Solo proiettili narcotizzanti per catturare gli otto tori di Pula – Benessere – Animali


 Cagliari, 6 febbraio 2018 – Mercoledì notte prenderà il via la caccia ai ‘tori scatenati’ nelle campagne di Pula, importante centro turistico del Cagliaritano che da tempo combatte contro l’invasione di una mandria di oltre cento bovini allo stato brado che spinti dalla fame giù dalle vicine montagne si aggirano praticamente indisturbati tra le villette dei turisti e anche nell’esclusivo residence di Is Molas. Nel mirino dei veterinari, che useranno rigorosamente proiettili con narcotici, otto splendidi e imprendibili tori che nei giorni scorsi hanno creato non pochi problemi all’apparato messo in campo da Comune e protezione civile nel tentativo, risultato vano, di catturarli.

La sindaca Carla Medau, non poco preoccupata, si era appellata alla prefettura e sabato è stato organizzato un summit nella sede della rappresentanza del governo con i vertici delle forze dell’ordine, oltre alle autorità sanitarie e rappresentanti della protezione civile. I fenomenali tori, due dei quali pesano attorno ai sette quintali ma che però nessuno pare voglia perché non delle razze che vanno per la maggiore, stanno creando un po’ scompiglio e molta preoccupazione. Due tra i più ‘spudorati’, così come li ha definiti qualcuno in Comune, si sono avventurati fino al famoso sito archeologico fenicio-punico di Pula, molto apprezzato dal presidente cinese Xi Jinping nella sua visita in Sardegna, spesso affollato dai turisti che arrivano a Cagliari con le navi da crociera.

Si tratta di animali selvatici, vigorosi e velocissimi, che potrebbero causare qualche spiacevole incidente. Da qui la preoccupazione del sindaco di Pula che ha predisposto tutto in modo che  venga realizzato il recinto nel quale rinchiudere la mandria della vacche che poi verranno affidate ad allevatori della zona. Stesso destino è stato riservato ai possenti tori. Prima, però, bisognera’ prenderli. Operazione che sembra tutt’altro che semplice. 
animali@quotidiano.net

 



Continua a leggere