le piattaforme che ospitano le opzione binarie guadagnano in base alla quantità di affari ed indipendentemente dalla vittoria o dalla perdita del trader. Ovviamente ai broker conviene che la persona che investe su tale settore riesca anche a guadagnare in quanto ciò si tradurrà in ulteriori previsioni per aumentare i propri profitti. Se il broker guadagnasse solo sulle sconfitte, a lungo andare la situazione andrebbe a ritorcergli contro, in quanto il trader perdente potrebbe poi smettere di puntare per evitare ulteriori perdite di capitali.

Opzioni binarie, quanto guadagna invece il trader?

Un trader capace di comprendere bene le dinamiche del mercato può arrivare addirittura a portare a casa oltre 5.000 euro al giorno, gestendo un capitale di circa 1.000. Per raggiungere un simile guadagno è necessaria sicuramente tanta pratica. Gli esperti consigliano, infatti, di partire con un importo inferiore da puntare soprattutto quando si è alle prime esperienze.

Se prendiamo in considerazione le piattaforme di TopOption o BdSwiss, il guadagno di un singolo trade è del 85%. Se puntassimo 100 euro, in poco tempo potremmo ottenere 185 euro. In caso di perdita, ovviamente, andremmo a perdere la somma investita.

Guadagnare con il trading binario, quali sono le regole più importanti da seguire?

Per cercare di ottenere il maggior numero di guadagni con il trading binario, dobbiamo seguire alcuni consigli per evitare perdite di capitali e poter avviare un tipo di attività che potrebbe essere fruttuosa.

  1. Secondo gli esperti non è il caso di affidarsi a più broker, ma è necessario scegliere quello che per noi rappresenta il meglio e dunque che trasmetta maggiore affidabilità. Tra i più quotati, oltre che autorizzati e legali, nel nostro paese ci sono TopOption e BdSwiss;
  2. E’ indispensabile documentarsi bene, prima di procedere, su cosa siano realmente le opzioni binarie, sulle tipologie esistenti, sul funzionamento e sulla scadenza. Dobbiamo, infatti, essere certi prima di effettuare la nostra previsione e capire che maggiore sarà la conoscenza, più saranno le possibilità di guadagno;
  3. Gli esperti consigliano come terzo punto quello di fissarsi un profitto giornaliero come obiettivo. L’intento è evitare che si vada oltre e che si finisca con investire in maniera eccessiva perché presi dal desiderio di guadagnare;
  4. E’ importante imparare a gestire le proprie emozioni. Bisogna essere sempre razionali e non farsi prendere dall’euforia anche dopo aver guadagnato ad esempio l’85% in pochi minuti. Chi intende investire con le opzioni binarie deve tenere bene in mente questo punto. Calma e sangue freddo sono alla base di ogni trader di successo;
  5. Dobbiamo imparare a gestire bene il nostro capitale. Non possiamo immaginare di voler puntare tutto il capitale che abbiamo a disposizione in un singolo colpo. Ciò infatti ci esporrà al rischio di perdere tutto in pochissimo tempo. Il consiglio degli esperti è quello di puntare in realtà solo il 10- 15% del proprio capitale totale. Se pure il nostro investimento dovesse andare male, non ci saranno effetti devastanti per noi e per l’intero bilancio familiare.

Trading binario, quali sono le strategie base?

Chi decide di guadagnare realmente con le opzioni binarie, farà sicuramente uso di determinate strategie affinché la propria previsione possa risultare vincente.

Ecco alcune delle strategie base:

Strategia rialzista 1-2-3

Si tratta di una strategia utilizzata per le opzioni binarie e che indica che il prezzo dell’asset scelto (detto anche “sottostante”) salirà in questo modo:

Immaginiamo di acquistare un’opzione binaria di tipo Alto e dall’importo di 100 euro. La scadenza è a 5 minuti.

Se dopo 3 minuti il prezzo sta salendo, dobbiamo acquistare ancora un’altra opzione binaria di tipo Alto e di importo 50 euro con scadenza 5 minuti.

Qualora, invece, dopo 3 minuti il prezzo stesse scendendo, si acquisterà un’opzione binaria del tipo Alto a 2 minuti di importo 200 euro.

Se la nostra previsione è giusta andiamo sicuramente a guadagnare di più, ma in caso contrario saremmo stati in grado di minimizzare la perdita di capitale.

2 – Strategia ribassista Put 1-2-3

Questa strategia funziona ugualmente a quella al rialzo, ma in questo caso poiché la scelta cadrà su un trend ribassista, dovremmo acquistare opzioni binarie di tipo Basso.

Trading con opzioni binarie, ecco il video informativo

Per avere un’idea più completa di cosa voglia significare operare con il trading con opzioni binarie, vi consigliamo la visione di questo filmato che riuscirà a chiarire ulteriori dubbi e a fornirci utili considerazioni per una perfetta “puntata”.

Trading CFD: cosa sono, vantaggi e strategie CFD trading

In questa guida potrete trovare un approfondimento completo su cosa sono i CFD e su cos’è il trading CFD.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Partiremo dalla definizione per poi analizzare anche le diverse opinioni, i vantaggi egli svantaggi che essi offrono. Infine vi illustreremo alcuni esempi su come fare trading con i CFD online. Ma proseguiamo con ordine.

Cosa sono i CFD?

Cosa sono i CFD? Il termine CFD in finanza è l’abbreviazione di Contracts For Difference (contratto per differenza), e si riferisce al contratto che viene stipulato tra broker e trader .

I CFD sono un prodotto finanziario derivato (come le opzioni binarie) in cui è presente l’utilizzo della leva finanziaria .

Sono derivati perché il loro valore è ancorato a quello di un altro asset detto sottostante. Tutti i broker che forniscono CFD permettono l’apertura di posizioni sia al rialzo che al ribasso e permettono l’acquisto di mini-contratti.

Ciò è possibile perché essi sono negoziati nei mercati non regolamentati (OTC) e come tali sono privi di limitazioni normative.

I CFD, al contrario dei futures, non hanno scadenza e non è prevista una consegna fisica dell’asset. Inoltre decidendo di mantenere aperta una posizione per più di un giorno si incorre nel pagamento di interessi, i quali saranno addebitati sia per posizioni rialziste che per posizioni ribassiste. Alcuni broker invece accreditano interessi attivi per le posizioni ribassiste. Tale interesse è stabilito infatti dai broker ed è da loro impostato.

I CFD, noti anche come Contratti per Differenza o contract for difference – CFD), rappresentano un modo flessibile di fare trading sui movimenti di prezzo di alcuni mercati come ad esempio:

I CFD sono molto differenti rispetto agli altri strumenti finanziari e soprattutto in questi ultimi anni, i CFD stanno prendendo sempre più piede tra gli investitori.

I motivi sono legati ai vantaggi del trading CFD, che ha caratteristiche nettamente diverse dal classico trading azionario o dal trading Forex.

Nel prossimo paragrafo vedremo quali sono le caratteristiche e funzionalità principali dei contratti CFD, per poi analizzarle nel dettaglio nel resto dell’articolo.

Trading CFD online: i vantaggi

Come abbiamo detto, i CFD sono uno strumento finanziario molto differente rispetto agli altri. Vediamo di scoprire quali sono le caratteristiche dei CFD, per comprendere al meglio come funzionano i CFD.

Strumento derivato

I contratti CFD sono strumenti derivati. Ciò significa che quando facciamo trading CFD, non possederemo mai realmente gli asset (come titoli azionari , coppie di valute, etc…) che stiamo comprando o vendendo. Infatti, i CFD sono dei contratti che vengono stipulati tra noi, i trader , ed il broker . Al contrario del classico trading azionario o del trading Forex, dove negli scambi vi sono sempre due trader , uno che compra e uno che vende.

Commissioni minori

Dato che con i contratti CFD non avvengono dei reali scambi di asset, i costi relativi alle operazioni sono inferiori. Per esempio, nel mercato azionario bisogna pagare delle commissioni sia quando si vuole aprire una posizione, sia quando la si vuole chiudere. Cosa che invece non accade nel trading CFD.

Sono presenti invece delle commissioni se si vogliono tenere aperte le proprie posizioni durante la notte, anche se di solito il trading CFD è un trading molto rapido e molti trader operano durante l’arco della giornata (day trading o intraday trading).

Leva finanziaria

I contratti CFD sono inoltre caratterizzati dalla presenza della leva finanziaria.

La leva finanziaria permette di amplificare sia i guadagni che le perdite, dato che “moltiplica” il capitale a disposizione del trader . Per esempio, se investite €100 con una leva pari a 1:100, in realtà potrete muovere sui mercati una cifra pari a € 10.000.

La leva finanziaria viene offerta dal broker CFD, e ogni broker dispone di diversi tipi di leve.

Per saperne di più sulla leva finanziaria , vi consigliamo di leggere la nostra guida all’utilizzo della leva finanziaria.

Piattaforme di trading user friendly

Il trading CFD ormai viene offerto da centinaia e centinaia di broker .

Molto probabilmente si tratta di uno degli strumenti finanziari derivati più utilizzati al mondo.

Per tal motivo i broker CFD hanno deciso di creare piattaforme di trading facili da usare, e alla portata anche dei trader meno esperti. Inoltre, molti broker permettono di usare anche un account demo gratis, con il quale è possibile fare trading CFD con soldi virtuali, potendo così fare pratica senza mai mettere a rischio il proprio capitale.

Capitale per iniziare minimo

Al contrario di altre forme di trading , la negoziazione con i CFD richiede anche capitali contenuti per iniziare ad investire. Infatti, la maggior parte dei broker CFD spesso richiede anche piccole cifre, come 200-300 euro per deposito minimo con cui aprire un account di trading .

Svariati asset

Il trading CFD permette di investire su migliaia di asset differenti, dato che è possibile usare titoli azionari , indici azionari, coppie di valute, materie prime , ETF , valute virtuali, e così via. In altre parole, avrete l’imbarazzo della scelta quando dovrete scegliere su cosa investire.

Social trading CFD: l’innovazione del trading CFD

Prima di discutere approfonditamente di come funziona il trading CFD, vogliamo soffermarci su una nuova funzionalità del trading CFD: il Social trading .

Il Social trading permette ai trader di copiare le operazioni di altri trader , il tutto in maniera completamente automatica.

Avete capito bene: potete scegliere quali trader seguire, impostare quanto capitale investire su ogni trader , e la piattaforma del Social trading offerta dal broker , copierà in automatico (in maniera proporzionale) tutte le operazioni svolte dai trader che state seguendo.

Ma il Social trading non si limita solo a ciò: grazie al Social trading è possibile comunicare con gli altri trader , condividendo opinioni, idee e analisi riguardo ai mercati e al loro andamento.

Si possono chiedere domande e dubbi, aiutando così anche i trader meno esperti a comprendere come funziona il trading CFD.

Inoltre, i trader principianti possono copiare in automatico le operazioni dei trader professionisti, portandosi così a casa dei buoni guadagni senza dover muovere un dito.

Se invece siete dei trader con una certa esperienza, potete guadagnare commissioni extra ogni mese a seconda del numero di trader che vi sta seguendo e copiando le vostre operazioni.

Insomma, il social trading è una soluzione vincente sia per i trader principianti, sia per i trader professionisti. Se volete saperne di più a riguardo, vi rimandiamo al nostro articolo su come funziona il social trading.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni
  • Licenza: CySEC;
  • Opzioni Forex;
  • Deposito min: 10€.
Opzioni Forex – deposito minimo basso Prova GratisIQ Option opinioni
  • Licenza: FKTK
  • Forex e CFD
  • Deposito minimo: 100 euro
Conto Demo ECN gratuito – data feed completo Prova GratisDukascopy opinioni
  • Licenze: CONSOB, BaFin
  • Conto CFD, Barrier&Options, Turbo24
  • No deposito minimo
Con IG puoi fare trading sui primi certificati turbo al mondo H24 Prova GratisIG opinioni
  • Licenza: ASIC
  • Broker NO ESMA
  • Leva finanziaria alta
Broker NO ESMA – leva finanziaria alta Prova GratisIC Markets opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Cosa sono i CFD: come scegliere una strategia valida

Come ogni forma di trading , anche il trading CFD richiede l’utilizzo di una strategia di trading adatta.

Fare trading CFD senza una buona strategia equivale a mettere a rischio il proprio capitale: una strategia funziona da vera e propria guida quando si tratta di investire.

Infatti, una strategia serve a:

  • sapere quando e come investire sui mercati
  • la cifra da investire per ogni singola operazione
  • come impostare i livelli di Stop Loss e Take Profit
  • aumentare i propri guadagni e ridurre le perdite
  • gestire al meglio il proprio tempo nel trading online
  • controllare le proprie emozioni

Può sembrare strano che dall’utilizzo di una strategia di trading CFD si possano avere così tanti benefici, eppure la realtà è proprio questa.

Una strategia di trading si basa principalmente sugli strumenti dell’analisi tecnica, che analizzano l’andamento dei mercati e ci permettono di carpire utili informazioni, che useremo per decidere se investire al rialzo oppure al ribasso, così come per individuare i punti di entrata e di uscita dalle nostre posizioni (posizioni long per investire al rialzo, posizioni short per investire al ribasso).

Non solo, una strategia ci fornisce anche un modo per impostare con precisione i livelli di Stop Loss e Take Profit.

Questi ci permettono di chiudere in automatico le posizioni da noi aperte sia in caso di perdita eccessiva, sia in caso di raggiungimento del proprio obiettivo di guadagno. In tal modo riusciamo a migliorare il nostro livello di operatività, permettendoci di ridurre le perdite ed aumentare i profitti.

Ma una strategia di trading CFD ci permette anche di saper gestire al meglio il nostro tempo: grazie ad una strategia , sappiamo quali sono i migliori momenti per investire durante l’arco della giornata.

Per tal motivo non dovremo rimanere davanti ad un computer per tutto il tempo, ma solamente in quelle ore dove i mercati si trovano nelle migliori condizioni per applicare la nostra strategia di trading .

“Apri

Apri un conto Demo Illimitato

Prova il trading online con i CFD e Plus500! Scegli di fare trading con l’app mobile o la piataforma web! Fai trading con il conto demo illimitato Plus500! Broker regolamento ed autorizzato!

E non dobbiamo scordarci del controllo sulle nostre emozioni.

Già, perché le emozioni sono uno dei principali nemici dei trader .

Incominciate a vincere un po’ troppo e vi sentirete più sicuri del solito, andando così magari a rischiare più soldi sulle vostre operazioni, oltre ad aumentare la vostra operatività.

Perdete invece troppe operazioni di fila e la vostra sicurezza svanisce del tutto, facendovi ridurre molto probabilmente la vostra operatività e piuttosto che investire, preferirete aspettare, lasciandovi scappare buone opportunità di investimento.

Senza dover parlare dell’avidità, che spesso spinge i trader a voler guadagnare cifre impossibili in tempi troppo brevi.

Una strategia di trading CFD serve a tutto ciò, e dovrebbe essere scelta con cautela.

Inoltre, la strategia da voi scelta dovrebbe adattarsi al vostro stile di trading : preferite investimenti sul lungo termine o sul breve termine? Quanto tempo avete a disposizione per fare trading online a settimana? E di quanto capitale disponete per iniziare?

Queste sono le domande principali a cui dovete rispondere prima di partire alla ricerca di una valida strategia di trading CFD, ricordandovi sempre di testare tutte le vostre strategie con un account demo (che utilizza soldi virtuali) prima di investire con soldi reali.

Il broker eToro fornisce un account demo gratuito per tutti i trader , con una piattaforma di trading molto facile da utilizzare, che implementa anche la funzionalità del Social Trading.

I rischi del trading con i CFD

Negoziare sui CFD spinge inevitabilmente a rischiare una grande parte del proprio capitale ed è per questo che è bene tenere a mente i principali rischi a cui si incorre utilizzando tali strumenti.

Rischio di investimento

La storia insegna chela previsione perfetta non esiste e considerando che i CFD sono strumenti a leva , anche una piccola variazione di prezzo del sottostante può avere un grande impatto sulle nostre finanze.

Rischio della controparte

Quando operi con i CFD, l’unica cosa che acquisti è il contratto con il tuo broker , il quale diventa quindi la tua controparte nella transazione finanziaria. Vi è quindi un rischio di conflitto di interessi.

Rischio denaro del cliente

La legge non impone ai broker di detenere i soldi dei clienti in conti separati, ciò significa che se un cliente non rispetta i suoi pagamenti a rimetterci potrebbero essere tutti gli altri.

Rischio di liquidità

Se il sottostante su cui abbiamo intenzione di investire non ha adeguati volumi di negoziazione, il broker potrebbe non processare la nostra posizione.

Trading CFD: esempio

Per comprendere meglio il tutto facciamo un esempio.

Supponiamo che un trader investe nel trading sapendo che una compagnia petrolifera possa prevedere per il prossimo periodo un aumento dei profitti; quindi un aumento del prezzo . In questo momento il trader può optare per comprare 10.000 unità a 19,50 €.

Di conseguenza avremo che:

  • un aumento di prezzo , da 19,50 a 19,90 € comporterebbe un profitto di 40 centesimi, che moltiplicati per la posizione di 10.000 unità, porterebbe ad un profitto totale pari a 4.000 €.
  • una riduzione del prezzo , sempre di 40 centesimi, non porterebbe altro che una perdita di 4.000 €.

Da qui ne possiamo ricavare 2 differenti modalità di investimento:

  • se il trader pensa che il prezzo di un determinato prodotto (in questo caso il petrolio) possa salire di valore , allora possiamo agire, sempre sulla base di una previsione corretta, vendendo il prodotto in un secondo momento. In questo modo otterremo un profitto.
  • Se invece pensiamo che la previsione sia sbagliata e il valore scende, non otterremo altro che una perdita.
  • Se invece pensa che il prezzo di un determinato prodotto, possa scendere di valore , allora agiremo con una previsione ribassista, quindi al ribasso e nel caso questa si dovesse avverare, è possibile acquistare il prodotto ad un prezzo minore rispetto a quello di mercato e ottenere in questo modo un profitto. In caso contrario, otterrà una perdita.

Trading criptovalute con i CFD!

Il trading CFD sulle criptovalute ti permette di investire in un mercato completamente nuovo rispetto a quelli che oggi sono conosciuti.

Oggi puoi scegliere di fare trading con le criptovalute e fare trading in particolar modo sui Bitcoin ed Ethereum con differenti broker che oggi offrono questo servizio.

Non ti resta che analizzare dettagliatamente le caratteristiche dei broker al fine di valutare la piattaforma maggiormente adatta alle tue esigenze.

Perché fare trading sulle criptovalute con i CFD?

Vi sono diversi vantaggi per cui ti consigliamo di fare trading con i CFD! Puoi ad esempio scegliere di andare long o short visto e considerato che con i CFD non si possiede direttamente il bene, (in questo caso la cripto valuta).

Ecco dunque che puoi decidere di andare short nel caso in cui pensi che il prezzo scenderà, o al contrario long se pensi che il prezzo crescerà.

Se scegli i nostri broker che ti consigliamo, allora sei sicuro che farai trading con un broker regolamentato che ti permette di operare sulle criptovalute in modo sicuro al 100% in termini di furto.

Prima di iniziare a fare trading con le cripto valute e i CFD teniamo a precisare che il trading online di per se è pericoloso e come tale potrebbe comportare la perdita dell’intero capitale.

Ma grazie alle funzioni di rischio limitato offerto dai diversi broker , puoi conoscere sempre la tua potenziale perdita massima!

Puoi fare trading con i CFD e le criptovalute, sfruttando anche il servizio di trading a leva . Questa però è soggetta a termini e condizioni da parte del broker .

Scegli dunque di speculare sul bitcoin e sulle altre Criptovalute senza investire enormi capitali.

Cosa sono le criptovalute

Le possiamo definire come valute digitali (e non virtuali) che operano in maniera indipendente dalle banche e dai governi.

Esse possono essere scambiate proprio come se fossero fisiche.

Scegli uno dei nostri broker ! Essi ti offrono la possibilità di fare trading con i CFD sulle criptovalute più importanti come bitcoin ed ethereum.

Come funziona il trading sulle criptovalute con la leva?

Sappiamo bene che in un mercato normale, il trading sulle criptovalute avviene tramite una borsa . Per questo sarà necessario acquistare un portafoglio virtuale per averle.

Al contrario, invece, con i CFD, ti basta avere un conto di trading come detto con uno dei nostri broker e vedere le quotazioni di bitcoin ed ethereum contro le valute principali, come ad esempio il dollaro.

La differenza?

La si ritrova nell’apertura della posizione!

Infatti, quando apriamo una posizione con i CFD noi non possediamo realmente la valuta.

In questo caso, ti viene offerta la possibilità di operare sull’aumento del prezzo . Quindi il calo del valore della criptovaluta contro il dollaro.

Per iniziare a fare trading con le cripto valute e i CFD ti basta aprire un conto demo con una piattaforma di trading CFD.

Quali sono i vantaggi dell’acquisto di Ethereum tramite CFD?

Liquidità

Non essendo una valuta utilizzata abitualmente, non è sempre facile venderla.

L’elaborazione di alcune transazioni in Ether richiede tempo.

Con un CFD puoi aprire e chiudere posizioni quasi all’istante, giacché non possiedi la moneta vera e propria.

Varie opzioni di trading

Come per qualsiasi altro asset, anche quando si acquista Ethereum ad esempio con eToro aprire una posizione “in vendita” (corta), la quale genererà un profitto se il prezzo di Ether scende.

Potresti anche impostare ordini di Stop Loss e Take Profit, i quali chiuderanno la posizione una volta raggiunto un certo profitto o loss point.

Sicurezza

Sebbene la piattaforma Ethereum sia crittografata, è comunque esposta agli hacker.

Se invece si utilizza un broker sicuro come appunto quelli da noi riproposti puoi ad esempio fare trading CFD con eToro.

In questo caso, il denaro è al sicuro, visto e considerato che si tratta di una piattaforma di trading regolata e sicura.

Come fare trading con il conto demo trading CFD su criptovalute

Considera che il trading criptovalute con CFD si svolge tramite le piattaforme di negoziazione.

Scegliere la piattaforma di trading il più semplice e operativa possibile è tutto a vostro vantaggio.

Per altro se scegli una piattaforma di trading che ti offre la possibilità di fare trading con un conto demo illimitato. Tanto meglio!

Ma come fare trading con le criptovalute? Di seguito ti proponiamo un esempio semplice di trading su criptovalute con CFD.

Il primo passo da compiere una volta che hai scelto la tua piattaforma è quella di aprire un conto di trading online . In questo caso,, puoi crearti un account di trading ed accedere direttamente al conto demo. Con un semplice clic poi puoi passare al conto reale e viceversa.

Come? Semplicemente con uno dei nostri broker .

A questo punto, accedi alla tua piattaforma. Una volta all’interno scegli con quale criptovaluta investire.

Attenzione a valutarla molto attentamente. In questo caso la prudenza non è mai troppa.

Come abbiamo visto in altri nostri approfondimenti, che potrete trovare alla fine di questo paragrafo, le criptovalute sono molto instabili e per altro molto volatili!.

Quindi?

Meglio iniziare scegliendone una, e sceglierla bene!

Ecco perché ti consigliamo di non correre e non essere precipitoso. Il nostro consiglio? Non investire con più di 2 criptovalute la volta.

Ora, una volta meditato attentamente sulla criptovalute da negoziare, ti basta accedere alla piattaforma e trovare la categoria “criptovalute” presente all’interno delle categorie di strumenti disponibili.

Ogni piattaforma si distingue dalle altre, ma solitamente le criptovalute come BitCoin e Ethereum sono da tutte offerte.

Ora, seleziona la criptovalute, cliccandoci su. A questo punto, nella parte destra vi apparirà un elenco delle criptovalute disponibili, con:

  • quotazioni di acquisto e vendita;
  • prezzo in tempo reale;
  • icone per visualizzare i dettagli; ecc.

Importante l’icona “i” di informazioni.

Qui è possibile visualizzare i dettagli del CFD che ha come sottostante la criptovaluta relativa.

Ora, non ti resta che aprire la tua posizione, ovvero acquistare CFD di tipo rialzista (Acquisto) o di tipo ribassista (Vendita).

Attenzione:

Prima ancora di aprire una posizione devi studiare una previsione di mercato inerenti i possibili movimenti delle quotazioni della criptovaluta.

Infine, per aprire materialmente una posizione non devi far altro che cliccare sul pulsante “acquista” o “vendi” proprio in corrispondenza della criptovaluta che si desidera negoziare.

Se vuoi un consiglio, utilizza sempre li strumenti di sicurezza che le piattaforme di trading ti offrono

La quantità di criptovalute da negoziare? La scegli tu!

Avrai sempre la possibilità di visualizzare l’importo del margine iniziale, ovvero la quota per cui ci si espone effettivamente.

Infatti, i CFD sono soggetti a leva , e quindi andrete a impegnare una somma molto più esigua rispetto a quella di un investimento tradizionale.

In questo caso puoi usufruire delle seguenti garanzia di trading :

Stop Loss

Spuntando questa casella avrai la possibilità di impostare il tetto massimo di perdita che siete disposti a subire durante le vostre operazione di trading .

Una volta raggiunto questo obbiettivo la posizione verrà chiusa automaticamente

Stop Limit

Anche in questo caso puoi spuntare questa casella per impostare un limite al livello di profitto desiderato.

Al raggiungimento di questo limite la posizione verrà chiusa automaticamente.

Stop garantito

Nota bene che questo strumento non è disponibile per tutti gli strumenti. Esso rappresenta un tipo di ordine che consente di chiudere automaticamente una posizione nel caso si verifichino cambiamenti repentini e anche abbastanza drastici per le quotazioni dell’asset negoziato.

Stop operativo

Qui potrete accedere cliccando su “ impostazioni avanzate”.

Questo strumento ti permette di variare automaticamente l’asticella dello stop loss nel caso in cui il mercato si muova a proprio favore.

A questo punto, una volta terminato di impostare tutte le impostazioni su riportate, puoi aprire una posizione considerando anche lo spread.

La percentuale di spread si può visualizzare dal sito ufficiale della piattaforma.

Infine, l’ultimo passaggio è quello di monitorare l’operazione

In questo caso non per forza devi essere sempre di fronte alla tua piattaforma, ma puoi impostare gli “alert”, ovvero delle notifiche ricevibili tramite SMS o via e-mail che vi avvisano quando una quotazione arriva ad un livello da voi impostato.

Infine chiudi la tua posizioni e in questo caso le operazioni non avranno più effetto sul capitale disponibile e anche i margini vengono restituiti al netto di profitti e perdite.

Come già detto non devi confondere vendita con chiusura di posizione di acquisto.

Tutte le operazioni si concludono con “chiudi posizione” in corrispondenza delle informazioni sulla stessa.

Come funziona il trading online con i CFD?

Come possiamo desumere, da quanto fin qui detto, il trading con i CFD consente di trarre profitto sia facendo trading al rialzo, sia facendo trading in un mercato a ribasso.

Per fare trading con i CFD, non bisogna fare altro che aprire una posizione di acquisto o una posizione di vendita in base al fatto che il prezzo di un bene sia destinato ad aumentare o a scendere. In base poi alle performance del mercato , vengono a determinarsi profitti o perdite e la loro entità.

Quando facciamo trading online con i CFD, il trader deve tenere presente 2 differenti tipologie di prezzo :

  • il prezzo lettera;
  • il prezzo denaro.

La differenza tra questi 2 prezzi è detta spread, che analizzeremo nel paragrafo successivo.

Ogni trader è libero di scegliere quante azioni o contratti negoziare. L’unico accorgimento è che si deve rispettare il volume minimo consentito per ogni mercato . Questi non sono tutti uguali ma variano in funzione del tipo di mercato .

Scadenza CFD

Tutte le negoziazioni effettuate con i CFD non hanno uguale scadenza, ma cambiano in base al tipo di mercato su cui si opera. Per chiudere una posizione, non vi resta che tradare lo stesso valore in direzione opposta. Inoltre non è indispensabile attendere la data di scadenza per liquidare il contratto ma è possibile farlo in qualsiasi momento.

Trading CFD su Forex

Gli asset sicuramente più usati per fare trading CFD sono le coppie di valute del Forex. Ogni broker CFD offre questo asset ai propri clienti per il trading CFD. Di media i broker offrono circa una 50ina di coppie di valute differenti, partendo da un minimo di circa 30 coppie di valute. Sono sempre incluse le coppie primarie, cioè quelle più importanti come l’EUR/USD per esempio; poi l’offerta viene allargata con le coppie secondarie.

La leva finanziaria che di solito viene offerta per il trading CFD sul Forex si aggira intorno a 1:100 – 1:200 per i trader professionisti, anche se certi broker arrivano ad offrire anche leve finanziarie più alte (ma nessuno vieta di usare quelle più basse ovviamente). Di solito sono proprio le coppie di valute ad avere gli spread più bassi di tutti, proprio perché sono l’asset più scelto dai clienti.

Trading CFD su azioni e trading CFD su indici azionari

Il secondo tipo di asset più utilizzato dai trader nel trading CFD sono sicuramente i titoli azionari , seguiti a ruota dagli indici azionari. I titoli azionari rappresentano una società quotata in borsa . Mentre gli indici azionari rappresentano un paniere di titoli azionari , di solito raggruppati secondo un criterio (come la capitalizzazione o il settore dove operano).

I broker CFD offrono il trading CFD su tutti i principali titoli azionari mondiali, molti dei quali sono ovviamente americani. Ma non mancano anche i titoli europei, italiani compresi. Per quanto riguarda gli indici azionari invece, di solito sono presenti sempre gli indici americani e quelli delle principali economie europee (Inghilterra, Francia, Germania, Italia), insieme a quello della borsa di Tokyo.

I CFD hanno il grosso vantaggio di abbattere i costi delle commissioni e così fare trading su asset anche esteri risulta molto più vantaggioso rispetto al trading azionario classico. E’ presente ovviamente la leva finanziaria , e bisogna sempre porre attenzione allo spread (che varia da titolo a titolo ) Se volete investire su titoli o indici esteri, assicuratevi di conoscere i mercati di riferimento.

Trading CFD su materie prime

I broker CFD offrono anche il trading su materie prime . Sarà possibile quindi speculare sull’andamento del valore di materie come petrolio, oro, argento, rame. Ma anche di materie prime alimentari, come caffè, soia, zucchero, cotone. Ovviamente il numero di materie prime disponibile per il trading CFD è di solito nettamente inferiore rispetto al numero di azioni oppure di coppie di valute.

Nonostante ciò, anche sulle materie prime vengono offerte leve finanziarie molto alte. Il mercato delle materie prime è sicuramente molto interessante, ma bisogna sempre porre attenzione: si tratta di un mercato spesso molto volatile, e soggetto anche all’andamento climatico.

Basta infatti un periodo di siccità in una delle nazioni maggiori esportatrici di una materia prima (per esempio), per rendere il mercato molto più volatile del solito. Se volete fare trading sulle materie prime vi consigliamo quindi di studiarvi a fondo il mercato dove volete operare.

Trading CFD su ETF

I migliori broker CFD offrono anche il trading CFD sugli ETF . L’acronimo ETF sta per Exhcange-Traded Fund: l’ ETF rappresenta l’andamento di un intero segmento industriale, se non addirittura un mercato oppure borsa nazionale. Gli ETF non fanno altro che replicare l’andamento di un indice (ovvero di un benchmark di riferimento).

Gli ETF vengono scambiati sul normale mercato azionario, quindi possono essere comprati e venduti dai trader durante le ore di apertura della Borsa . E nel trading CFD possono essere utilizzati come asset sottostante. A seconda del broker scelto potrete trovare più o meno ETF con cui fare trading CFD (può anche capitare che un broker non li offra proprio).

Cosa vuol dire fare trading a margine con i CFD?

I CFD sono uno strumento di trading a leva . Questo vuol dire che è possibile fare trading con un capitale ridotto rispetto a quello necessario per acquistare la quantità di prodotto che diversamente sarebbe necessario. In questo modo, il trader potrà depositare soltanto la percentuale richiesta rispetto al valore complessivo necessario per aprire la posizione.

Bisogna però tenere presente che nel momento in cui si opera con i CFD, vi sono i tassi di margine che variano in base allo strumento utilizzato. Quindi, utilizzando i CFD con la leva finanziaria o leverage, che dir si voglia, è anche possibile perdere e guadagnare più di quello che è necessario per aprire la posizione. Quindi bisogna prestare molta attenzione.

Apri un conto IG.com

Prova il trading forex & CFD o il trading online con i BitCoin aprendo un conto demo su IG! Scopri come è facile e veloce fare trading con un broker Forex regolamentato ed autorizzato!

Per tale motivo,riteniamo molto importante valutare questi sistemi per capire qual’è l’esposizione totale al quale il trader va incontro ed imparare anche ad utilizzare tutti i vari strumenti per gestire il rischio. Molto importante in questo caso sono:

Come calcolare lo spread con i CFD?

Solitamente e nella maggior parte dei casi, i prezzi dei CFD sono quotati in coppia:

  • il prezzo d’acquisto e il prezzo di vendita.

Lo spread, quindi, non rappresenta altro che la differenza tra questi 2 prezzi . Nel caso in cui il trader pensa che il prezzo possa scendere, userà il prezzo di vendita. In caso contrario, invece, se pensa che il prezzo possa salire, allora userà il prezzo di acquisto.

Esempio di trading con i CFD e calcolo dello spread.

Se il trader pensa di vendere il prezzo dell’indice UK 100, potremmo avere UK 100 6300 / 6301;

  • se il trader vuole acquistare a 6.301 dobbiamo attenderci che UK100 salga di prezzo ;
  • se il trader vuole vendere a 6.300 dobbiamo attenderci invece che UK100 scenda di valore .

Con l’esempio appena descritto, possiamo supporre che lo spread, ovvero la differenza tra il prezzo di acquisto e quello di vendita, sia di 1 punto.

Commissioni

Per negoziare sui CFD si devono pagare delle commissioni al nostro broker . Queste vengono applicate ad ogni posizione che noi apriamo sulla piattaforma di trading . Esistono diversi tipi di commissioni. Spread denaro-lettera: è la differenza tra il prezzo del denaro e della lettera. Costi di gestione: sono costi che servono al mantenimento del vostro conto .

Markup e markdown: indicano la differenza tra il prezzo di mercato di un titolo e il prezzo al quale il broker lo vende al cliente. Commissioni fisse: sono dei costi predeterminati e fissi che vanno pagati ogni volta che l’utente apre e chiude una posizione.

Per aprire una posizione sui CFD basta detenere sul conto una piccola percentuale del valore totale della posizione. Questa percentuale è chiamata margine. Ci sono due tipi di margine. Il margine iniziale corrisponde alla quantità di denaro che il broker prenderà dal vostro conto quando aprirete una posizione. Il margine di mantenimento è invece la somma che il broker chiede a garanzia per il mantenimento della posizione.

I CFD replicano l’andamento di un sottostante. Il sottostante che può essere replicato dai CFD è vario e comprende praticamente tutti gli strumenti finanziari esistenti. Ci sono i CFD sulle azioni , indici, commodities, opzioni, etf , valute.

I broker di CFD si dividono essenzialmente in due categorie: quelli market maker e quelli ad accesso diretto al mercato . I market maker quotano i CFD ad un loro prezzo , il quale può anche divergere di molto dal sottostante al quale si riferisce.

I broker ad accesso diretto al mercato invece quotano i CFD ad un prezzo praticamente identico a quello del sottostante, poiché una volta comprato il CFD, il broker provvederà a coprirsi comprando il sottostante.

Dettagli trading CFD

  • Quantità Unitaria: rappresenta la quantità di base dello strumento finanziario che il trader può negoziare, ovvero della quota minima minima negoziabile e della quantità di cui si compone ciascuna unità.
  • Premio sugli Acquisti e sulle vendite: rappresenta una percentuale che si aggiunge o si sottrae al proprio conto nel caso in cui il trader continui ad operare o a tenere aperta la posizione durante le ore notturne.
  • Maturazione del Premio: rappresenta il giorno e l’ora in cui vengono sbloccati i premi del trader in merito ad acquisti e vendite.
  • Margine Iniziale: rappresenta la quota sottratta effettivamente dal conto del trader per aprire una posizione.
  • Margine di Mantenimento: altro non rappresenta se non una quota a garanzia dell’apertura della posizione imposta dal broker nell’utilizzo della leva finanziaria .
  • Scadenza Giornaliera: rappresentano le scadenze di trading effettuate con i CFD. In questo caso, alla scadenza dell’opzione, la differenza tra profitto e perdite viene aggiunta o sottratta al conto disponibile.
  • Data di Scadenza: rappresenta la data di scadenza precisa dei CFD.
  • Ore di Negoziazione: rappresenta l’ora in cui i mercati sono aperti; di conseguenza è possibile fare trading solo in alcune ore del giorno. Quindi nel caso lasciamo un’operazione aperta, ma il mercato su cui negoziamo è chiuso, allora non possiamo che lasciare la posizione aperta.

Differenza tra CFD e azioni

Per poter fare trading con i CFD sulle azioni , o sugli altri asset, è indispensabile fare delle precisazioni molto importanti che vanno al di la di quelle prettamente economiche.

Supponiamo di acquistare un CFD su un’ azione . A differenza di questa, il trader non ha diritto di voto all’interno dell’azienda, come invece accade per le azioni .

Altra caratteristica a favore dei CFD è che grazie a questi, il trader può ottenere profitti dai dividendi, oltre che dalla negoziazione in base ai rialzi dello stesso titolo . Quindi se si acquista il titolo a 1€ e lo rivendiamo a 1,3 € avremo guadagnato 0,3 € da ogni titolo acquistato. Anche le operazioni di acquisto o di vendita, avvengono in un tempo molto ridotto rispetto a quello azionario classico.

Infine, un’altra importante differenza è data dai costi di commissione. In questo caso, per acquistare CFD dai broker online non si deve spendere una cifra esorbitante, poiché i costi di commissione sono estremamente ridotti.

IQ Option: trading CFD su Bitcoin

Scegli di investire e fare trading su Bitcoin o con le altre criptovalute direttamente dalla piattaforma di trading IQ Option!

IQ Option ti offre un conto demo gratuito da 10.000 € ed un conto reale con un deposito minimo di appena 10 € e trade minimi da 1 €.

Il broker ti offre tantissime semplici opportunità di investimento grazie ad una piattaforma semplice da utilizzare ed allo stesso tempo professionale. Tutto quello che devi fare è aprire il tuo conto demo trading ! Devi sono scegliere con quale conto investire e testare la piattaforma e quindi iniziare ad operare con essa.

Infine, se scegli questo broker per investire nel trading online , devi sapere che ti mette a disposizione la possibilità di investire su di essa sfruttando il servizio di formazione gratuito IQ Option composto da video lezioni gratuite che ti permettono di imparare non solo ad utilizzare la piattaforma ma anche i diversi strumenti di trading che essa offre.

Per altro scegliendo IQ Option scegli anche la possibilità di investire su un mercato diversificato e quindi operare su:

  • materie prime ;
  • mercato Forex;
  • ETF ;
  • criptovalute, ecc.

IQ Option: caratteristiche / vantaggi

  • piattaforma regolamentata ed autorizzata CySEC;
  • conto demo gratuito;
  • trade minimi da 1 €;
  • layout multi-grafico;
  • analisi tecnica;
  • quotazioni storiche;
  • piattaforma mobile;
  • strumenti di trading eccellenti;
  • avvisi sulla volatilità;
  • aggiornamenti di mercato ;
  • stock screener;
  • calendari;
  • newsletter.

Nello specifico puoi scegliere di investire in modo serio e professionale con questo broker , sulle seguenti criptovalute:

Vuoi rimanere aggiornato su tutti gli approfondimenti del broker ? Segui le nostre guide:

Iq option: guide al trading online:

Il Trading su CFD è solo per professionisti ? Opinioni conclusive

Non è necessario essere dei magnati della finanza per fare trading , ma bisogna conoscere il settore. In questo caso, più si conosce il settore e più si opera meglio. Questo vale anche per il trading con i CFD, anche se bisogna ricordarsi di fare molta pratica. Tuffarsi subito nel mondo del trading online è molto rischioso: avete bisogno delle giuste conoscenze e anche di mesi e mesi di pratica (possibilmente con un account demo, che vi permette di fare trading utilizzando soldi virtuali).

In questo senso, conoscere il mercato , avere una certa esperienza di negoziazione non è altro che un punto a favore del trader il quale può ottenere degli investimenti soddisfacenti. Anche banche conosciute offrono questa modalità di trading , ad esempio CFD FINECO, ma noi consigliamo di operare con le piattaforme dei broker elencati sul nostro sito.

Attenzione infine, perché come per ogni altra operazione di trading online , anche i CFD richiedono una certa conoscenza del mercato . Ricordate che per guadagnare con i CFD, consigliamo l’utilizzo di broker online regolamentati ed autorizzati CySEC e CONSOB come riportati sotto.

Guida ai CFD

Le nostre guide sul trading CFD:

I CFD sono uno strumento finanziario derivato che replica l’andamento del prezzo di un asset finanziario. Investendo sui CFD non si acquista e vende direttamente l’asset finanziario, ma si specula solamente sul suo prezzo al rialzo o al ribasso.

Il termine CFD in finanza è l’abbreviazione di Contracts For Difference (contratto per differenza), e si riferisce al contratto che viene stipulato tra broker e trader.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: