Atene PIL rallenta la discesa ma non c’e lavoro

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Atene: PIL rallenta la discesa ma non c’è lavoro

La situazione di Atene, in questo momento, appare molto controversa agli investitori internazionali visto che il paese si è preparato dopo l’austerity a tornare in corsa, ma non migliora la situazione occupazionale e il PIL è ancora in flessione. Le ultime notizie che arrivano dalla Grecia riguardano la presa di posizione della chiesa ortodossa che ha deciso d’intervenire con il suo patrimonio immobiliare per dare una mano allo stato e dalla Germania che dice di voler ancora dare una chance ad Atene. Eppure la situazione migliora soltanto in modo molto lieve.

Restano però dei problemi strutturali che hanno determinato il non miglioramento delle condizioni lavorative in Grecia e un crollo del PIL anche se, per quanto riguarda il prodotto interno lordo, sembra che la discesa sia rallentata. Per capire meglio la situazione è necessario fornire qualche dato empirico.

Per il terzo trimestre consecutivo il PIL greco è in discesa ma le speranze sono riposte nel settore turistico che, nel secondo semestre dell’anno, dovrebbe dare sollievo all’economia di Atene. Il prodotto interno lordo è diminuito del 4,2 per cento, una flessione importante ma sempre meglio del -5,65 del primo trimestre 2020.

Il premier Samaras, di recente in conflitto con il Fondo Monetario, reduce da un incontro con il presidente americano Obama, ha ribadito di avere moltissime speranze di uscire presto dalla crisi, forse anche prima di quanto sia capace l’Europa.

Tag: pil

Il Pil Americano in ripresa secondo gli ultimi dati

È salito oltre le attese il Pil Usa del secondo trimestre. Tra aprile e giugno l’aumento – dalla prima lettura del Dipartimento del commercio – è stata del 4% in…

di Luigi Boggi – 2 Agosto 2020

L’economia americana ancora in forte crisi

Il Fondo monetario internazionale ha nuovamente tagliato le stime sul Pil 2020 degli Stati Uniti portandolo da +2% a +1,7%. Il dato è stato diffuso dal Consiglio esecutivo del Fondo…

di Luigi Boggi – 25 Luglio 2020

Italia: rallenta il PIL ma non troppo

La crisi è ancora molto importante nel Vecchio Continente e nel nostro paese in particolare. Tanto che seppure si pensa che l’Europa sia ormai fuori dalla recessione, non si può…

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

di Luigi Boggi – 22 Agosto 2020

Atene: PIL rallenta la discesa ma non c’è lavoro

La situazione di Atene, in questo momento, appare molto controversa agli investitori internazionali visto che il paese si è preparato dopo l’austerity a tornare in corsa, ma non migliora la…

di Luigi Boggi – 13 Agosto 2020

Italia: cresce ancora il rapporto debito-Pil

La situazione del Belpaese continua a preoccupare gli investitori ma non in consumatori. Sta diventando una brutta gatta da pelare per i politici che oltre a risolvere il problema dell’occupazione…

di Luigi Boggi – 25 Luglio 2020

UE: finta la recessione del Regno Unito

Appena si è aggravata la condizione del Vecchio Continente, tantissimi analisti hanno provato ad individuare i paesi e le economie maggiormente a rischio. Il dito è stato puntato sulla Francia…

di Luigi Boggi – 30 Giugno 2020

Opzioni binarie: il debito italiano tra cinque anni

Il nostro paese deve fare i conti con l’aumento del debito pubblico degli ultimi anni che potrebbe durare ancora a lungo, infatti, anche nei prossimi anni, non si prevede una…

di Luigi Boggi – 15 Aprile 2020

Le oscillazioni del PIL, cosa si prevede

Il PIL e le sue oscillazioni sono senz’altro un terreno da coltivare per chi si occupa di opzioni binarie nel senso che guardando alle prospettive economiche globali e locali si…

di Luigi Boggi – 21 Dicembre 2020

Le stime dell’Ocse sull’economia italiana

L’OCSE periodicamente pubblica una serie di considerazione sull’economica dei paesi dell’UE e non solo. In pratica prova a calcolare come crescerà il PIL di un paese e quale sarà il…

di Luigi Boggi – 28 Novembre 2020

I dati sul PIL della zona Euro

Non solo il Giappone, nel terzo trimestre dell’anno, presenta una flessione del PIL. Il prodotto interno lordo ha difficoltà anche in Europa ad ascendere verso livelli di sicurezza. Dalla zona…

di Luigi Boggi – 16 Novembre 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Cina, l’inflazione rallenta la sua corsa. L’industria e i consumi frenano (ma la velocitа resta sostenuta)

di Stefano Natoli Cronologia articolo 9 settembre 2020

In questo articolo

Storia dell’articolo

Questo articolo и stato pubblicato il 09 settembre 2020 alle ore 12:47.

L’indice dei prezzi al consumo и cresciuto del 6,2% ad agosto, allontanandosi dai massimi da tre anni raggiunti il mese precedente. La discesa dell’inflazione – giudicata una delle principali prioritб economiche dal governo di Pechino – и stata favorita dalla frenata dei prezzi del cibo, cresciuti il mese scorso su base annua del 13,4% (dal 14,8% di luglio).

articoli correlati

L’aumento dei prezzi resta comunque notevolmente superiore al tetto del 4% fissato per il 2020 dalle autoritб cinesi. Non a caso le stesse autoritа hanno attuato nel corso degli ultimi 12 mesi una serie di misure per raffreddare l’inflazione (come ricorda oggi anche il Financial Times): dallo scorso ottobre la banca centrale ha aumentato i tassi di interesse ben cinque volte.

La produzione industriale cresce un po’ meno del previsto
Se dal versante dei prezzi arrivano notizie positive, da quello della produzione i segnali risultano un po’ meno buoni (anche se non inducono certamente a preoccupazioni eccessive). Sempre ad agosto, infatti, l’indice della produzione industriale и salito del 13,5%, annuo (+1% su base mensile), segnando un rallentamento dal dato di luglio che indicava una crescita del 14%. Il rialzo di agosto и leggermente inferiore alle attese degli economisti che avevano puntato su una crescita della produzione del 13,7%.

Vendite al dettaglio in crescita del 17%
Continua, invece, a non destare preoccupazioni l’andamento dei consumi: ad agosto, secondo quanto rende noto il National Bureau of Statistics (Mbs) le vendite al dettaglio sono aumentate del 17% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, quando l’incremento messo a segno era stato piщ alto di appena due decimi di punto.

Verso Pil 2020 sotto il 9%, prima volta dal 2001
A rallentare il passo, comunque trionfante, dell’economia cinese и
La ripresa economica vacillante dei principali paesi sviluppati finirа comunque per rallentare il passo della crescita cinese che l’anno prossimo potrebbe chiudere – per la prima volta dal 2001- a un tasso inferiore al 9% (il secondo trimestre di quest’anno ha fatto registrare un rialzo del 9,5%). Lo ha detto l’altro ieri il capo economista presso la State Administration of Foreign Exchange, Guobo Huang, partecipando a un forum a Pechino. «La crisi del deterioramento del debito sovrano in alcune grandi economie – ha detto Huang – ha ridotto la fiducia del mercato in tutto il mondo». Huang ha precisato che il rallentamento cinese deriva dall’indebolimento della domanda nel mercato globale che limita le esportazioni creando problemi soprattutto ai paesi che sono orientati all’export. Le previsioni di crescita di Huang trovano una conferma in quelle formulate la scorsa settimana da Ubs e riportate dal China Daily. Ubs ha abbassato le sue previsioni per la crescita del Pil della Cina dal 9,3% al 9% nel 2020 e dal 9% a 8,3% nel 2020.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come iniziare a fare trading di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: